Paracyclingworld: uno sguardo sul ciclismo paralimpico

Mercoledì 21 Dicembre 2016, pubblicata da Martina Carella
Foto paracyclingworld.it | paracyclingworld.it.png - 10333
Roma - Dietro le Quinte ha il piacere di intervistare la redazione di Paracyclingworld, portale dedicato al ciclismo paralimpico. Il progetto offre un'ampia e completa informazione su questa disciplina che sempre più è alla ribalta. In particolare manifestazioni come le Paralimpiadi, le ultime quelle di Rio 2016, e testimonial d'eccezione come Alex Zanardi, offrono una notevole visibilità a questa categoria sportiva. L'intervista concede uno sguardo panoramico su alcune tematiche interessanti. Buona lettura!
Vi ricordo che su SuperScommesse potete trovare il calendario di Serie A, le migliori quote di Serie B e le quote vincente Champions League.

Buongiorno, grazie per aver accettato l'intervista. Come e quando nasce Paracyclingworld?
L'idea di un blog dedicato al Paraciclismo nasce, da una passione per il ciclismo in primis, e quindi dalla voglia di sfruttare le nostre professionalità per dare visibilità a questa disciplina. Oltre a me, nella redazione, ci sono Filippo e Ghialamberti, il fotografo Mauro Ujetto e Marco Civardi. Negli anni abbiamo avuto vari collaboratori e amici giornalisti che hanno scritto per noi. Il cuore delle operazioni ruota attorno alle attività dell'agenzia di comunicazione Omnia Eventi. Vorremmo avere più risorse per dedicare più tempo a questo progetto.

Come è avvenuto l'avvicinamento al mondo degli sport paralimpici?
L'avvicinamento al Paraciclismo è avvenuto nel 2009 quando abbiamo gestito l'ufficio della Piacenza Paracycling. Da quel momento abbiamo pensato: perchè non creare un blog dedicato al ciclismo? Al tempo non erano in molti a scrivere di questo sport. Adesso c'è molta più attenzione mediatica e sono in molti che dedicano molto più spazio a questi atleti.

Come e da chi è formato il vostro staff?
In questo momento siamo in tre, ma siamo sempre alla ricerca di qualcuno che voglia proseguire con noi in questo cammino.

Quali sono le notizie preferite dai vostri lettori? Quali fonti prediligete per il reperimento delle notizie?
Se possibile cerchiamo di andare sul campo, ma come detto occorrono tempo e risorse. E spesso mancano entrambi.

Quanta importanza e caratura ha la figura di Alex Zanardi nel mondo paralimpico?
Diciamo che Alex ha fatto tanto: lui è carismatico, piace alla gente e tutti lo conoscono. Se il Paraciclismo ha fatto strada tra le pagine dei quotidiani e dei siti di notizie sportive molto del merito va a lui.

Quali sono gli atleti più promettenti del ciclismo?
Al momento in Italia l'età media dei praticanti è abbastanza alta, infatti Zanardi, Podestà, Porcellato, Mazzone e Cecchetto non sono proprio dei giovincelli. Nelle categorie "in piedi" invece c'è un buon numero di giovani che potranno ben figurare nel prossimo futuro. La Federazione deve investire nella promozione dello sport tra i giovani per evitare di perdere la spinta delle vittorie di questo splendido team che ha sbancato Rio.

Vorrei chiudere con un pronostico su un evento che ritenete focale nel prossimo futuro.
Piacerebbe rivedere nel panorama delle gare la Piacenza Paracycling, la prima tra quelle di una significativa portata organizzate in Italia. Purtroppo problemi legati alla sponsorizzazione l'hanno dapprima ridimensionata e quindi al momento sospesa.

Intervista a cura di Andrea Di Ceglie
tags: