doc
Schedina

Classifica senza errori arbitrali: la moviola della Serie A

Giovedì 9 Luglio 2020, pubblicata da francesco mattei
Immagine Classifica senza errori arbitrali | Notizie/Classifica_Errori_arbitrali_1452x600.jpg - 2281

Il 31° turno della Serie A si concluderà con due sfide, Spal-Udinese e Verona-Inter, in programma nella serata di giovedì 9 luglio. Molte delle otto sfide già giocate nel 31° turno presentano diversi episodi arbitrali da analizzare. Nei seguenti paragrafi, abbiamo focalizzato l'attenzione sugli errori arbitrali analizzando tutte le dinamiche più controverse e aggiornando immediatamente la nostra esclusiva classifica Serie A senza errori arbitrali. Ricordiamo che, nella nostra analisi, gli errori che consideriamo tali da poter influenzare il risultato finale di un match sono i rigori non concessi (ma solari) o quelli dati ma per cui non si ravvisa un reale intervento falloso. Il saldo della classifica senza errori arbitrali del campionato può variare anche per considerazioni identiche relative ai gol dubbi assegnati o meno. Nella nostra classifica senza sviste arbitrali inseriamo nella sezione degli episodi contro o a favore anche i casi dubbi su cartellini rossi estratti o tenuti nel taschino dal direttore di gara. Tali errori, però, ci teniamo a precisare, non vanno, a nostro avviso, a influenzare il risultato finale di un match e, di conseguenza, l'esito delle puntate piazzate sui siti di scommesse. Nel paragrafo in basso ci concentreremo sulla moviola Serie A della 31^ giornata e faremo luce su quanto accaduto in tutte le gare di questo turno.



CLASSIFICA SENZA ERRORI ARBITRALI 2020 DI SUPERSCOMMESSE

Per il settimo anno consecutivo proponiamo la nostra classifica senza errori arbitrali, che tiene conto delle sviste degli arbitri, dei punti reali e di quelli virtuali, degli episodi a favore e contro ogni singola squadra che in generale hanno condizionato i risultati di Serie A. Ricordiamo che non c'è immediata correlazione tra gli episodi a favore/contro e il saldo punti. Per chiarezza facciamo un esempio: il Milan batte sul campo la Sampdoria per 1-0. Nella gara, però, si verificano due errori arbitrali, uno a sfavore del Milan (un rigore non concesso) e uno a favore dei rossoneri (un gol annullato alla Samp sullo 0-0). Dunque in tabella si segnalano da una parte un episodio a favore e uno contro. Di seguito, la classifica senza errori arbitrali Serie A aggiornata al termine del 30° turno. In basso è possibile consultare ben 4 focus a cura di Superscommesse dedicati alla Serie A di calcio. 

Legenda: PV = Punti Virtuali, PR = Punti Reali, S = Saldo, Ep Fav = Episodi a favore, Ep C = Episodi contro.

Squadra PV PR S Ep Fav Ep C
Juventus 73 75 +2 4 0
Lazio 64 68 +4 3 0
Atalanta 64 63 -1 1 4
Inter 63 64 +1 2 1
Napoli 54 48 -6 1 6
Roma 48 48 0 0 0
Milan 46 46 0 1 1
Verona 42 42 0 3 1
Parma 40 39 -1 1 2
Sassuolo 40 40 0 0 0
Cagliari 39 39 0 0 0
Fiorentina 38 34 -4 3 5
Bologna 38 41 +3 3 0
Torino 32 31 -1 0 3
Udinese 30 32 +2 2 0
Sampdoria 30 32 +2 1 1
Genoa 26 27 +1 1 0
Brescia 23 21 -2 1 1
Lecce 22 25 +3 2 3
Spal 19 19 0 0 0

 

Moviola Serie A 31° turno: l'analisi di Superscommesse

Qui troverete tutti i casi di moviola di Serie A, con l'analisi dettagliata di ogni singolo match della 31^ giornata del campionato 2020.

