doc
Schedina

"Cuoregrigiorosso": la testata per gli amanti della Cremonese e della Serie B

Lunedì 25 Maggio 2020, pubblicata da geilezeit
Immagine

Abbiamo il piacere oggi di intervistare Andrea Ferrari, ideatore e caporedattore di "Cuoregrigiorosso", testata di informazione sportiva dove tutti gli appassionati della Cremonese possono trovare news, interviste e informazioni sul calciomercato di serie B.
Lasciamo quindi la parola ad Andrea, che ci darà una panoramica sulla Serie B e sul mondo grigiorosso.

 

Buongiorno Andrea. Quando e come è nato “Cuoregrigiorosso”?

CuoreGrigiorosso.com nasce anzitutto come classica community di Facebook nel 2010, raccogliendo già moltissime adesioni fra i tifosi della Cremonese, che al tempo militava in Serie C. È stato fin da subito pensato come punto di riferimento per l’informazione grigiorossa. Crescendo negli anni come progetto, con la creazione anche dei profili social Instagram e Twitter, nel 2016 è diventato ufficialmente testata giornalistica, regolarmente registrata al Tribunale di Cremona. Dapprima semplice aggregatore di news, CuoreGrigiorosso.com ha saputo svilupparsi e aggiornarsi continuamente, cogliendo le novità della comunicazione digitale e proponendo contenuti accattivanti, in occasione delle partite del weekend o durante la settimana, raggiungendo una grande visibilità nel territorio di Cremona e provincia. La Serie B, arrivata nel 2017, ha ulteriormente moltiplicato idee di redazione e numero di lettori, tanto da essere tuttora riconosciuto dalle altre piazze del campionato cadetto come spazio sul web su cui si può continuare a rimanere aggiornati su ciò che accade alla U.S. Cremonese.

 

Mi presenti il Suo team. Chi lavora insieme a lei?

Io, Andrea, ho fondato la pagina Facebook nel 2010, per poi diventare caporedattore della testata dal 2016, anno della registrazione al tribunale del portale. Gli altri due soci sono Nicola Guarneri, direttore responsabile, e Giacomo Pietro Boschi, che oltre ad essere il titolare, è anche editore e colui che si occupa, tramite la sua attività di Opificio Grafico (agenzia di comunicazione del cremonese), di grafica e fotografia per il sito. A gestire la parte contenutistica è doveroso fare il nome anche di Lorenzo Coelli, studente universitario, ma abbiamo altri ragazzi che, anche loro come extra a scuola, università e primi impieghi, si stanno facendo le ossa nel mondo del giornalismo, rinforzando la parte di redazione: Nicolò Casali, Alessandro Ginelli, Rebecca Cambiati e Tommaso Somenzi. Un team giovane (tutti under 40), preparato, ambizioso e con grande senso di responsabilità.

 

Quali argomenti attraggono di più i lettori e gli appassionati della Serie B?

Il piatto forte sono naturalmente i contenuti delle singole partite di campionato, dall’attesa della vigilia, snervante, fino alla mera diretta del match e a tutte le reazioni del post, con interviste, pagelle ed editoriali. Se ad esempio, come accade di consueto la partita di B è programmata al sabato, il boom delle visite di segnala fra il venerdì e la domenica, come vuole la logica. Altrimenti a scatenare l’attrazione degli appassionati è inevitabilmente il calciomercato: voci, scoop, trattative varie coinvolgono un gran numero di utenti, che quotidianamente accedono spesso alle testate sportive per rimanere aggiornati sugli ultimi colpi. Saltuariamente ci sono poi contenuti esclusivi, ad esempio interviste di primo livello, che riescono a dare alla testata il salto di qualità, e ai lettori qualcosa di nuovo e talvolta inaspettato.

 

Santopadre in una recente intervista a La Gazzetta dello Sport ha affermato che in Figc debbano avere più peso i proprietari dei club. Cosa pensa circa questa affermazione?

L'affermazione di Santopadre non è sbagliata, è giusto che i proprietari dei club abbiano maggiore peso decisionale sulla ripresa dei campionati. È giusto che siano presi in considerazione, perché probabilmente non tutti riuscirebbero a sopportare le spese varie di gestione della situazione e dei famigerati protocolli sanitari. Per questo anche io rimango dubbioso sul fatto che la B riparta.

 

Ad oggi, la Cremonese si trova in una posizione a rischio retrocessione. Quali crede siano stati i fattori penalizzanti di questa?

La Cremonese ha svolto un mercato imponente durante la scorsa estate, addirittura era data fra le favorite alla promozione diretta. Tanti poi i fattori che hanno causato un campionato ben al di sotto delle aspettative. Anzitutto, la pazienza: il primo allenatore, Massimo Rastelli, è stato esonerato dopo appena 7 partite dal via. Un rendimento altalenante, ma forse ha avuto troppo poco tempo per collaudare lo squadrone costruito col ds Bonato. Con mister Marco Baroni, durato fino al termine del girone di andata, le cose sono andate peggiorando: media punti abbassata, solo due vittorie in 11 partite, idee poco chiare, confusione nella gestione dell’organico a disposizione, non è riuscito a capire come far rendere al meglio l’armata. Nuovo cambio a gennaio, ritorna Rastelli: l’attacco, fino a quel momento in enorme difficoltà, viene rispolverato, anche grazie a qualche innesto di gennaio, ma a più gol fatti sono corrisposti anche più gol subìti, così poco prima dell’interruzione della stagione a causa della pandemia da coronavirus Pierpaolo Bisoli ha preso il posto di Rastelli, vincendo la prima (e al momento unica) gara disputata, il 2-0 a Frosinone, a porte chiuse. Numerosi avvicendamenti, nessuna via d’uscita. Bisogna aggiungere anche le responsabilità dei calciatori, perché a livello individuale da molti ci si aspettava di più, considerando le esperienze precedenti.

 

Riguardo a una possibile ripresa del campionato, crede che ci siano attualmente le condizioni per farlo ripartire?

Qualche giorno fa dal Consiglio Federale è emerso che il campionato di serie A ripartirà, ma resto diffidente sulla ripresa della Serie B e Serie C. Se per la A, soprattutto per motivi economici, si farà un tentativo sicuramente per ripartire, per B e C nutro ancora grossi dubbi. Troppa disparità fra società della stessa categoria, che non riuscirebbero a sostenere i costi del protocollo sanitario. Tantissime anche le difficoltà logistiche-organizzative: le società di B non possiedono tutte un centro sportivo, o comunque uno all’avanguardia dove poter mantenere le distanze e rispettare ogni norma di sicurezza. Senza poi contare le foresterie, i luoghi dove attraversare le nottate.

tags:  

Eventi più giocati

08h 56m Parma - Napoli
5.50(1) - 4.50(X) - 1.60(2)
09h 26m Southampton - Tottenham
3.10(1) - 3.37(X) - 2.42(2)
11h 26m Genoa - Crotone
1.96(1) - 3.60(X) - 4.20(2)
13h 56m Chelsea - Liverpool
3.25(1) - 3.75(X) - 2.17(2)
14h 26m Wolfsburg - Bayer L.
2.90(1) - 3.50(X) - 2.41(2)
14h 26m Sassuolo - Cagliari
1.95(1) - 3.85(X) - 3.75(2)
17h 11m Juventus - Sampdoria
1.31(1) - 5.85(X) - 12.00(2)
01g 17h 11m Milan - Bologna
1.57(1) - 4.40(X) - 6.00(2)