Classifica senza errori arbitrali: la moviola della Serie A

Lunedì 11 Novembre 2019, pubblicata da francesco mattei
Foto Stadio Meazza Milano | Notizie/SanSiro_1248x600.jpg - 2281

La 12° giornata di campionato è stata ricca di episodi arbitrali da analizzare. Nei seguenti paragrafi focalizzeremo l'attenzione sugli errori arbitrali del turno in questione, analizzando tutte le dinamiche più controverse e aggiornando immediatamente la nostra esclusiva classifica Serie A senza errori arbitrali. Ricordiamo che, nella nostra analisi, gli errori che consideriamo tali da poter influenzare il risultato finale di un match sono i rigori non concessi (ma solari) o quelli dati ma per cui non si ravvisa un reale intervento falloso. Il saldo della classifica senza errori arbitrali del campionato può variare anche per considerazioni identiche relative ai gol dubbi assegnati o meno. Nella nostra classifica senza sviste arbitrali inseriamo nella sezione degli episodi contro o a favore anche i casi dubbi su cartellini rossi estratti o tenuti nel taschino dal direttore di gara. Tali errori, però, ci teniamo a precisare, non vanno, a nostro avviso, a influenzare il risultato finale di un match e, di conseguenza, l'esito delle puntate piazzate sui siti di scommesse. Ecco, intanto, tre focus a cura di Superscommesse dedicati alla Serie A di calcio.

I 4 approfondimenti di Superscommesse
Vincente Serie A 2019/20
Retrocessioni Serie A 2019/20
Scopri tutti i bonus senza deposito dei bookmaker AAMS
Quote maggiorate sulle sfide di Serie A 2019/20


Nel paragrafo in basso ci concentreremo sulla moviola Serie A della 12^ giornata e faremo luce su quanto accaduto in tutte le gare di questo turno.



CLASSIFICA SENZA ERRORI ARBITRALI 2019-20 di Superscommesse

Per il settimo anno consecutivo proponiamo la nostra classifica senza errori arbitrali, che tiene conto delle sviste degli arbitri, dei punti reali e di quelli virtuali, degli episodi a favore e contro ogni singola squadra che in generale hanno condizionato i risultati di Serie A. Ricordiamo che non c'è immediata correlazione tra gli episodi a favore/contro e il saldo punti. Per chiarezza facciamo un esempio: il Milan batte sul campo la Sampdoria per 1-0. Nella gara, però, si verificano due errori arbitrali, uno a sfavore del Milan (un rigore non concesso) e uno a favore dei rossoneri (un gol annullato alla Samp sullo 0-0). Dunque in tabella si segnalano da una parte un episodio a favore e uno contro. Di seguito, la classifica senza errori arbitrali Serie A aggiornata al termine del 12° turno.

Legenda: PV = Punti Virtuali, PR = Punti Reali, S = Saldo, Ep Fav = Episodi a favore, Ep C = Episodi contro.

Squadra PV PR S Ep Fav Ep C
Inter 33 31 -2 0 1
Juventus 30 32 +2 2 0
Cagliari 24 24 0 0 0
Lazio 24 24 0 1 1
Roma 22 22 0 0 0
Atalanta 21 22 +1 1 1
Napoli 21 19 -2 1 2
Fiorentina 17 16 -1 1 2
Parma 16 17 +1 1 0
Verona 15 15 0 2 1
Torino 15 14 -1 0 1
Milan 14 13 -1 0 1
Sassuolo 13 13 0 0 0
Bologna 12 12 0 0 0
Udinese 12 14 +2 1 0
Genoa 9 9 0 0 1
Sampdoria 9 9 0 0 1
Lecce 8 10 +2 1 0
Spal 8 8 0 0 0
Brescia 7 7 0 0 0

 

Moviola Serie A 12° turno: l'analisi di Superscommesse

Qui troverete tutti i casi di moviola di Serie A, con l'analisi dettagliata di ogni singolo match della 12^ giornata del campionato 2019/2020.

