OkTennis: uno sport che regala sempre nuove emozioni

Venerdì 30 Ottobre 2015, pubblicata da Martina Carella
ntervista OkTennis Intervista Daniele Azzolin
Roma-Dietro le Quinte è una rubrica quotidiana di Superscommesse, che si interessa di fare interviste riguardanti il mondo dello sport. Oggi abbiamo contattato il direttore di OkTennis, ovvero Daniele Azzolini per avere una visione globale del tennis internazionale. 

Dietro le Quinte è ormai una delle rubriche storiche di Superscommesse, sito leader in Italia per la comparazione delle quote, per la guida scommesse tennis, per le scommesse sulla Serie A.


Ign: justify;">Buongiorno Daniele. Ci racconti come e quando nasce il progetto Oktennis?
La nostra rivista, Matchpoint Tennis Magazine, aveva da tempo un suo sito, poco curato però e seguito da un esiguo numero di valorosi. Cercavo una soluzione definitiva, ed essa è giunta nel modo più naturale, tramite le amicizie e i buoni rapporti che nascono facendo il mestiere di giornalista e frequentando un bel po' di sale stampa. Un giovane collega di Palermo, Luigi Ansaloni, che allora guardavo con simpatia, e oggi ritengo bravissimo, in combutta con Enzo Cherici, Rossana Capobianco e Angelica Fratini, aveva un piano e me lo propose chiedendomi se me la sentivo di fare qualche piccolo investimento. Io non aspettavo altro… Be', non tanto di spendere, quanto di potermi affidare a un gruppo di giovani esperti di web, bravi a scrivere, con molte idee. Ho messo tutto in mano a loro e mi sono tenuto una sorta di super visione, chiedendo ai ragazzi cose strampalate, per esempio di scrivere bene e di ricordare regolette ormai un po' scadute. Loro mi hanno detto di sì, hanno totalmente ignorato le mie amate regolette, ma hanno messo in piedi un bel sito, con un giusto mix di cronache e commenti. Un sito che in tre anni ha superato i 40 mila contatti unici, proprio durante gli ultimi Us Open. Numeri che sbiadiscono rispetto a quelli di altre corazzate del web, ma che nel tennis italiano non sono affatto male. 


Come nasce invece la tua passione per il tennis?
Nasce nel 1976, a Paese Sera, avevo 21 anni, in una redazione di colleghi bravi e abbastanza litigiosi. Quando il caporedattore di allora, un tipo che mi faceva scrivere sette, otto pagine al giorno di notizie in breve, poi le buttava nel cestino senza nemmeno leggerle, dicendomi che tanto c'era chi poteva scriverle meglio di me. Ecco, quando quel caporedattore decise che il tennis era cresciuto al punto da meritare di essere seguito direttamente da un giornalista, e si rivolse agli anziani della redazione chiedendo chi volesse prenderlo in carico, tutti si rifiutarono temendo fosse una mossa per escluderli dal calcio. Allora lo affidò a me, l'ultimo arrivato, il ragazzino, per ripicca nei confronti dei "no" ricevuti. Il mio primo torneo fu quello di Roma 1976, il mio primo match visto dal vivo quello degli undici match point falliti da Warwick contro Panatta. Fu quell'inizio ad appassionarmi. Da allora ho seguito 102 tornei del Grande Slam da inviato, 21 finali di Coppa Davis, 20 edizioni del Masters, 39 Internazionali d'Italia, e sette Olimpiadi (sono otto in tutto, ma una era invernale), scoprendo di essere definitivamente diventato anziano proprio da questo vezzo di tenere i conti degli eventi nei quali ho lavorato.

Ci presenta il tuo team. Da chi è composta la redazione?
C'è una redazione della rivista e una del sito, che di volta in volta si fondono. Quella del sito, comunque, è guidata da Luigi Ansaloni, un giornalista di Palermo che sa scattare come pochi altri sulle notizie. C'è un desk "telefonico" (ragazzi che vivono un po' ovunque in Italia), e ci sono quelli che si occupano di proporre articoli, o di ricevere le nostre proposte. Altri articoli giungono dai collaboratori della rivista. Con Ansaloni mi consulto di continuo, poi, di tanto in tanto, butto lì una telefonata ad Angelica Fratini, che non è giornalista, fa tutt'altro mestiere, ma il naso da cronista ce l'ha, eccome. Le chiedo se il sito la stia annoiando, e perché. Mi faccio un'idea e torno a discuterne con Ansaloni. In tutto questo bailamme di telefonate e di consulti, il sito procede, viene aggiornato, escono articoli e commenti, foto e video. Non è un miracolo?

