doc
Schedina
mar 20 ottobre mer 21 ottobre gio 22 ottobre oggi sab 24 ottobre dom 25 ottobre lun 26 ottobre
  • Voto
  • ok
  • no
  • no
  • no
  • no
Voti ricevuti 1
arezzo

Arezzo Calcio

L’Unione Sportiva Arezzo è una società di calcio fondata nel 1923, precisamente il 10 settembre, grazie a un gruppo di appassionati di calcio che fonda, presso il “Caffè del vapore”, la Juventus Football Club Arezzo. E' la prima squadra italiana con una quota azionaria appartenente a un comitato di tifosi, l'Orgoglio Amaranto, che possiede il 2% della società.
Notizie Statistiche Storia Calendario arezzo Bacheca
L’Unione Sportiva Arezzo è una società di calcio fondata nel 1923, precisamente il 10 settembre, grazie a un gruppo di appassionati di calcio che fonda, presso il “Caffè del vapore”, la Juventus Football Club Arezzo. E' la prima squadra italiana con una quota azionaria appartenente a un comitato di tifosi, l'Orgoglio Amaranto, che possiede il 2% della società. La squadra disputa le proprie partite casalinghe allo stadio Città di Arezzo, impianto da 13000 posti a sedere.

Le origine dell'U.S. Arezzo
Dopo la fondazione avvenuta nel 1923, nel 1930 la società cambia nome in Unione Sportiva Arezzo, grazie anche alla fusione di alcune società locali. Già nel ’34, dopo le dimissioni del presidente Bianconi, la squadra viene rifondata col nome di Società Sportiva Juventus Arezzo, prima di tornare al nome di U.S. Arezzo già nell'anno successivo, quando i colori amaranto della divisa diverranno finalmente definitivi. Gli anni successivi al dopoguerra si aprono con la vittoria del campionato di C, ma il risultato non qualifica la squadra di Arezzo a causa di una riforma dei campionati. Il 3 marzo del ’48 l’Arezzo gioca un’amichevole contro l’Italia di Pozzo, riuscendo a pareggiare con un rocambolesco 4-4; la partita finirà ai supplementari, per richiesta di Pozzo, e la Nazionale segnerà altri 3 gol. Gli anni successivi sono caratterizzati da una profonda crisi economica che costringe l’Arezzo calcio a retrocedere fino alla promozione. Con l’elezione a presidente di Simone Golia, nel 1958 il club aretino torna in C.

Gli anni in B e la radiazione
Nel 1965/66 la formazione toscana viene promossa in serie B, staccando il Prato di un solo punto, dove però permarrà solo un anno. Tornerà nella serie cadetta nel 68/69, sotto la guida di Omero Tognon, che coglierà prima un quattordicesimo posto in classifica, poi un settimo. Vi rimarrà fino al 1975 anche grazie ai gol di Francesco Graziani, per poi retrocedere in C. L’Arezzo raggiunge nuovamente la B nell’82 sotto la guida dell’ex attaccante interista Angelillo e con i gol di Tullio Gritti. Da ricordare, durante l’anno della promozione in serie B, la vittoria del club amaranto della Coppa Italia di Serie C. Nel 1984 i toscani si piazzeranno quinti, a soli 5 punti dalla promozione alla massima serie. Nel 1993 l’U.S. Arezzo fallisce e viene esclusa dal campionato a partire dalla 27esima giornata. La notizia della radiazione viene appresa con grande sgomento dai tifosi, che fanno suonare le campane a morto e affiggono annunci mortuari.