  • MOVIOLA SERIE A SASSUOLO BOLOGNA (3-1): positiva la prestazione del direttore di gara Piccinini. Un solo episodio da evidenziare al minuto 77. Orsolini, sul punteggio di 3-1 per i padroni di casa, va a segno ma la rete viene annullata per fuorigioco dell'esterno neo convocato in Nazionale. Decisione confermata anche dal Var.
  • BRESCIA TORINO MOVIOLA SERIE A (0-4): tre gli episodi da evidenziare. Al minuto 15 su tiro di Verdi la sfera tocca il braccio di Cistana in barriera. Il direttore di gara assegna il penalty al Torino confermato dal Var. Decisione al limite. Al minuto 26 secondo rigore assegnato al Torino per fallo di mano di Mateju. Decisione corretta. Giusto espellere al minuto 41 lo stesso Mateju per somma di ammonizione. Il difensore già ammonito stende Belotti al limite dell'area.
  • INTER VERONA MOVIOLA (2-1): due episodi da evidenziare nella sfida disputata a San Siro. Al minuto 18 giusto assegnare il penalty al Verona per fallo di Handanovic in uscita su Zaccagni. Al minuto 74 Valeri, giustamente, lascia correre nonostante la caduta in area di rigore del Verona dell'esterno Candreva. Giusto non assegnare il penalty all'Inter.
  • MOVIOLA NAPOLI GENOA (0-0): Al 2 minuto Insigne va a segno ma a gioco fermo: Lozano era in fuorigioco. Giusto annullare il vantaggio partenopeo. Al 58’ Mertens calcia una punizione, Lerager in barriera tocca la palla col braccio ma sia arbitro che Var lasciano correre. Rivedendo l'azione il gomito è alto. Rigore negato ai padroni di casa.  All’89 minuto contatto Radovanovic-Di Lorenzo in area del Genoa. In questo caso giusto non assegnare il tiro dall'11 metri.
  • MOVIOLA SERIE A CAGLIARI FIORENTINA (5-2): ottima direzione del direttore di gara Chiffi che controlla la sfida senza grossi patemi d'animo. L'unico episodio dubbio avviene al minuto 17. Nainggolan serve Rog che batte il numero 1 viola. Regolare la posizione del centrocampista croato.
  • SERIE A MOVIOLA UDINESE SPAL (0-0): direzione di personalità dell'arbitro Massa. Al minuto 98 giusta assegnare il penalty alla Spal, poi sbagliato da Petagna, per fallo di mano di Sema in un contrasto con Sala. Il Var Abisso richiama Massa al monitor che assegna il calcio di rigore per i ferraresi.
  • LAZIO LECCE MOVIOLA SERIE A (4-2): l'episodio chiave del match avviene al minuto 65. Rigore generoso fischiato al Lecce per contatto Milinkovic Savic-Mancosu in area biancoceleste sul punteggio di 2-1 per i padroni di casa. Babacar calcia e sbaglia, Lapadula il più veloce ad arrivare sulla sfera, pareggia. Dopo alcuni minuti il Var annulla la rete dell'attaccante ex Milan per ingresso in area prima del tocco di Babacar. In realtà in area biancoceleste ci sono anche alcuni difensori della Lazio. Per il regolamento il rigore si ripete se, a rigore non realizzato, l’invasione dell'area è dei difendenti (Lazio), mentre si assegna calcio di punizione indiretto su rete non segnata se l’invasione è di un calciatore attaccante (Lecce). Il Var controlla chi entra e prende parte al gioco, il gol frutto della giocata di un invasore è quindi da annullare.
  • SAMPDORIA ATALANTA MOVIOLA (0-0): due gli episodi chiave del Ferraris. L’Atalanta protesta per un possibile rosso a Ferrari per fallo con chiara occasione da rete. L’arbitro Irrati, grazie all'intervento del Var, valuta soltanto con l’ammonizione l’intervento di Ferrari. Decisione al limite. Rosso, qualche minuto dopo, per Malinovskyi per doppio giallo. Decisione corretta.
  • PARMA ROMA MOVIOLA (2-0): l'unico episodio da moviola avviene al minuto 10 con Zaniolo che rischia seriamente il cartellino rosso per gomitata su Gagliolo. Al centrocampista della Nazionale va di lusso. Il direttore di gara non giudica violento il gomito alto di Zaniolo, punendolo con il cartellino giallo.
  • JUVENTUS MILAN MOVIOLA SERIE A (1-0): ottima direzione di gara del direttore di gara Maresca che controlla il match senza alcun problema. Due cartellini gialli 'pesanti' estratti a Calhanoglu e Bennancer, entrambi diffidati salteranno Milan-Napoli.

