Schedina
Cerca Notizie

"Calciopopolare.com": il primo sito italiano che racconta il calcio del popolo

Giovedì 19 Novembre 2020, pubblicata da Daniele Conti
Immagine

Per la Rubrica "Dietro le Quinte", abbiamo intervistato Chiara Di Paola, giornalista presso Mandragola Editrice e co-fondatrice di calciopopolare.com, il primo sito in Italia dedicato esclusivamente al calcio popolare.

Nato dalla passione per lo sport e per l'informazione da parte di tre ragazzi, con l'obiettivo di raccontare la realtà di un vero e proprio movimento calcistico che nasce nelle strade e che appartiene al popolo, il sito riporta storie e racconti di un calcio puro e disinteressato alle logiche economiche che circondano il calcio tradizionale.

Lasciamo ora la parola a Chiara.

 

Buongiorno e grazie per aver accettato l'intervista. Come e quando nasce la realtà di calciopopolare.com?

Calciopopolare.com nasce durante una cena a base di pizza sul lungomare di Ostia a inizio estate 2020. L’idea era di raccontare un movimento, quello del calcio popolare o sociale, che – a nostro modo di vedere – incarna al meglio lo spirito del pallone, anima della nostra società e non semplice sport. Il nostro sito si rivolge a tutti gli appassionati di calcio che però non si riconoscono più nel calcio moderno, fatto di tanti miliardi e pochi valori. Raccontiamo storie e seguiamo società che utilizzano il campo come pretesto per migliorare i propri territori e le proprie realtà di appartenenza. Vogliamo dare voce alle periferie e ai margini, nella convinzione che lo sport sia la chiave migliore per farlo.

 

Ci parli del team. Chi lavora insieme a lei?

Siamo 3 giornalisti: oltre a me, i fondatori sono Andrea Fagnano e Daniele Errera. Andrea è anche operatore per l'autonomia e la comunicazione presso le scuole del X Municipio di Roma; Daniele è direttore de La Giornata Sportiva, scrittore e – tra le altre cose – Presidente della società di calcio popolare Dinamo Ostia. Andrea è l’anima organizzativa e pragmatica del gruppo, Daniele è l’approfondimento e la conoscenza, io probabilmente la carica energetica dei tre. La realizzazione del sito non sarebbe stata possibile senza Dario Lapadula, che ha costruito la pagina accontentando ogni nostra richiesta e abbracciando con sentimento il progetto. Gianfelice Antignani, infine, ha disegnato il logo, in cui ci riconosciamo a pieno.

 

Sul vostro sito avete una sezione dedicata alle storie. Di cosa si tratta? Quali sono le notizie che trovano maggiore interessa tra i vostri lettori?

La sezione dedicata alle “storie” è quella che cattura il maggior numero di lettori: oltre a dare continui aggiornamenti sul mondo del calcio popolare, il sito vuole raccontare storie di inclusione, di periferie, di riscatto e di passione che sfruttano il calcio come pretesto. Potete trovare interviste, recensioni, racconti da ogni parte del mondo e video-documentari che fanno emergere il lato popolare e verace dello sport. In questa sezione non ci rivolgiamo solo agli appassionati di calcio, ma vogliamo far emergere lo spirito più autentico del calcio come attività che appartiene in primo luogo al popolo.

 

Che cos’è il movimento del calcio popolare? Quale società vi aderiscono e con quale scopo?

Il calcio popolare è un movimento calcistico che nasce in Inghilterra ma che è molto diffuso anche in Spagna. In Italia ha iniziato a prendere piede da circa un decennio, trovando ampio consenso al Sud (soprattutto Campania e Puglia) e affermandosi poi nel resto d’Italia, con un impegno particolare in Toscana. Le società che vi aderiscono sono accomunate dal rifiuto del calcio moderno e dall’adesione all’azionariato popolare: le squadre – votate all’inclusione e all’impegno sul territorio – appartengono ai propri tifosi e sono attivamente impegnate nel sociale. Militano tutte nei campionati dilettantistici Figc o Uisp, dalla Terza Categoria fino all’Eccellenza e si distinguono per un tifo accanito e coloratissimo che ricorda quello degli Anni ’80.

 

Le squadre che fanno parte di questo movimento giocano nei campionati dilettantistici e – a differenza di quelle professionistiche - sono state nuovamente costrette a interrompere le proprie attività sportive. Come stanno affrontando questo momento di sospensione?

Rispetto al resto del sistema-calcio, che vede comunque un elevato numero di indisponibili in Serie A, quello popolare non è legato esclusivamente al campo da gioco ed è per questo che – anche durante lo stop al calcio non professionistico – le società continuano a sopravvivere e trovano motivazioni sempre maggiori per andare avanti: si ferma l’attività sportiva ma non quella sociale e umana. Sul sito, vi raccontiamo la risposta propositiva che di giorno in giorno di arricchisce di iniziative, dalle raccolte alimentari alla creazione di aule studio in piazza; da manifestazioni pacifiche e nel rispetto delle regole ad allenamenti individuali nella natura.

 

Il calcio popolare nasce nel rifiuto del calcio moderno. Le società che vi aderiscono da cosa sentono l’esigenza di differenziarsi, nello specifico?

Il sistema del calcio moderno è arrivato a un collasso, accelerato anche dall’emergenza Coronavirus: il calo degli ascolti delle partite, la perdita di interesse agli eventi sportivi suscitata dallo svuotamento degli stadi, l’idolatria di singoli giocatori, lo scollamento tra tifoseria e squadra, il business privo di valori in cui si è trasformato lo sport più amato d’Italia sono le cause principali di questo collasso. Sempre più giovani non sono interessati al calcio e sempre più appassionati stanno perdendo la propria passione. Il calcio popolare si propone come antidoto: nel restituire al pallone i suoi valori intriseci, ha in sé un potenziale enorme. Si torna a giocare su campi in pozzolana, sugli spalti si torna ad accendere fumogeni e sulla maglia nessuno osa inserire sponsor. Un ritorno alle origini che guarda al futuro.

 

tags:  

Notizie pubblicate di recente

 

Eventi più giocati

01h 08m Colombia - Venezuela
1.38(1) - 4.75(X) - 9.75(2)
02h 08m Fluminense - Santos
2.01(1) - 3.30(X) - 3.95(2)
04h 08m Brasile - Peru
1.22(1) - 7.00(X) - 15.00(2)
17h 08m Svezia - Slovacchia
1.86(1) - 3.40(X) - 4.80(2)
19h 08m HJK H. - Ilves
1.46(1) - 4.75(X) - 7.25(2)
23h 08m Inghilterra - Scozia
1.33(1) - 5.50(X) - 11.00(2)
01g 17h 08m Ungheria - Francia
11.00(1) - 5.25(X) - 1.33(2)
01g 20h 08m Portogallo - Germania
3.25(1) - 4.75(X) - 6.50(2)
 
close
BONUS SCOMMESSE Confronta i migliori bonus di benvenuto
Goldbet
Goldbet
Bonus Benvenuto Fino a 175€
Bonus Benvenuto Fino a 175€
100% primo deposito + 20 € + 5€ per 21 settimane
Sisal
Sisal
Bonus Benvenuto Fino a 400€
Bonus Benvenuto Fino a 400€
25€ sulla prima giocata
Eurobet
Eurobet
Bonus Benvenuto Fino a 215€
Bonus Benvenuto Fino a 215€
15€ subito

il gioco è vietato ai minori di anni 18 - può causare dipendenza

close
VEDI MULTIPLA