  • MOVIOLA SERIE A LECCE LAZIO (2-1): buona direzione dell'arbitro Maresca grazie alla collaborazione con il Var Abisso. Al 4 minuto di gioco annullato un gol di Mancosu per tocco di mano dello stesso centrocampista dei salentini. Ottimo la collaborazione Var-Maresca. Al secondo minuto di recupero del primo tempo, rigore assegnato al Lecce sul punteggio di 1-1. Tocco di mano in area di Patric su cross di Calderoni. Maresca, assegna il penalty e conferma la sua decisione dopo aver consultato il monitor. Al minuto 92 espulso Patric per morso sul braccio di Donati (Maresca richiamato dal Var anche in questa occasione). All'ultimo minuto di gioco proteste di Caicedo dopo un contatto in area di rigore del Lecce con Lucioni. Il direttore di gara non fischia il penalty e il Var, correttamente, non interviene.
  • MILAN JUVENTUS MOVIOLA SERIE A (4-2): il primo episodio avviene al secondo minuto di recupero del primo tempo. Ibra va a segno ma in fuorigioco. Al minuto 59, sul punteggio di 2-0 per la Juventus, la svolta del match. Colpo di petto di Rebic che colpisce il braccio di Bonucci. Il direttore di gara Guida non assegna il penalty. Richiamato, però, dal Var, dopo aver consultato il monitor, decreta il penalty per il Milan. Decisione corretta.
  • MOVIOLA SERIE A GENOA NAPOLI (1-2): buona direzione dell'arbitro Mariani che controlla la sfida senza grossi problemi. L'unico episodio da evidenziare avviene al minuto 7 del primo tempo sul punteggio di 0-0. Elmas sugli sviluppi di un corner batte Perin e porta il Napoli in vantaggio. Il Var, però, richiama Mariani. Il direttore di gara, dopo aver rivisto l'azione al monitor, decide, correttamente, di annullare il vantaggio dei partenopei per tocco di mano di Manolas nella stessa azione che porta al gol del Napoli.
  • FIORENTINA CAGLIARI MOVIOLA SERIE A (0-0): anche nel match del Franchi solo un singolo episodio da analizzare. Al minuto 5 Simeone va a segno ma rete, giustamente, annullata per fuorigioco dell'attaccante argentino.
  • TORINO BRESCIA MOVIOLA SERIE A (3-1): due gli episodi da analizzare nel match del 'Grande Torino'. Il primo sul punteggio di 0-0. Al minuto 4 Belotti va a segno ma rete giustamente annullata per fuorigioco dell'attaccante granata. Al minuto 28 della ripresa, sul 2-1 per il Torino, rischio rosso per Papetti (Brescia). L'arbitro non punisce il giovane centrale lombardo già ammonito. Decisione al limite.
  • MOVIOLA SERIE A ROMA PARMA (2-1): direzione molto confusa del direttore di gara Fabbri. Al minuto 7 del primo tempo rigore per il Parma. Cornelius sbilanciato da Cristante in area di rigore dei giallorossi va giù. Fabbri in un primo momento lascia proseguire, poi richiamato dal Var Mazzoleni e dopo aver consultato il monitor assegna il penalty ai ducali. Decisione corretta grazie alla chiamata del Var. Al minuto 73 il Var Mazzoleni richiama nuovamente l'attenzione del direttore di gara Fabbri. Colpo di testa di Kucka in area dei giallorossi evidente tocco di mano di Mancini. Fabbri va nuovamente al monitor ma non assegna il secondo penalty al Parma, indicando il tocco con la spalla. Errore da matita rossa per Fabbri.
  • MOVIOLA SERIE A BOLOGNA SASSUOLO (1-2): voto discreto per il direttore di gara Fourneau nonostante alcuni gialli non sventolati ai 22 in campo. Regolare il 2-0 del Sassuolo nonostante un leggero contatto tra Skorupski e Caputo, con il portiere del Bologna che finisce a terra. Nella ripresa esplulso Mihajlovic per proteste.
  • ATALANTA SAMPDORIA MOVIOLA SERIE A (2-0): è sicuramente il match più atteso della serata di mercoledì 8 luglio. Davvero ottima la direzione dell'arbitro Giua che distribuisce al meglio anche i cartellini. Molti dubbi sull'angolo che porta al vantaggio degli orobici. Cross del neo entrato Muriel respinta evidente di Colley. Il difensore della Samp, però, reclama un successivo rimpallo sul bomber colombiano. Nonostante diversi replay, la dinamica non è chiara.

