Marotta: "Il rapporto tra calcio e business"

Martedì 12 Dicembre 2017, pubblicata da Martina Carella
Foto Marotta:

Dietro le Quinte ha il piacere di presentarvi l'intervista a Luca Marotta, ideatore e responsabile del blog "luckmar.blogspot.it". Abbiamo discusso del rapporto tra business e calcio, affrontando questi delicati temi anche per quanto riguarda lo specifico caso italiano. Buona lettura!

Come e quando nasce il suo blog luckmar.blogspot.it?
Alcuni anni fa notavo una crescente domanda di informazione da parte dei tifosi di conoscere meglio le finanze dei propri club al fine di capire se la propria squadra potesse comprare dei Top Player o meno. Tale domanda di informazione non era soddisfatta da parte della stampa e delle trasmissione radio-televisive, i giornalisti che se ne occupava era pochi. Personalmente ho deciso di andare direttamente alla fonte, cercando di leggere i bilanci dei club che mi interessavano ed ho condiviso le letture che facevo sul mio blog.

Quanto è importante al giorno d'oggi il denaro nel calcio?
A livello professionistico l’attività calcistica è gestita come un’attività economica. Pertanto diventa fondamentale nella misura in cui permette di disporre di maggiori mezzi per l’esercizio dell’attività e di sostenere maggiori costi. Nell’attività calcistica sono da considerarsi mezzi per l’esercizio dell’attività anche i diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori e avendo maggior denaro a disposizione si possono sostenere maggiori costi, come gli ingaggi dei calciatori. Tuttavia si può discutere a lungo, se sia il successo sportivo a determinare il successo economico o il contrario.

Qual è la voce che più di tutte contribuisce ai ricavi di una società di calcio?
Per quanto riguarda i club italiani sono fondamentali i ricavi per la cessione dei diritti radio-televisivi. Negli ultimi esercizi, anche per i club della Premier iniziano a prevalere in misura percentuale i ricavi TV, a causa dell’incremento esponenziale degli stessi, dovuto al valore della Premier League nel mondo. Invece, per i club tedeschi si nota l’importanza dei ricavi commerciali. Per altri club come il Real Madrid le fonti di ricavo sono sostanzialmente equidistribuite.

Quanto può incidere sul budget delle società sportive, uno stadio di proprietà?
Come effetto immediato, si potrebbe citare il caso di Juventus e Arsenal, in cui il nuovo stadio ha comportato il raddoppio dei ricavi di biglietteria. Altri ricavi potrebbero derivare dalla cessione del diritto al nome e dalle strutture ad esso collegato come mega-store; ristoranti, museo. Lo stadio contribuisce a consolidare il patrimonio della società e nel medio lungo-periodo anche il brand della società ne risente positivamente.

Per quanto riguarda la Serie A, qual è la situazione dei fatturati?
Il fatturato netto della Serie A 2015/16 è di circa 1,9 miliardi di Euro, di cui oltre il 59% dipende da ricavi televisivi. Mentre il valore della produzione, che comprende anche le plusvalenze e altri componenti positivi è di circa 2,4 miliardi. A guidare la classifica sia a livello di fatturato netto che di valore della produzione comprensivo di plusvalenze era la Juventus. Anche per il 2016/17 sarà la Juventus a guidare la classifica sia a livello di fatturato netto che di valore della produzione comprensivo di plusvalenze. La Juventus ha superato la soglia dei 400 milioni di fatturato netto. Tale risultato è da attribuire sostanzialmente alle brillanti prestazioni in Champions League e quindi al risultato sportivo Le plusvalenze, tra cui quella di Pogba, hanno contribuito al miglioramento della redditività. Nel 2015/16, a ridosso della Juventus si collocavano Roma, Milan, Inter e Napoli; gli altri club non superavano i 100 milioni di fatturato. La stessa situazione si potrebbe ripetere con i dati 2016/17. Tra i club con un fatturato netto inferiore ai 100 milioni emergono Lazio e Fiorentina, che vi si avvicinano di molto.

Quanto invece è importante puntare sulle giovanili per ottenere dei ricavi?
Indubbiamente, possedere e curare il settore giovanile forgiando dei campioni potenziali, potrebbe dar luogo alla realizzazione di plusvalenze. Di recente l’Atalanta ne ha tratto notevole giovamento, sistemando i conti della società. Investire nel settore giovanile richiede anche investimenti nelle strutture e in tecnici preparati. (Guarda anche il prossimo turno di Serie A dell'Atalanta).

Comprare giocatori a prezzi esorbitanti può incidere sul merchandising? Cosa ne pensa del caso Neymar nello specifico?
Il merchandising è una delle voci dei ricavi commerciali di un club. In genere i ricavi commerciali vedono il prevalere dei ricavi da sponsorizzazione (come “main sponsor” e sponsor tecnico) e pubblicità. Spesso appaiono come terza voce per importanza. E’ chiaro che l’acquisto di un campione determina l’aumento delle vendite delle magliette, ma potrebbe comportare anche nuovi sponsor oppure rinnovi dei contratti di sponsorizzazioni in essere a migliori condizioni. Il caso Neymar ha stravolto i parametri valutativi finora esistenti. Riflette la voglia di vincere della proprietà a qualsiasi costo, per il semplice fatto che ha disponibilità illimitata di mezzi finanziari.

Spendere più soldi equivale sempre a vincere di più?
Non sempre tale regola si verifica. L’ultimo caso che ha dimostrato il contrario è stato quello del Leicester.

A cura di Lorenzo Cimmino

tags:  
20€ gratis

Scade oggi! Affrettati!

100€subito

Scade oggi! Affrettati!

fino a 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 400€

Scade oggi! Affrettati!

100€ bonus

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

04h 49m Eintracht F. - Fortuna D.
1.68(1) - 4.10(X) - 5.50(2)
05h 04m Lione - Nimes
1.35(1) - 5.90(X) - 9.00(2)
05h 19m Celta V. - Deportivo A.
1.91(1) - 3.82(X) - 4.85(2)
05h 19m Spezia - Pescara
2.25(1) - 3.05(X) - 3.80(2)
23h 19m Roma - Spal
1.35(1) - 5.55(X) - 9.50(2)
01g 02h 19m Juventus - Genoa
1.22(1) - 7.00(X) - 17.00(2)
01g 04h 49m Udinese - Napoli
6.55(1) - 4.15(X) - 1.62(2)
02g 04h 49m Inter - Milan
2.45(1) - 3.35(X) - 3.10(2)