Sportag: informazioni senza frontiere

Lunedì 14 Novembre 2016, pubblicata da Martina Carella
ntervista Sportag Intervista Marco Taglier
Roma - Dietro le Quinte ha il piacere di intervistare Marco Taglieri, direttore responsabile del sito Sportag. Cardine del progetto, a discapito dell'origine abruzzese, è la ricerca di notizie sull'intero territorio nazionale e l'utilizzo, ormai necessario nel mondo dell'informazione, dei social network da cui l'origine del nome Sportag. La fantasia e passione degli autori passa attraverso numerose rubriche di notevole brillantezza, tra cui alcune presentano giochi di parole con il nome del sito. Buona lettura!
Vi ricordo che su SuperScommesse potete trovare il calendario della Serie A
 e le quote della vincente dell'Europa League.

Buongiorno Marco, grazie per aver accettato l'intervista. Come nasce il progetto di Sportag?
Grazie a voi. Il progetto nasce dalla voglia dar seguito alla mia passione diventata lavoro, il giornalismo sportivo, attraverso la creazione di un prodotto tutto mio. Sportag è la fusione della parola "sport" e della parola "tag", che ha un triplice significato: tag inteso come elemento social, proprio a voler caratterizzare una forte interazione con i lettori; in secondo luogo come scelta editoriale degli argomenti da trattare, senza alcun limite, d'altronde l'azione social di taggare significa scegliere un tema, una persona, un oggetto; infine  le lettere "tag" sono anche le prime tre lettere del mio cognome. Mi è sembrata un'idea originale.
 
Come è organizzato, e quali sono i ruoli, dello staff?
Nell'ultimo anno, complici i miei nuovi impegni lavorativi, il sito ha dovuto modificare alcuni aspetti. Ma sostanzialmente Sportag nasce il 6 ottobre 2012 con me stesso nel ruolo di direttore responsabile e web content editor del giornale, in merito all'inserimento tecnico di testi e foto, due collaboratori validissimi nell'ambito calcistico-sportivo come Orlando D'Angelo e Luciano Rapa, svariati collaboratori esterni operativi in svariate discipline sportive ed infine con un'area commerciale che in realtà ha sempre avuto nel sottoscritto il motore principale. Insomma una mole di lavoro non indifferente ma anche, come dico spesso, "l'infinità più bella e gratificante che possa esistere".  

Ho notato che seguite lo sport a livello locale, siete presenti sul posto o avete altri tipi di fonte? 
Essere presenti sul territorio è fondamentale. L'approccio da cronista puro lo è ancor di più. Andare sul posto, conoscere direttamente ciò che si racconta è la chiave di Sportag, che per sua vocazione non ha mai chiuso la porta a tematiche extra Abruzzo. Infatti abbiamo avuto modo di sviluppare inchieste e approfondimenti su tantissime tematiche sportive di tutta Italia, anche attraverso alcune rubriche lungimiranti in tal senso, come ad esempio "scoutag", ovvero lo scouting di giovani talenti del calcio europeo e mondiale.
 
In merito alla rubrica delle interviste, come portate avanti il lavoro, in particolare con quali modalità?
Il primo passo è individuare un personaggio interessante, che abbia da tirare fuori qualcosa di particolare e originale. Bisogna evitare di scadere nella retorica e questo è sempre più difficile. Per individuare quella che sul nostro sito chiamiamo "curiosiTag" bisogna avere occhi e orecchie sempre super operative e soprattutto chiedere, chiedere, chiedere. Non smettere mai di voler sapere. Alla fine qualcosa di interessante che non si è mai saputo prima viene sempre fuori, e sarà attorno a quel particolare che nascerà una bella intervista. Piccolo grande ostacolo lo troviamo quando i nostri intervistati appartengono a società sportive aventi un ufficio stampa poco brillante e voglioso di "controllare" morbosamente l'informazione che verrà veicolata su Sportag. Ma anche qui è sempre la stessa storia: l'importante è saper scegliere chi intervistare.
 
Crede che il calcio in Italia tolga spazio agli altri sport?
Il calcio toglie spazio nella misura in cui risulta lo sport maggiormente seguito nel nostro paese. Anche io sono appassionato di calcio e lo pratico da anni a livello amatoriale con gli amici di sempre, ma sin dal 2007, anno in cui ho iniziato a lavorare come giornalista sportivo creando da zero il mensile Abruzzo Sport, la mia missione editoriale è sempre stata quella di capovolgere la chiave giornalistica vigente: alle realtà sportive che sui grandi giornali nazionali e locali ricevevano al massimo un trafiletto, io provavo a dare intere pagine a colori. Così facendo ho scoperto fantastici mondi sommersi. Non è vero che alcune discipline sono poco seguite. Il bacino è ampio, basta andarlo a cercare e dargli la giusta vetrina.
 
Seguite anche il calcio a 5 femminile. Come descriverebbe lo stato generale di questo sport? Cosa farebbe per migliorarne il seguito
Non sono certo in grado di rispondere a questo quesito, non ne ho le competenze, ma devo dire che negli ultimi anni il movimento è cresciuto soprattutto grazie ai social network. E poi l'Abruzzo ha avuto negli ultimi anni due eccellenze come l'Az Gold Women Chieti e il Città di Montesilvano. Personalmente ho avuto modo di raccontare in telecronaca diretta su Sportag la vittoria dello scudetto dell'Az Gold Women Chieti nel 2013: 3-0 al Real Statte nella finale di ritorno in un Pala Santa Filomena gremito, uno spettacolo assoluto, un'emozione incredibile, un ricordo professionale fantastico.
 
Chiudendo con un pronostico: chi crede occuperà le prime tre posizione della classifica di Serie A al suo termine? 
Premetto che non sono esperto di pronostici, anche se l'anno scorso indovinai la Juve tricolore dopo la sconfitta con il Frosinone, quando, per intenderci, si parlava di fallimento. Credo che i bianconeri vinceranno il titolo, seguendo il trend delle quote scudetto, pur soffrendo tanto, perché nonostante le dicerie comprare tanti talenti non equivale a vincere in modo automatico Esempio ne è il Paris Saint Germain di Verratti, Ibrahimovic e compagni che ha scarseggiato di successi in Europa. Allegri ha bisogno di tempo per amalgamare i suoi giocatori e far diventare la Juve una squadra vera, ipotesi possibile tra qualche mese. La Roma gioca bene e darà filo da torcere alla Vecchia Signora, al terzo posto più Milan che Napoli.

Intervista a cura di Andrea Di Ceglie
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

22h 48m Juventus - Dinamo Z.
1.14(1) - 10.00(X) - 29.00(2)
22h 48m Bayer L. - Monaco
1.85(1) - 3.90(X) - 4.75(2)
22h 48m Real M. - Borussia D.
1.91(1) - 4.05(X) - 4.20(2)
22h 48m Tottenham - CSKA M.
1.55(1) - 4.35(X) - 7.00(2)
22h 48m Lione - Siviglia
2.52(1) - 3.60(X) - 3.00(2)
22h 48m Club B. - Copenhagen
3.85(1) - 3.60(X) - 2.10(2)
01g 19h 03m FK Karabakh A. - Fiorentina
3.00(1) - 3.40(X) - 2.55(2)
01g 21h 03m Astra P. - Roma
3.00(1) - 3.50(X) - 2.40(2)