 

I 4 approfondimenti di Superscommesse 
Vincente Serie A 2019/20
Retrocessioni Serie A 2019/20
Scopri tutti i bonus senza deposito dei bookmaker AAMS
Quote maggiorate sulle sfide di Serie A 2019/20

 

Gli errori arbitrali in Serie A che hanno influito sulla classifica

All'interno di questo paragrafo menzioneremo, di settimana in settimana, gli errori arbitrali più importanti della stagione calcistica 2019/2020, ossia quelli che - di fatto - hanno contribuito a modificare l'esito finale di un determinato match.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL NAPOLI:
Fiorentina - Napoli (1^ giornata) - rigore inesistente concesso ai partenopei per un presunto contatto tra Mertens e Castrovilli. Tale decisione influenza l'esito finale del match, vinto dagli azzurri 3-4.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELLA SAMPDORIA:
Lecce - Sampdoria (29° giornata) - al minuto 15 primo grave episodio sfuggito a Rocchi e al Var Pasqua. Fallo di Donati su Bonazzoli. L'attaccante della Samp, una volta a terra, colpisce sul volto il terzino dei salentini con un calcio. Il calciatore della Samp andava espulso. Sull'1-1 rigore assegnato alla Samp. A nostro avviso, lo 'scontro' tra Paz e De Paoli non è punibile con il tiro dal dischetto. Il contatto è lieve e non causa danno al terzino della Sampdoria. In ogni caso il direttore di gara assegna il tiro dagli 11 metri alla Samp, poi trasformato da Ramirez.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELL'UDINESE:
Udinese - Milan (1^ giornata) - rigore netto non concesso al Milan. Evidente il tocco col braccio in area di rigore da parte di Samir. Decisione che influenza l'esito della partite, terminata 1-0 per i friulani.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL LECCE:
Torino - Lecce (3^ giornata) - rigore netto non concesso al Torino nei minuti finali del match. Il fallo di Rispoli su Belotti è evidente, ma Giua lascia correre. Scelta che condizionerà l'esito finale dell'incontro, terminato 1-2 per i salentini.
Napoli - Lecce (23° turno) - Al minuto 74 sul punteggio di 1-2 per il Lecce, contatto in area di rigore tra Milik e Donati. Il bomber polacco viene ammonito per simulazione. L'attaccante ex Ajax accentua la caduta ma il tocco con il piede del difensore del Lecce è chiaro e netto. Dopo il check con il Var si assume la responsabilità e non assegna il penalty ai partenopei. Decisione sbagliata. Giua, direttore di gara della sfida del San Paolo, avrebbe dovuto assegnare il rigore al Napoli.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL GENOA:
Napoli - Genoa (12^ giornata) - al 58’ Mertens calcia una punizione, Lerager in barriera tocca la palla col braccio ma sia arbitro che Var lasciano correre. Rivedendo l'azione il gomito è alto. Rigore negato ai padroni di casa.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELLA LAZIO:
Parma - Lazio (23° turno) - Al minuto 90 vistosa trattenuta in area dei biancocelesti di Acerbi su Cornelius. Di Bello non ritiene il contatto punibile con un penalty. Di Bello non è andato al Var a rivedere il contatto. Decisione sbagliata. Il rigore per il Parma è abbastanza evidente.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL PARMA:

Inter - Parma (9° giornata) - rigore netto non concesso all'Inter per fallo del duo Iacoponi-Hernani su Lautaro Martinez. Scelta che ha condizionato l'esito dell'incontro, terminato 2-2.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELL'ATALANTA:
Napoli - Atalanta (10° giornata) - rigore netto non concesso al Napoli per fallo di Kjaer su Llorente. Giacomelli lascia proseguire e in contropiede l'Atalanta trova il pari con Ilicic. Il Var, guidato da Banti, rivede l'azione e non ritiene chiaro errore quello di Giacomelli. Errore da matita rossa per Giacomelli e soprattutto per il Var che quantomeno, visto il momento topico del match, doveva andare al monitor per rivedere l'azione. 

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELLA JUVENTUS:
Juventus - Genoa (10° giornata) - al minuto 51 errore del direttore di gara Giua. Cassata, già ammonito, trattiene leggermente Dybala. L'arbitro, estrae il secondo giallo. Decisione severa.
Torino - Juventus (11° giornata) - al minuto 11 errore del direttore di gara Doveri. Su una lunga rimessa laterale per il Torino, in area bianconera il centrale olandese De Ligt tocca la sfera con il braccio non aderente al corpo. Il Var non interviene e il direttore di gara Doveri decide di sorvolare. L'episodio è molto simile a quello avvenuto in Lecce-Juventus con protagonista sempre De Ligt. Al 'Via del Mare' fu assegnato il penalty per i salentini.
Atalanta - Juventus (13° giornata) - L'episodio più controverso del match avviene al minuto 81 sul punteggio di 1-1. Cuadrado cadendo tocca, chiaramente, la sfera con la mano. Nella stessa azione la Juventus va a segno con Higuain. Rocchi non vede il tocco di mano. L'errore da matita rossa è dell'assistente Peretti che doveva segnalare l'irregolarità del terzino colombiano. Il Var, come da protocollo, non può intervenire, nonostante il gravissimo errore.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL BOLOGNA:

