doc
Schedina

Grandi manovre in casa Torino

Martedì 4 Dicembre 2012, pubblicata da Andrea Massironi
Foto logo torino | logo_torino.jpeg - 2582

Grandi manovre, in casa Torino, in vista dell'ormai imminente mercato di riparazione in cui la dirigenza granata dovrà intervenire un po' in tutti i reparti per andare incontro ai desiderata del tecnico Ventura e porre rimedio a quelli che sono i flop di questa prima parte di stagione di Serie A. Giornali e siti web, specie quelli con base sotto la mole, si stanno scatenando accostando al calciomercato del Torino un'infinità di giocatori, a cominciare dagli attaccanti. Ed in effetti è proprio il reparto offensivo quello che, fin qui, ha maggiormente deluso in casa granata. Capitan Bianchi, dopo un avvio esplosivo, si è avvitato in una spirale negativa fatta di prestazioni mediocri, quando non del tutto deludenti e nessun gol. Meggiorni fa un gran movimento aiutando i compagni in fase di non posseso e svariando sull'intero fronte d'attacco ma anche da lui arrivano ben pochi contributi in termini realizzativi. Sansone e Sgrigna, fin qui i meno impiegati dal tecnico Ventura, hanno fatto parlare di sè più per le polemiche sul scarso minutaggio che per le buone prestazioni, mentre Stevanovic appare lontanissimo parente del protagonista della cavalcata verso la A dello scorso campionato.

Secondo gli ultimi rumors, la società granata, notoriamente tutt'altro che ricca, punterebbe in primis ad una serie di scambi: da quello con il Catania che porterebbe Morimoto sotto la mole in cambio di Sgrigna a quello con il Bologna con Sansone in Emilia in luogo di Acquafresca. Operazione, quest'ultima, che sancirebbe il divorzio con Bianchi, rafforzando l'ipotesi che lo vorrebbe all'Inter come riserva di Milito.

A centrocampo, invece, con De Feudis destinato ad una delle tante pretendenti in Serie B, potrebbe partire, a sorpresa, anche Brighi, giunto in granata appena l'estate scorsa come ipotetico colpaccio di mercato e finito invece ai margini nelle ultime gare, superato nel gradimento di Ventura da Basha, elemento di maggior dinamismo ed interdizione, ritenuto spalla ideale di Gazzi.

Se anche l'ex giallorosso dovesse partire, tuttavia, sarebbe inevitabile, per il Torino, guardarsi attorno anche per un mediano che sarebbe per altro già stato individuato nel genoano Symour stante il netto vantaggio ormai raggiunto dalla Lazio sull'altro rossoblu Merkel.

Un paio di rinforzi sono comunque attesi anche in difesa dove, accanto al bresciano Daprelà per la fascia, potrebbe arrivare un nuovo centrale da affianacare ad Ogbonna. I nomi sono quelli del bolognose Natali, Dainelli del Chievo e Volta, impiegabile anche (se non preferibilmente) come terzino destro, della Sampdoria.

tags: