doc
Schedina

Baseball mania, sul diamante minuto per minuto

Lunedì 12 Novembre 2012, pubblicata da saramech
Immagine Italia Baseball campione d Europa | italia_baseball_campione_d_europa.jpeg - 2363
Roma – Nuova settimana e nuovo appuntamento con “Dietro Le Quinte con…”, la rubrica di Superscommesse dedicata a chi lavora nel mondo delle scommesse, del gaming online e dell’informazione sportiva in generale.

Oggi abbandoniamo i campi di calcio per trasferirci sul Diamante grazie a Giovanni Colantuono,
Direttore Editoriale di Baseballmania, che ci accompagnerà in un viaggio attraverso il fascinoso mondo del baseball conosciuto e sognato attraverso i film americani ma che in Italia dà grandi soddisfazioni sportive.


Buongiorno Direttore, come e quando nasce Baseballmania?
Baseballmania.it è online dal 10 marzo del 2012. Nasce da una iniziativa editoriale dell’Associazione Culturale InLIberaUscita che ha online anche il sito di informazione della provincia di Roma Inliberauscita.it. Abbiamo deciso di far nascere un nuovo portale di informazione totalmente dedicato al baseball, insieme a Maurizio Roveri  entrato nel nostro gruppo editoriale ad inizio anno, per cercare di offrire un’informazione quotidiana a tutti gli appassionati di baseball in Italia, che dal punto di vista dell’informazione fanno veramente fatica a trovare notizie nei quotidiani sportivi italiani. In secondo luogo, l'abbiamo fatto per la passione che tutti noi di Baseballmania.it abbiamo per questo bellissimo sport.


Quali sono le fonti utilizzate per creare un sito come Baseballmania?
Le fonti principali sono i nostri redattori sparsi in tutta Italia. Ad oggi abbiamo 19 corrispondenti sparsi sul territorio nazionale, con loro riusciamo a coprire una buona fetta di piazze dove il baseball è una realtà importante. Abbiamo poi una buona collaborazione degli uffici stampa. Per noi comunque, oltre la notizie, è importante l’opinione. Quindi ogni settimana analizziamo quello che accade nell’Italian Baseball League con analisi delle partite, approfondimenti statistici, perché nel baseball le statistiche sono importanti, e interviste con i protagonisti.


Quanto è praticato il baseball in Italia e quali sono le città in cui ha maggior successo?
Purtroppo il baseball in Italia è ancora uno sport poco diffuso. CI sono delle realtà dove è una fenomeno importante, come Nettuno, Parma, Grosseto, Rimini, San Marino, Bologna, Godo e Novara, che poi sono le città che fanno la IBL, ma anche Reggio Emilia, Arezzo, Roma, Messina, Macerata., Verona. Poi a livello giovanile ci sono altre realtà come nel Friuli Venezia Giulia, e parlo di Ronchi dei Legionari, Cervignano, Redipuglia e San MArtino. In Puglia, con Taranto, Foggia, Matino. Ne potrei citare ancora molte, comunque per aspirare ad un futuro più roseo, il baseball, dovrebbe riuscire a conquistare sempre maggiore seguito in altre città del territorio nazionale, soprattutto le grandi città.


A livello internazionale come si pone il baseball italiano?

L’Italia è campione d’Europa in carica, ha confermato il titolo vinto nel 2010 a Stoccarda, vincendo l’Europeo 2012 in Olanda contro i campioni del Mondo della nazionale olandese. La nazionale azzurra ha recentemente conquistato anche la medaglia di bronzo alla Coppa Intercontinentale a Taiwan. Tutti risultati che hanno portato l’Italia al dodicesimo posto del Ranking mondiale dell’IBAF. Una posizione onorevolissima se pensiamo che davanti ci sono solo i mostri sacri come Stati Uniti, Cuba, Giappone, Taiwan e via dicendo.


Quali sono i giocatori italiani che hanno fatto grande il baseball nostrano?

Ce ne sono tanti, ad iniziare dagli anni 60’, i pionieri del baseball in Italia. Ma a me piace ricordare ad esempio coloro che formavano la nazionale italiana negli anni 90’. Un gruppo tutto italiano che dominava in Europa più di adesso che ci sono in squadra tanti oriundi e pochi italiani veri. Parlo di grandi giocatori come Ruggero Bagialemani, Roberto Bianchi, Elio Gambuti, Guglielmo Trinci, Beppe Carelli, Massimo Fochi, Roberto Radaelli, Massimiliano Masin, Alberto D’Auria, Andrea Evangelisti e mi scuso se ne ho dimenticato qualcuno. Vicino a loro non posso fare a meno di mettere Alex Liddi e Alessandro Maestri, e torniamo ai giorni nostri. Liddi è stato il primo italiano a giocare in Major League.  Attualmente è il simbolo del baseball italiano nel mondo con la sua presenza costante nel roster dei Seattle Mariners in Major League. Insieme a lui Alessandro Maestri che gioca nella Nippon Professional Baseball, la lega pro giapponese, con gli Orix Buffaloes.


Qual è la squadra più forte al mondo e perché?
A livello di nazionale è difficile fare una classifica certa. Il Giappone ha vinto due volte consecutivamente il World Baseball Classic, che è il mondiale professionisti, superando nazionali come Cuba e Stati Uniti. C’è da dire che comunque gli Stati Uniti non affrontano mai le competizioni delle nazionali con una squadra che sia realmente composta dai giocatori più forti. E’ mio parere che se gli USA decidono di disputare una competizione internazionale con una nazionale veramente espressione della Major League, non ci sarebbe storia, un po’ come quando nella pallacanestro il Dream Team USA vinse le Olimpiadi stracciando tutti gli avversari. A livello di club dico i San Francisco Giants,per il semplice motivo che da pochi giorni hanno vinto le World Series della MLB diventando a tutti gli effetti i campioni del mondo.


Vogliamo chiudere l’intervista con il consiglio dell’esperto….perchè seguire il baseball?
Semplicemente perché è lo sport più bello del mondo. Una volta vinta la diffidenza iniziale, verso uno sport che è tipicamente americano, quindi con tempi diversi dal nostro calcio, ci si rende subito conto che è uno sport affascinante e bellissimo. Per rendere l’idea di cosa sia il baseball ti riporto una celebre frase di Babe Ruth, uno dei più grandi giocatori di baseball di sempre, disse: "...per giocare a baseball occorre essere veri uomini; è il gioco più completo che si conosca al mondo. Non è mai esistito niente di più adatto per misurare l'autentico valore di un uomo in quanto a fegato, prontezza, e velocità... E' l'unico sport che non hai bisogno di giocare per sapere quanto sia bello, nobile, leale"
Credo che in questa frase ci sia tutta l’essenza di questo gioco.
tags:  

Eventi più giocati

03h 56m Sheffield U. - Manchester C.
10.00(1) - 6.00(X) - 1.34(2)
04h 26m Real M. - Huesca
1.42(1) - 5.00(X) - 8.00(2)
04h 26m Cittadella - Monza
2.70(1) - 3.20(X) - 2.95(2)
05h 26m Crotone - Atalanta
6.50(1) - 5.00(X) - 1.48(2)
08h 26m Inter - Parma
1.36(1) - 5.50(X) - 9.50(2)
01g 02h 56m Udinese - Milan
4.75(1) - 3.93(X) - 1.80(2)
01g 05h 26m Spezia - Juventus
11.00(1) - 5.55(X) - 1.30(2)
01g 08h 26m Napoli - Sassuolo
1.53(1) - 4.85(X) - 5.80(2)