doc
Schedina

Il buco rossonero del web: "Milan Night" è il blog che fonde pensiero critico e sana ironia

Lunedì 13 Luglio 2020, pubblicata da geilezeit
Immagine Il buco rossonero del web:

Per la rubrica "Dietro le Quinte", abbiamo intervistato Roberto Simone, di "Milan Night". Il blog è nato dalla passione verso la squadra rossonera e riesce a realizzare al suo interno un ottimo connubio di informazione, ironia e analisi.

Un vero e proprio sito di curvaioli, una community dove tutti gli amanti di questa squadra possono ritrovarsi, in un luogo virtuale di discussione libero e aperto a tutti.

Lasciamo ora la parola a Roberto.

 

Buongiorno. Come e con quale scopo nasce il blog “Milan Night”?
Milan Night è una realtà nata circa 12 anni fa. Un gruppo di semplici tifosi ha deciso di dar vita a un blog, un luogo virtuale, dove poter avere un vero pensiero critico oltre a tanta sana ironia. Essendo mossi da paura passione verso i colori rossoneri, senza alcun tornaconto economico per chi fa parte di questa grande famiglia, i nostri scritti sono stati negli anni sempre più apprezzati dagli utenti perchè espressione di un tifo senza secondi fini.

 

Ci parli del team. Chi lavora insieme a Lei?
La parola lavoro non ci si addice. So che è difficile da credere nel panorama odierno dell'informazione, ma in Milan Night vige una sorta autogestione in cui ognuno scrive liberamente le proprie opinioni senza ricavarne un vantaggio economico. La squadra di Milan Night è composta da un nutrito numero di tifosi, alcuni come Gianclint e Fabio sono dei nostri dalla prima ora, io invece sono uno degli ultimi arrivati ma siamo tutti uguali in questa grande famiglia.

 

Che tipo di informazioni possono trovare gli appassionati del Milan sul vostro blog?
Su Milan Night si può trovare un'informazione piena: dalle opinioni sulle partite, alle analisi tattiche di Larry basate sullo studio dei match e dei dati tratti da Wyscout senza dimenticare ad esempio l'analisi dei bilanci di  Seal, le pagelle post partita o l'analisi di un singolo allenatore o calciatore. Ovviamente non manca mai l'ironia, nostro tratto caratteristico.

 

Sono stati molti gli infortunati a causa dello stop, tra questi vi sono anche alcuni giocatori del Milan, tra cui Ibrahimovic. Ritiene che potrà apportare un valore aggiunto alla squadra oppure ci metterà un po’ a tornare del tutto in forma?

Ibrahimovic non sembra al massimo della condizione, ma la sua leadership è fondamentale in questo gruppo nonostante i 39 anni. Fa un po' specie pensare che la svolta sia dovuta a un campionissimo di questa età, ma è la realtà dei fatti a dimostrarlo basta vedere lo sguardo dei compagni quando lui è in campo.

 

E per quanto riguarda invece Kjaer e Musacchio, anche loro infortunati? 
Musacchio non è mai stato un protagonista nel pur claudicante Milan di questi anni, di certo è un ottimo professionista ma la sua mancanza è soprattutto numerica non tanto nella qualità e prestazioni della squadra. La controprova è fornita da Simon Kjaer, arrivato da riserva dell'Atalanta è riuscito subito a conquistarsi spazio con prestazioni più che dignitose e una professionalità esemplare giocando anche in condizioni fisiche non ottimali, anzi direi precarie.

 

Complici anche gli infortuni dei compagni, Gabbia potrebbe rappresentare un punto fermo per la squadra. Quanto può contare Pioli su di lui?
Poco. Nella realtà non ha quasi mai giocato e si è dimostrato acerbo in più di una circostanza ed è normale visto lo scarso impiego che non permette di darne una giusta valutazione tecnica. Bisogna poi aggiungere che l'alchimia della coppia centrale è fondamentale e non è una cosa facile da raggiungere perchè ci vuole parecchio tempo per trovare l'intesa e non sempre arriva.

 

Quali crede siano i punti di forza e, soprattutto data la classifica, quelli di debolezza da dover migliorare della stagione che sta giocando il Milan?
I punti di forza sono sicuramente Donnarumma, Theo Hernandez e Ibrahimovic, ma non va dimenticato il buon rendimento della coppia Romagnoli-Kjaer, la forza di Rebic e Bennacer anche se la posizione datagli in campo non è forse delle migliori. Per certi versi i punti deboli sono stati smascherati con l'arrivo di Ibrahimovic chiamato a fare da chioccia col suo carisma a un gruppo di giocatori giovani con scarsa o nulla esperienza internazionale. Il Milan ha bisogno di trovare giocatori con leadership in grado di far passare i momenti bui che inevitabilmente ci sono in una stagione. Da un punto di vista tecnico al Milan manca senza dubbio una punta da 20 gol in campionato e un centrocampista offensivo di qualità dalle spiccate doti realizzative. Questi due giocatori farebbero fare un notevole salto di qualità.

 

Poco tempo fa si è spento Pierino Prati e l’immagine della vostra bandiera sulla bara è stata molto toccante. Cosa crede abbia significato per il Milan questa perdita?
Quando ci lascia un grande milanista rimane un senso di vuoto, il sapore dolce amaro di cose belle che sono state e non saranno più, l’uomo e la persona che vengono a mancare. Pierino Prati è un'icona rossonera. Credo che per tutti la sua immagine sia legata alla finale di Coppa dei Campioni contro l'Ajax delle leggende Michels e Crujiff in cui realizzò una fantastica tripletta. La sua perdita è importante perchè era una persona stimata e ben voluta, mai sopra le righe, un modello positivo per tutto il club. Pierino la peste era un giocatore in cui era bello immedesimarsi perchè rappresentava il modo di sentirsi rossoneri di molti milanisti e poi quelle tripletta è leggenda, una roba da Milan.

 

tags:  

Eventi più giocati

08h 12m Brighton Hove A. - Manchester U.
5.10(1) - 3.90(X) - 1.74(2)
08h 42m Lecce - Pordenone
1.95(1) - 3.40(X) - 4.50(2)
08h 42m Brescia - Ascoli
1.81(1) - 3.40(X) - 5.00(2)
08h 42m Salernitana - Reggina
2.25(1) - 3.38(X) - 3.40(2)
08h 42m Pescara - Chievo
2.60(1) - 3.10(X) - 3.00(2)
15h 27m Inter - Fiorentina
1.56(1) - 4.50(X) - 6.25(2)
01g 09h 42m Napoli - Genoa
1.32(1) - 5.50(X) - 11.00(2)
01g 15h 27m Roma - Juventus
3.70(1) - 3.63(X) - 2.05(2)