Molto seguito ha la rubrica riguardante gli aggiornamenti sui tornei Atp e Wta. Qual è il segreto di questo successo?
In realtà non so quale "zona" o "settore" del sito abbia il primato di attenzioni. Ovviamente, Atp e Wta offrono la materia prima, gli spunti che servono. Noi vogliamo fare un sito che diventi, con il tempo, una sorta di Disneyland tennistica. Notizie, commenti, interventi, interviste, divertimento, giochi, gossip (quello fatto bene, non le sparate tanto per fare). Siamo solo all'inizio, dateci tempo. Non proponiamo i commenti dei lettori, al momento. Stiamo decidendo che cosa fare. Forse lo faremo in una forma abbastanza nuova. Ci siamo trattenuti perché sappiamo che molti usano il web per dare corso a sfoghi personali, con un linguaggio a volte insopportabile, infarcito di insulti. E anche perché, a volte, si ha l'impressione che qualche perfida mente usi lo spazio concesso per altri scopi. 

Pensi che il ritiro della Pennetta sia definitivo?
Penso di sì, e mi sembra che le ultime dichiarazioni lo confermino. Non mi dispiacerebbe che Flavia continuasse per un po', perché è una ragazza interessante, ed è un piacere ascoltarla in conferenza. Ma sono troppo laico per non sapere che la decisione è solo sua, e che qualsiasi decisione finisca per prendere dovrà venire da ciò che sente dentro. Ed è quella l'unica cosa che conta. Comunque, Flavia è anche una ragazza sottilmente politica. Una delle sue ultime frasi penso che le verrà rubata da non pochi politici di professione. «Sono una donna libera», ha detto, «libera anche di cambiare idea». Astuta, no? Comunque, manca poco. Dopo le WTA Finals di Singapore sapremo che cosa ha voglia di fare.


Bolelli-Fognini sono attualmente tra i primi al mondo per ciò che riguarda il doppio maschile. Sono coppia eventualmente da medaglia olimpica?
Sì, decisamente. Giocano un doppio un po' fuori dagli schemi classici, ma sono fra i più forti che si dedicano a questa specialità. Insomma, sono tennisti veri.

Vorrei chiudere con un pronostico. Pensi che dopo lo straordinario successo della Pennetta agli US Open, riuscirà anche un uomo a trionfare in uno Slam?
Le tenniste più avvedute (una su tutte? Proprio la Pennetta) sanno bene che una cosa è il tennis maschile, un'altra quello femminile. «È sempre tennis», dicono, «ma è come fosse un altro sport». Di fatto, fra le ragazze esiste qualche spazio in più nel quale infilarsi, per tentare la scalata a una vittoria importante. C'è più emotività in campo, dunque più alternanza di risultati. Questo rende le sorprese non certe, né giustificate, ma più facili. Detto questo, se non era facile immaginare una caduta di Serena Williams, tanto meno lo è ipotizzare uno Slam in cui Djokovic, Federer, Nadal, Murray, e magari anche Wawrinka sciolgano tutti d'improvviso. Ciò nonostante, sperare è lecito. Così come sperare di trovare un campione nel tennis maschile. Lecito, ma senza esagerazioni. Da noi, in Italia, se nel 2016 si dovessero palesare dieci giovani atleti che hanno i geni per diventare campioni dello sport, sette finirebbero al calcio, e tre se li disputerebbero tutti gli altri sport, dal tiro con l'arco allo sci, dalla canoa al tennis. Può succedere, ovviamente, di scovare un campione fra quei tre, ma sarebbe una fortuna. Più facile fra le ragazze, dove non c'è il calcio a fare incetta. Lì occorre saperci fare, riuscire a far sì che le bimbe vengano conquistate dal tennis. Purtroppo, dopo questa generazione delle Pennetta e delle Schiavone, non ci sono in vista ricambi preziosi».
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

20h 49m Bayern M. - Atletico M.
1.67(1) - 4.00(X) - 6.00(2)
20h 49m Benfica - Napoli
2.55(1) - 3.50(X) - 2.90(2)
20h 49m Barcellona - Borussia M.
1.40(1) - 5.50(X) - 8.50(2)
20h 49m Manchester C. - Celtic G.
1.37(1) - 5.50(X) - 9.50(2)
20h 49m Paris Saint G. - Ludogorets R.
1.17(1) - 9.00(X) - 22.00(2)
20h 49m PSV E. - Rostov
1.75(1) - 4.00(X) - 5.50(2)
20h 49m Basilea - Arsenal
3.55(1) - 3.60(X) - 2.30(2)
01g 20h 49m Juventus - Dinamo Z.
1.14(1) - 10.00(X) - 29.50(2)