 

Gli errori arbitrali in Serie A che hanno influito sulla classifica

All'interno di questo paragrafo menzioneremo, di settimana in settimana, gli errori arbitrali più importanti della stagione calcistica 2019/2020, ossia quelli che - di fatto - hanno contribuito a modificare l'esito finale di un determinato match.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL NAPOLI: Fiorentina - Napoli (1^ giornata) - rigore inesistente concesso ai partenopei per un presunto contatto tra Mertens e Castrovilli. Tale decisione influenza l'esito finale del match, vinto dagli azzurri 3-4.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELL'UDINESE: Udinese - Milan (1^ giornata) - rigore netto non concesso al Milan. Evidente il tocco col braccio in area di rigore da parte di Samir. Decisione che influenza l'esito della partite, terminata 1-0 per i friulani.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL LECCE: Torino - Lecce (3^ giornata) - rigore netto non concesso al Torino nei minuti finali del match. Il fallo di Rispoli su Belotti è evidente, ma Giua lascia correre. Scelta che condizionerà l'esito finale dell'incontro, terminato 1-2 per i salentini.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL GENOA: Napoli - Genoa (12^ giornata) - al 58’ Mertens calcia una punizione, Lerager in barriera tocca la palla col braccio ma sia arbitro che Var lasciano correre. Rivedendo l'azione il gomito è alto. Rigore negato ai padroni di casa.


ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL PARMA:
Inter - Parma (9° giornata) - rigore netto non concesso all'Inter per fallo del duo Iacoponi-Hernani su Lautaro Martinez. Scelta che ha condizionato l'esito dell'incontro, terminato 2-2.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELL'ATALANTA: Napoli - Atalanta (10° giornata) - rigore netto non concesso al Napoli per fallo di Kjaer su Llorente. Giacomelli lascia proseguire e in contropiede l'Atalanta trova il pari con Ilicic. Il Var, guidato da Banti, rivede l'azione e non ritiene chiaro errore quello di Giacomelli. Errore da matita rossa per Giacomelli e soprattutto per il Var che quantomeno, visto il momento topico del match, doveva andare al monitor per rivedere l'azione. 

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELLA JUVENTUS: Juventus - Genoa (10° giornata) - al minuto 51 errore del direttore di gara Giua. Cassata, già ammonito, trattiene leggermente Dybala. L'arbitro, estrae il secondo giallo. Decisione severa.
Torino - Juventus (11° giornata) - al minuto 11 errore del direttore di gara Doveri. Su una lunga rimessa laterale per il Torino, in area bianconera il centrale olandese De Ligt tocca la sfera con il braccio non aderente al corpo. Il Var non interviene e il direttore di gara Doveri decide di sorvolare. L'episodio è molto simile a quello avvenuto in Lecce-Juventus con protagonista sempre De Ligt. Al 'Via del Mare' fu assegnato il penalty per i salentini.

 

Var Serie A: come funziona la moviola in campo?

Con la moviola in campo diremo addio alla classifica senza errori arbitrali? Non proprio. Dalla scorsa stagione, infatti, gli arbitri possono usufruire del Video Assistant Referee, la moviola introdotta dalla Fifa per ridurre al minimo gli errori da parte dei direttori di gara durante le partite. Nonostante il grande apporto che tale supporto tecnologico fornirà al calcio italiano (ed europeo), ci sarà comunque tanto da analizzare nella nostra rubrica sugli errori arbitrali, considerando che su determinate dinamiche l'errore del direttore di gara non potrà essere eliminabile (es. fuorigioco segnalato in maniera errata nelle fasi iniziali di un'azione di gioco che si conclude con la realizzazione di un gol). Di seguito, i casi in cui il VAR può essere chiamato in causa.

Il VAR può intervenire nei casi di:

  • gol/non gol (aggiuntiva al supporto della Goal Line Technology);
  • rigori (verifica della corretta o meno assegnazione di un calcio di rigore);
  • espulsioni dirette (decise o omesse);
  • scambi di persona (in caso di estrazione di cartellino al calciatore innocente);
  • eventuale caso di gol in fuorigioco

Chi decide con la moviola in campo. Sarà l'arbitro, ovviamente, ad avere l'ultima parola sull'episodio arbitrale, ma il potere di richiedere un controllo è sia del VAR, l'assistente di bordo campo, sia dell'arbitro stesso. Nel primo caso è lo stesso responsabile della moviola a comunicare all'arbitro tramite microfono wireless la svista, mentre nel secondo è lo stesso arbitro a decidere di visionare in persona il replay, oppure chiedere direttamente al VAR la revisione della decisione, per poi comunicarla ai giocatori.
 
Qual è la squadra che ha beneficiato maggiormente delle sviste arbitrali?

Eventi più giocati

11h 02m Polonia - Slovenia
1.70(1) - 3.90(X) - 5.30(2)
11h 02m Galles - Ungheria
1.67(1) - 3.85(X) - 5.60(2)
11h 02m Belgio - Cipro
1.05(1) - 17.00(X) - 67.00(2)