mar 19 febbraio mer 20 febbraio gio 21 febbraio oggi sab 23 febbraio dom 24 febbraio lun 25 febbraio
  • Voto
  • ok
  • ok
  • ok
  • ok
  • ok
Voti ricevuti 20
inter

Inter Calcio

L'Inter, il cui nome completo è Football Club Internazionale Milano, è una squadra di calcio lombarda, fondata nel 1908 a Milano. Disputa le sue partite allo Stadio Meazza, impianto da oltre 80.000 posti. La squadra nerazzurra è l’unica ad aver sempre partecipato a tutti i campionati di Serie A e a non essere mai retrocessa in Serie B.
Notizie Statistiche Storia Calendario inter Bacheca
L'Inter, il cui nome completo è Football Club Internazionale Milano, è una squadra di calcio lombarda, fondata nel 1908 a Milano. Disputa le sue partite allo Stadio Meazza, impianto da oltre 80.000 posti. La squadra nerazzurra è l’unica ad aver sempre partecipato a tutti i campionati di Serie A e a non essere mai retrocessa in Serie B. Nella sua storia ha vinto 18 scudetti, di cui l'ultimo nel 2009-10, 3 Champions League, l'ultima sempre nel 2009-10, 7 Coppe Italia, 5 Supercoppe Italiane, 3 Europa League e 3 Mondiali per Club. Nella stagione 2018 2019 l'Inter, eliminata dalla Champions League, è stata sorteggiata nei sedicesimi di Europa League contro il Rapid Vienna.
Sotto l'approfondimento sull'Inter calcio ma prima ecco 3 servizi esclusivi di Superscommesse:

Scommetti sull'Inter senza depositareScopri i migliori bonus senza deposito
Vinci affidandoti ai pronostici di SuperscommesseEcco i pronostici di oggi degli esperti
Ottieni fino a 500 euro di BONUS sulle scommesseMultiregistrati a Superscommesse


Storia Inter calcio


Fondazione, le due guerre e il cambio di denominazione dell'Inter. Fu fondata il 9 Marzo 1908 da un gruppo di 43 dissidenti dell’altra squadra milanese, l’allora Milan Cricket and Football Club. Dall’anno della sua fondazione al Primo Dopoguerra la squadra guadagna 2 scudetti. La società fu costretta ad assumere una diversa denominazione sotto il regime di Mussolini, evidentemente la parola Internazionale non di gradimento al Partito Fascista, dal 1928 al 1945 si chiamò infatti Ambrosiana-Inter. Sono questi gli anni di Giuseppe Meazza e della vittoria di altri 3 campionati di Serie A e di una Coppa Italia. Tornata alla sua vecchia denominazione però l’Inter dovette attendere 13 anni prima di riuscire ad aggiudicarsi un altro scudetto. Fu con Alfredo Foni, l’ideatore della tattica di gioco del “Catenaccio” che nel 1952/53 i neroazzurri tornarono a vincere il massimo campionato.
     
L'Inter di Angelo Moratti. La storia riservò grandi successi alla squadra milanese negli anni che vanno dal 1955 al 1968, anni della presidenza di Angelo Moratti “Il Presidente” e dell’allenatore Herrera, gli anni della Grande Inter, che fu capace di vincere 5 scudetti, 2 Coppe dei Campioni e due Coppe Intercontinentali. Una volta conclusa l'epoca d'oro di Angelo Moratti si sono succeduti vari allenatori. Nel 1971 arriva l’undicesimo scudetto. Nel campionato '88/'89 il nuovo allenatore Giovanni Trapattoni riesce ad arricchire la bacheca interista di un’altra Supercoppa Italiana e di un altro scudetto, lo scudetto dei record, guadagnato sul campo da giocatori come Walter Zenga, Bergomi, Ferri, Alessandro Bianchi, Berti e Diaz.
        
Sotto la presidenza di Massimo Moratti. Gli anni ’90 però furono per la squadra di via Durini anni deludenti in Italia, meno in Europa dove vinse 3 Coppe Uefa, di cui una sotto la nuova presidenza di Massimo Moratti. Il figlio di Angelo ha acquistato il pacchetto di maggioranza della società nel 1998, con l'intenzione di rilanciare le ambizioni del club nerazzurro. Il nuovo secolo segna l’avvio di una nuova era per la squadra, con la panchina di Roberto Mancini i milanesi torneranno a vincere in Italia. Il primo scudetto viene assegnato a tavolino nel 2006 a seguito dello scandalo Calciopoli, con Juventus e Milan penalizzate. Con l'acquisto di Ibrahimovic e Vieira dai bianconeri i nerazzurri aprono un ciclo vincente, con 4 titoli di Campioni d’Italia e 2 Coppe Italia.
          
