doc
Schedina

Giuseppe Berardi di Sport Business Managment: il calcio italiano pensa solo ai diritti tv

Giovedì 12 Dicembre 2019, pubblicata da Martina Carella
Foto Giuseppe Berardi di Sport Business Managment: il calcio italiano pensa solo ai diritti tv | homepage_sport_business_management_2602x600.jpg - 11563

Oggi a Dietro le Quinte abbiamo Intervistato Giuseppe Berardi direttore del sito Sport Business Managment. Con lui abbiamo parlato dei diritti tv e degli stadi si proprietà  nel calcio italiano. Ci ha anche lasciato un commento su Ibrahimovic al Milan. 

1 Buongiorno Giuseppe Berardi, come e quando nasce Sport Business Managment?
Il sito è nato nell'ottobre del 2007 come un blog personale poi negli anni ha cambiato forma diventando un contenitore a 360 gradi di news e approfondimenti nell'ambito dello sport business. Quando ho creato SBM, in quegli anni, si parlava meno di queste tematiche ed erano pochi i portali specializzati, poi col tempo anche i grandi media hanno iniziato ad occuparsi quotidianamente di bilanci, stadi, sponsor ecc.


2 Qual è il segreto per far funzionare un format come questo?
Restare sempre aggiornati e dare continuità ai contenuti cercando di innovare e seguire i cambiamenti che avvengono nel mondo della comunicazione.


3 L'intero movimento calcistico Italiano tende ancora a rimanere troppo indietro rispetto ai suoi competitor Europei. Quali misure potrebbero essere efficaci per colmare questo gap?
L'Italia ha perso moltissimi treni. Quindici anni fa eravamo indietro sul discorso stadi, oggi siamo indietro su tutto. Juventus a parte gli altri top club faticano a creare un modello di successo. Per più di vent'anni si è pensato solo al calcio in tv, i presidenti prendevano in considerazione solo come spartirsi la torta dei diritti tv. A nessuno interessava davvero investire per restare al passo con l'estero. Pensi che per creare uno stadio da 20 o 30 mila posti non servono cifre enormi e sono numeri alla portata delle medie e piccole società. In ogni caso le cause del declino sono molteplici ma nella maggior parte sono riconducibili ad una mancata voglia da parte del calcio italiano di voler veramente crescere attraverso investimenti.


4 Lo stadio di proprietà rappresenta una risorsa per lo sviluppo degli asset societari. Perché i club Italiani trovano delle difficoltà oggettive nella realizzazione degli impianti?
Perché tutti aspettano una legge che permetta loro di limitare l'investimento ed avere la possibilità di sfruttare il business edilizio. Come dicevo prima la maggior parte dei club di Serie A, hanno le possibilità di dotarsi di impianti con le attuali leggi. Basta solo volerlo.


5 La Juventus risulta essere il club con il più alto grado di brand awarness. Cosa dovrebbero fare gli altri club competitor per adeguarsi?
La Juventus dopo Calciopoli è ripartita con un piano strategico ben preciso. Ogni anno, con un occhio al bilancio e l'altro alla sostenibilità, ha cercato di migliorare la squadra fino a farla diventare la favorita vincente scudetto. Non va dimenticato però che tutto è partito da un aumento di capitale. L'Inter è l'unica che sta seguendo le orme del club bianconero, perché ha alle spalle un gruppo solido che sa esattamente cosa fare e quale è la strada per recuperare terreno.


6 Si parla del ritorno di Zlatan Ibrahimovich al Milan. Quale potrebbe essere secondo lei, l'impatto in termini di marketing generato dall'acquisto del giocatore svedese?
Al Milan non serve Ibrahimovich, né dal punto di vista del marketing e né da quello sportivo. Troppi gli errori commessi negli anni per cercare di allestire una rosa competitiva. Sono state fatte troppe scelte sbagliate e i problemi societari prima e il cambio di dirigenza poi non hanno dato i frutti sperati.


7 La redistribuzione dei proventi derivanti dai diritti televisivi avvantaggia i grandi club a discapito dei club minori. Queste misure potrebbero danneggiare nel lungo periodo lo sviluppo delle squadre provenienti da contesti più provinciali?
È così pure all'estero, anche se lo squilibrio può essere meno ampio in alcuni paesi. Non esistono solo i proventi dei diritti audiovisivi. Finché le società penseranno solo a queste risorse non ci sarà mai una vera crescita del calcio italiano.



tags:  

Eventi più giocati

12h 23m Parma - Napoli
5.50(1) - 4.28(X) - 1.60(2)
12h 53m Southampton - Tottenham
3.10(1) - 3.37(X) - 2.42(2)
14h 53m Genoa - Crotone
1.96(1) - 3.60(X) - 4.20(2)
17h 23m Chelsea - Liverpool
3.25(1) - 3.75(X) - 2.17(2)
17h 53m Wolfsburg - Bayer L.
2.90(1) - 3.50(X) - 2.43(2)
17h 53m Sassuolo - Cagliari
1.95(1) - 3.85(X) - 3.75(2)
20h 38m Juventus - Sampdoria
1.30(1) - 6.00(X) - 12.00(2)
01g 20h 38m Milan - Bologna
1.57(1) - 4.38(X) - 6.00(2)