Napoli - Bologna (14° giornata): Al minuto 80, sul punteggio di 1-1 fallo di Sansone su Maksimovic. Il direttore di gara Pasqua lascia correre e qualche secondo dopo il Bologna va a segno. La rete era da annullare, ma il Var non interviene. Al minuto 82 Bani trattiene in area di rigore degli ospiti Manolas. Rigore non assegnato al Napoli. Due errori contro i partenopei.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DELL'INTER:
Inter - Atalanta (19° turno): errore gravissimo, da matita rossa, nel match di San Siro. Sul punteggio di 1-0 per l'Inter al minuto 40 del primo tempo, Toloi in area di rigore dei padroni di casa calcia a botta sicura ma viene atterrato da Lautaro Martinez. Rocchi non vede nulla e Irrati al Var (errore gravissimo) non richiama l'attenzione del direttore di gara. Di conseguenza rigore non assegnato agli ospiti e mancato rosso per Lautaro Martinez.

ERRORI ARBITRALI A FAVORE DEL MILAN:
Fiorentina - Milan (25° turno): Al minuto 56 gol del vantaggio di Rebic. La rete del croato andava annullata per fallo evidente a inizio azione di Conti su Castrovilli.

 

Var Serie A: come funziona la moviola in campo?

Con la moviola in campo diremo addio alla classifica senza errori arbitrali? Non proprio. Dalla scorsa stagione, infatti, gli arbitri possono usufruire del Video Assistant Referee, la moviola introdotta dalla Fifa per ridurre al minimo gli errori da parte dei direttori di gara durante le partite. Nonostante il grande apporto che tale supporto tecnologico fornirà al calcio italiano (ed europeo), ci sarà comunque tanto da analizzare nella nostra rubrica sugli errori arbitrali, considerando che su determinate dinamiche l'errore del direttore di gara non potrà essere eliminabile (es. fuorigioco segnalato in maniera errata nelle fasi iniziali di un'azione di gioco che si conclude con la realizzazione di un gol). Di seguito, i casi in cui il VAR può essere chiamato in causa.

Il VAR può intervenire nei casi di:

  • gol/non gol (aggiuntiva al supporto della Goal Line Technology);
  • rigori (verifica della corretta o meno assegnazione di un calcio di rigore);
  • espulsioni dirette (decise o omesse);
  • scambi di persona (in caso di estrazione di cartellino al calciatore innocente);
  • eventuale caso di gol in fuorigioco

Chi decide con la moviola in campo. Sarà l'arbitro, ovviamente, ad avere l'ultima parola sull'episodio arbitrale, ma il potere di richiedere un controllo è sia del VAR, l'assistente di bordo campo, sia dell'arbitro stesso. Nel primo caso è lo stesso responsabile della moviola a comunicare all'arbitro tramite microfono wireless la svista, mentre nel secondo è lo stesso arbitro a decidere di visionare in persona il replay, oppure chiedere direttamente al VAR la revisione della decisione, per poi comunicarla ai giocatori.
 
Qual è la squadra che ha beneficiato maggiormente delle sviste arbitrali?

Eventi più giocati

20h 43m Juve S. - Virtus E.
2.45(1) - 3.30(X) - 3.00(2)
22h 58m Chievo - Trapani
2.05(1) - 3.27(X) - 4.25(2)
22h 58m Empoli - Frosinone
2.50(1) - 3.15(X) - 3.10(2)
22h 58m Ascoli - Salernitana
2.30(1) - 3.40(X) - 3.20(2)
22h 58m Pescara - Perugia
2.42(1) - 3.30(X) - 3.10(2)
22h 58m Spezia - Cosenza
1.81(1) - 3.60(X) - 5.20(2)
22h 58m Cittadella - Crotone
2.76(1) - 3.92(X) - 2.75(2)
01g 23h 43m Juventus - Atalanta
2.10(1) - 3.72(X) - 3.50(2)
 
asktraders