Il Triplete e il vuoto lasciato dallo Special One. Nella stagione 2008-2009 sulla panchina nerazzurra si siede Josè Mourinho, e sotto la sua gestione l'Inter raggiunge il suo apogeo recente. La stagione si apre con la Supercoppa italiana vinta ai rigori ai danni della Roma, cui seguì il 17° scudetto che valse l'aggancio all'altra squadra di Milano nell'albo d'oro del campionato italiano. Nel 2009-10 i nerazzurri di Mourinho conquistano in sequenza Coppa Italia, scudetto, e soprattutto la Champions League, prima superando il modo stoico il Barcellona e infine battendo per 2-0 i tedeschi del Bayern Monaco. La squadra dello Special One è la prima e finora unica italiana a fare il Triplete.
Alla fine della stagione più vittoriosa di sempre, il tecnico portoghese Mourinho lascia la panchina per sedersi su quella del Real Madrid, dando inizio ad un periodo turbolento in cui si sono alternati diversi tecnici come Benitez e Leonardo, che comunque portarono in dote trofei come la Supercoppa italiana, Mondiale per club e un'altra Coppa Italia.

La formazione Inter Triplete in finale fu la seguente: Julio Cesar tra i pali, Maicon a destra, Chivu a sinistra e la coppia Lucio - Samuel centrali, il capitano Zanetti e Cambiasso perni in mezzo al campo, in avanti Pandev a destra, Eto'o a sinistra e Sneijder alle spalle di Diego Alberto Milito autore della doppietta decisiva.

Moratti lascia l'Inter a Thohir e Mancini torna sulla panchina nerazzurra. Il 15 novembre 2013, dopo mesi di trattative, viene indetta un'assemblea dei soci straordinaria per ratificare il passaggio del 70% del pacchetto azionario del club da Massimo Moratti alla International Sports Capital (ISC), società indonesiana posseduta da Erick Thohir. Il 14 novembre 2014 Roberto Mancini accetta la panchina della squadra, ereditandola da Mazzarri. Fuori dalla zona europea, la nuova Inter di Mancini riparte nel 2015/16 col piede sull'acceleratore nel girone di andata, raggiungendo anche il primo posto, ma successivamente registra una flessione che farà concludere il campionato dei nerazzurri al quarto posto, guadagnando soltanto un posto in Europa League.

L'Inter da Thohir al Gruppo Suning. Il gruppo cinese Suning, guidato da Zhang Jindong, titolare di un patrimonio di 4 miliardi di dollari, ha rilevato il pacchetto di maggioranza del club da Erick Thohir nell'estate 2016. Il gruppo è pronto a investimenti massicci sul mercato, mentre la squadra di De Boer, tecnico subentrato a Mancini poco prima dell'inizio della Serie A 2016/17, stenta a decollare in campionato. Il cambio in panchina dopo 11 giornate che vede l'arrivo di Stefano Pioli alla guida permette all'Inter di riguadagnare molte posizioni in classifica portandosi fino alla zona Europa e a lottare per un posto nelle prossime competizioni europee. Un tracollo tra Marzo-Aprile 2017 ha portato la società meneghina ad esonerare anche Pioli a quattro giornate dalla fine del campionato. Fino al termine della stagione la panchina sarà occupata da Vecchi. Dopo una stagione travagliata, l'Inter riparte nel 2017/18 affidando la panchina a mister Luciano Spalletti liberatosi dalla AS Roma. Il mercato estivo della società nerazzurra è portato avanti in maniera oculata dal Ds Ausilio insieme al neo arrivato Walter Sabatini, tenendo conto dei vincoli imposti dal Fair Play finanziario. Nonostante le limitazioni, arrivano alla Pinetina giocatori utili al progetto come Borja Valero e Matias Vecino dalla Fiorentina, Joao Cancelo dal Valencia, Milan Skriniar dalla Sampdoria, Dalbert dal Nizza e Yann Karamoh dal Caen. La mossa di mercato più importante è, però, la permanenza di un top player come Ivan Perisic, a lungo corteggiato dalla Premier League. La banda di Spalletti parte benissimo in campionato e, complice l'assenza dalle coppe europee, mantiene un ottimo rendimento per tutto il girone d'andata mantenendosi tra le prime 4 squadre della Serie A. Fino alle ultime giornate di campionato, l'Inter si lotta l'accesso per la stagione successiva alla Champions League con le squadre romane. Proprio all'ultima giornata, nello scontro diretto con la Lazio, la squadra di Spalletti riesce ad ottenere il quarto posto in campionato e la qualificazione alla più ambita coppa europea dopo ben 6 anni.