La rinascita e Calciopoli: dall'A.S. Arezzo alla nuova U.S. Arezzo

Sarà l'ex stella squadra Ciccio Graziani, insieme ad altri soci, a fondare l’Associazione Calcio Arezzo, facendola partecipare al Campionato Nazionale Dilettanti. Nel ’96 arriva sulla panchina amaranto lo sconosciuto Serse Cosmi, che aiuterà l’Arezzo a compiere un’impresa storica centrando la promozione in C2 e due anni dopo quella in C1. Nel 2000 trascinata dai gol di Fabio Bazzani, la squadra di Cosmi fallisce ai play-off la promozione in B. Con Cosmi accasatosi nella sua Perugia e Bazzani ceduto al Venezia, la squadra viene affidata ad Antonio Cabrini e ai gol di Mario Frick. Nel 2003 l’A.S. Arezzo retrocede in C2, ma un ripescaggio gli assicura la permanenza in C1. L'anno successivo, con una squadra concepita per risalire dalla C2 alla C1, l'Arezzo con Mario Somma in panchina vinse con tre giornate d'anticipo il girone A di Serie C1 e dopo 16 anni fece il suo ritorno in B.  Dopo alcuni anni nella serie cadetta, sotto la gestione prima di Marino, poi di Gustinetti, nell'estate del 2006 l'Arezzo viene travolto dallo scandalo Calciopoli. Il procuratore della FIGC Palazzi chiede il deferimento degli amaranto per via di un'intercettazione legata al match della stagione 2004/05 Arezzo-Salernitana; la sentenza è benevola per l'Arezzo che viene confermato in B con una penalizzazione di 9 punti, che verranno poi ridotti a 6. Per la stagione 2006/2007 la panchina viene affidata all'ex bandiera della Juve Antonio Conte, alla prima esperienza come allenatore. Dopo un inizio difficile, Conte viene esonerato e sostituito da Maurizio Sarri, che risolleva la classifica dell'Arezzo e lo conduce fino ai quarti di finale della Coppa Italia. Nella seconda parte della stagione, gli amaranto ripiombano in fondo alla classifica e la squadra viene quindi riaffidata a Conte, che sfiorerà i play-off, mancati proprio all'ultima giornata. Senza i punti di penalizzazione la squadra si sarebbe piazzata al tredicesimo posto. Dopo tre anni di Lega Pro e due sconfitte ai play-off per la B, la squadra non viene iscritta al campionato di Lega Pro Prima Divisione ed è costretta a ripartire dai Dilettanti con il nome di Associazione Sportiva Dilettantistica Atletico Arezzo. Nel 2013 la società riprende la denominazione originaria U.S. Arezzo e nonostante la sconfitta al quarto turno dei play-off contro l'Akragas, viene ripescata in Lega Pro. Dopo due noni posti consecutivi, l'U.S. Arezzo è tutt'ora inserito nel calendario Lega Pro dove ha allestito una squadra di tutto rispetto e con cui mira alla promozione in B.
Siamo solo a metà mese ma sono già tantissime le trattative relative al calciomercato di Serie C sotto la lente di ingrandimento. Tra affari già chiusi e sogni nel cassetto di alcuni club sono centinaia i movimenti di mercato negli ultimi giorni per
La sfuriata di Ezio Capuano, allenatore dell'Arezzo, ha fatto il giro del web ed è presto diventata un cult mediatico. Il tecnico dei toscani, ricordiamo, era stato registrato da uno dei suoi giocatori (Nicolò Sperotto) nel post partita dell'amichevole persa dal suo
21­-10­-2020 Risultato Arezzo - Padova Italia - Serie C Girone B 0:5 P Marcatori: 0:1 (9.) S.Della Latta, 0:2 (14.) F.Nicastro, 0:3 (36.) R.Pompeu da Silva, 0:4 (59.) D.Buglio, 0:5 (77.) R.Pompeu da Silva 18­-10­-2020 Risultato Carpi - Arezzo Italia - Serie C Girone B 4:1 P Marcatori: 0:1 (5.) M.Bortoletti, 1:1 (21.) T.Biasci (pen), 2:1 (62.) T.Biasci (pen), 3:1 (86.) F.Bellini, 4:1 (89.) A.Ferretti 11­-10­-2020 Risultato Arezzo - Virtus Verona Italia - Serie C Girone B 0:3 P Marcatori: 0:1 (33.) R.Arma, 0:2 (59.) R.Arma (pen), 0:3 (90.) A.Carlevaris 08­-10­-2020 Risultato Gubbio - Arezzo Italia - Serie C Girone B 1:1 N Marcatori: 1:0 (50.) E.De Silvestro, 1:1 (86.) A.Sane 05­-10­-2020 Risultato Arezzo - Perugia Italia - Serie C Girone B 0:1 P Marcatori: 0:1 (56.) C.Kouan
Domenica 25 Ottobre 2020 - ore 17:30
MASSIMA VINCITA + 5%
Matelica - Arezzo Italia > Serie C Girone B 2.202.20 - quote snai Serie C Girone B 3.203.20 - quote snai Serie C Girone B 3.203.20 - quote bet365 Serie C Girone B
 
Differenza di vincita tra
il miglior e il peggior bookmaker
Lascia il tuo commento
 
La tua Email
Username
Aggiungi un commento (max 1000 caratteri)
Avvertimi quando ci saranno nuovi commenti

Ho più di 18 anni, ho letto e accetto le condizioni generali. Leggi l'informativa sulla privacy

scommetti con il coupon di superscommesse.it!   scommetti con superscommesse.it!

Complimenti!
hai aggiunto una nuova giocata!