Tennis Italiano: la rivista di tennis per antonomasia dal 1929

Lunedì 6 Giugno 2016, pubblicata da Martina Carella
ntervista Tennis Italiano Intervista Max Grass
Oggi sentiamo cosa ha da dirci Max Grassi, della testata giornalistica Tennis Italiano; sul suo sito potete trovare le news tennistiche e tanti consigli tecnici per i vostri allenamenti. Continuate a seguire Superscommesse e i tanti consigli per le scommesse sulla Serie B, i consigli sulle scommesse relative alla Serie A e i fantastici pronostici nell'ambito della Serie B!

Buongiorno Max, grazie per aver accettato l'intervista. Iniziamo parlando di sport e passione, come nasce la tua fede per il tennis?

Tempo fa ho provato
A ripensare a quando è nata la mia passione per il tennis. Sì, certo, la televisione avrà anche giocato un ruolo importante, con le acerrime sfide tra McEnroe e Lendl a far volare la mia immaginazione di bambino. Ma non ricordo un match in particolare che mi abbia acceso la fatidica scintilla. Ricordo invece tanti pomeriggi di festa passati con mio padre al “piazzale”, che altro non era che un campo da tennis aperto a tutti. Non c’erano panchine ai cambi di campo o una superficie dal rimbalzo perfetto. A dirla tutta non c’era nemmeno più la rete, ma ci si arrangiava con un filo tirato tra due transenne. Su quel campo in cemento, non saprei dirvi quanto io mi sia divertito. Prima della scuola Sat, prima dei tornei giovanili, dell’iscrizione al circolo, c’è stato quel semplice campo - oggi trasformato (avevate dubbi?) in un parcheggio - a cui mancava perfino la recinzione intorno; e vi lascio immaginare quanti chilometri spesi per recuperare la pallina dopo un passante ben assestato del mio vecchio.

Perchè hai scelto di scrivere su un blog sportivo? Quando hai preso questa decisione?
La rivista che dirigo, Il Tennis Italiano, non è un blog ma una testata giornalistica. Mi piace sempre ricordare che siamo la rivista di tennis più antica al mondo, essendo nati nel 1929. L’unica collezione completa del nostro giornale è custodita nel museo di Wimbledon… e la cosa - inutile negarlo - mi riempie di orgoglio.

Su Tennis Italiano si possono trovare consigli tecnici per i lettori che giocano. A tuo parere quanto è diffuso in Italia questo sport? Riuscirà a strappare al calcio il titolo di sport per antonomasia?
La parte “Clinic” della nostra rivista è per noi fondamentale. Mettiamo sempre il giocatore dilettante in cima alle nostre attenzioni ogni mese. Del resto, il numero di praticanti in Italia è in costante crescita - tanto che il tennis è la disciplina sportiva che è cresciuta maggiormente negli ultimi dieci anni nel nostro Paese. Strappare il primato al calcio però è oggettivamente impossibile.

La sezione del tuo sito "Racchette & Co" è dedicata all'attrezzatura e all'abbigliamento sportivo. Un buon corredo quanto può influire sulle prestazioni in gara?
Ormai anche il giocatore “da club” ha imparato che la giusta attrezzatura può fare la differenza tra una vittoria e una sconfitta. Noi siamo sempre stati in prima fila (sia su tennisitaliano.it che sulla rivista cartacea) per fare informazioni che tanti tralasciano. Ad esempio, abbiamo fatto un grande lavoro per far capire ai lettori quanto la scelta di una buona corda da montare sulla racchetta possa essere importante. E i dati di vendita – che vedono il solo mercato delle corde in forte crescita in Italia – ci testimonia la bontà della nostra linea editoriale.

Secondo te, quale giovane promessa del tennis dovremo tenere d'occhio nel prossimo futuro?
Dominic Thiem sarà presto numero uno al mondo… dopo l’Era Djokovic naturalmente.

Vogliamo concludere con un commento sul Roland Garros?
Prevedibile il successo di Novak Djokovic che finalmente vince l’unico Slam che mancava al suo ricchissimo palmares (12 Slam) e centra il suo personale Career Grand Slam e si candida, dopo aver vinto già l’Australian Open, a compiere l’impresa più importante nel tennis: il Grand Slam, un’impresa che manca dal successo di Rod Laver nel 1969. Più interessante il femminile che ci ha detto di come Serena Williams (dopo la batosta allo Us Open contro Roberta Vinci) non sappia più vincere e ci ha presentato la prossima numero uno del circuito femminile: Garbine Muguruza. La 22enne spagnola, nata a Caracas, bella e statuaria (182 cm per 73 kg), aveva già fatto le prove nell’ultima finale di Wimbledon, quando l’emozione l’aveva tradita proprio contro Serena. Stavolta, a parte qualche passaggio a vuoto, il braccio della spagnola non ha tremato. Determinante, psicologicamente, anche la vittoria già ottenuta dalla Muguruza sullo stesso campo due anni fa.
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Scommesse più giocate

12h 47m Osasuna - Barcellona
18.00(1) - 8.00(X) - 1.20(2)
14h 47m Frosinone - Salernitana
1.98(1) - 3.35(X) - 4.60(2)
14h 47m Vicenza - Verona
4.20(1) - 3.30(X) - 2.15(2)
14h 47m Perugia - Pro V.
1.67(1) - 3.60(X) - 7.65(2)
14h 47m Spal - Spezia
2.20(1) - 3.15(X) - 4.00(2)
01g 12h 17m Cagliari - Napoli
7.00(1) - 4.40(X) - 1.60(2)
01g 14h 47m Torino - Juventus
4.75(1) - 3.60(X) - 1.92(2)
02g 20h 47m Roma - Milan
1.68(1) - 4.20(X) - 5.50(2)