Risultati Inter oggi

L'acquisto principale del mercato estivo è Radja Naiggolan, prelevato dalla Roma e richiesto personalmente dal confermato mister Luciano Spalletti. La difesa viene fortemente rinforzata, acquistando come centrale l'olandese De Vrij e come esterni Asamoah e l'ex Sassuolo e Atletico Madrid Vrsaljko. Gli innesti per l'attacco sono Politano dal Sassuolo e Keita Baldè dal Monaco. In più viene acquistato il giovane prospetto Lautaro Martinez dal Racing Club. L'Inter è ai nastri di partenza del calendario di Champions League, ma finisce incredibilmente terza nel girone, dietro a Barcellona e Tottenham, a causa del pari all'ultima giornata contro il Psv già eliminato. Nei sedicesimi di Europa League viene sorteggiata contro il Rapid Vienna. Gli elementi più rappresentativi della rosa dell'Inter sono il capitano, il bomber argentino Mauro Icardi, il difensore slovacco Skriniar e l'ala croata Perisic.

Palmares Inter
I trofei vinti dall’Inter sono in totale 33 di cui: 18 scudetti (1909-1910; 1919-1920; 1929-1930; 1937-1938; 1939-1940; 1952-1953; 1953-1954; 1962-1963; 1964-1965; 1965-1966; 1970-1971; 1979-1980; 1988-1989; 2005-2006; 2006-2007; 2007-2008; 2008-2009; 2009-2010), 7 Coppe Italia (1938-1939; 1977-1978; 1981-1982; 2004-2005; 2005-2006; 2009-2010; 2010-2011), 5 Supercoppe italiane (1989; 2005; 2006; 2008; 2010), 3 Champions League (1963-1964; 1964-1965; 2009-2010), 3 Coppe UEFA (1990-1991; 1993-1994; 1997-1998), 2 Coppe Intercontinentali (1964 e 1965) e 1 Coppa del Mondo per club (2010). 

Rosa Inter stagione 2018 2019

Portieri Inter: Samir Handanovic, Tommaso Berni, Daniele Padelli, Raffaele Di Gennaro
Difensori Inter: Danilo D'Ambrosio, Stefan De Vrij, Henrique Dalbert, Joao Miranda, Milan Skriniar, Andrea Ranocchia, Kwadwo Asamoah, Sime Vrsaljko
Centrocampisti Inter: Radja Nainggolan, Roberto Gagliardini, Borja Valero, Matias Vecino; Marcelo Brozovic, Joao Mario
Attaccanti Inter: Ivan Perisic, Keita Baldè, Matteo Politano, Mauro Icardi, Lautaro Martinez, Antonio Candreva
La Lazio abbandona il torneo dopo l'eliminazione per mano del Siviglia e con essa svanisce anche il sogno di vincere l'Europa League in questa edizione. Purtroppo per i
In attesa di vedere in campo l'Inter in Europa League, in casa nerazzurra tengono banco le dichiarazioni di Spalletti in conferenza stampa prima del match contro il Rapid Vienna. Il tecnico toscano ha cercato di spostare l'attenzione sul caso Icardi ma non è
Il calendario di Europa League 2019 è ripartito mercoledì 20 febbraio con la sfida tra Siviglia e Lazio. I biancocelesti non ce l'hanno fatta e salutano la competizione dopo aver perso anche il ritorno in terra spagnola (2-0). Oggi giovedi 21 febbraio le altre sfide
La venticinquesima giornata di campionato sarà divisa in tre giorni e si aprirà venerdì 22 febbraio con l'anticipo tra Milan ed Empoli. Nella giornata di sabato, invece, ecco due match in programma: Torino-Atalanta alle 15:00 e Frosinone-Roma alle 20:30. Domenica altre due big
La gara di cartello del 25° turno del massimo campionato italiano andrà in scena sul manto erboso dell'Artemio Franchi di Firenze, teatro della sfida tra la Fiorentina di Pioli e l'Inter di Spalletti. La viola, imbattuta in campionato dal 26 dicembre, è intenzionata a proseguire
21­-02­-2019 Risultato Inter - Rapid Vienna TORNEI PER CLUB - Europa League 4:0 V Marcatori: 1:0 (11.) M.Vecino, 2:0 (18.) A.Ranocchia, 3:0 (80.) I.Perisic, 4:0 (87.) M.Politano 17­-02­-2019 Risultato Inter - Sampdoria Italia - Serie A 2:1 V Marcatori: 1:0 (73.) D.D'Ambrosio, 1:1 (75.) M.Gabbiadini, 2:1 (78.) R.Nainggolan 14­-02­-2019 Risultato Rapid Vienna - Inter TORNEI PER CLUB - Europa League 0:1 V Marcatori: 0:1 (39.) L.Martinez (pen) 09­-02­-2019 Risultato Parma - Inter Italia - Serie A 0:1 V Marcatori: 0:1 (79.) L.Martinez 03­-02­-2019 Risultato Inter - Bologna Italia - Serie A 0:1 P Marcatori: 0:1 (32.) F.Santander
Domenica 24 Febbraio 2019 - ore 20:30
6%
Italia > Serie A 2.812.81 - quote betclic Serie A 3.323.32 - quote betclic Serie A 2.702.70 - quote williamhill Serie A
Venerdì 1 Marzo 2019 - ore 20:30
13%
Italia > Serie A 5.505.50 - quote bet365 Serie A 3.743.74 - quote unibet Serie A 1.701.70 - quote williamhill Serie A
Domenica 3 Marzo 2019 - ore 18:00
Italia > Serie A 5.505.50 - quote bet365 Serie A 3.503.50 - quote bet365 Serie A 1.661.66 - quote bet365 Serie A
 
Differenza di vincita tra
il miglior e il peggior bookmaker
Lascia il tuo commento
 
La tua Email
Username
Aggiungi un commento (max 1000 caratteri)
Avvertimi quando ci saranno nuovi commenti

Ho più di 18 anni, ho letto e accetto le condizioni generali. Leggi l'informativa sulla privacy

Schedina
Singola
Multipla
Sistema

La tua schedina è vuota!
per selezionare una scommessa scegli l'evento e clicca sulla quota,
oppure parti da una delle nostre schedine fortunate
inizia con
Usa Schedina Fortunata
scommetti con il coupon di superscommesse.it!   scommetti con superscommesse.it!

Complimenti!
hai aggiunto una nuova giocata!


Fondazione: 1908
Stadio: Giuseppe Meazza
Società: Football Club Internazionale Milano
Presidente: Steven Zhang
Direttore Sportivo: Piero Ausilio
Allenatore: Luciano Spalletti
Sede: Milano - MI
Colori Sociali: Nero E Azzurro
Sito internet: www.inter.it

Classifica Inter

Posizione P.ti G V N P
1)  Juventus 66 24 21 3 0
2)  Napoli 53 24 16 5 3
3)  Inter 46 24 14 4 6
4)  Milan 42 24 11 9 4
5)  Roma 41 24 11 8 5
6)  Lazio 38 24 11 5 8
7)  Atalanta 38 24 11 5 8
8)  Torino 35 24 8 11 5
9)  Fiorentina 35 24 8 11 5
10)  Sampdoria 33 24 9 6 9
11)  Sassuolo 30 24 7 9 8
12)  Parma 29 24 8 5 11
13)  Genoa 28 24 7 7 10
14)  Cagliari 24 24 5 9 10
15)  Udinese 22 24 5 7 12
16)  Spal 22 24 5 7 12
17)  Empoli 21 24 5 6 13
18)  Bologna 18 24 3 9 12
19)  Frosinone 16 24 3 7 14
20)  Chievo 9 24 1 9 14
Punti Giocate Vinte Nulle Perse