Nel7 Magazine: il calcio per comprendere la società che ci circonda

Giovedì 17 Marzo 2016, pubblicata da Martina Carella
Roma - Dietro le Quinte continua ad intervistare le migliori realtà editoriali del web italiano, oggi abbiamo svolto una piacevole chiacchierata con Andrea Leonetti, ideatore di Nel7 Magazine, progetto non solo sportivo ma anche culturale che dimostra come il binomio tra questi due mondi è possibile.

L'Intervista è presentata dal sito Superscommesse, piattaforma per il confronto quote dei vari bookmaker italiano con tutti i risultati della Serie A in tempo reale le scommesse Europa League
di oggi.

Buongiorno Andrea, come e quando nasce l'idea di Nel7 Magazine?

Il Magazine online Nel7 è nato dalla volontà di convertire l'avversità nei confronti del calciatore, ex-interista, Ranocchia e quella di esprimere giubilo ed esultare per la meravigliosa prestazione di Roberta Vinci contro Serena Williams. Questi i primi due input che mi hanno spinto a mettere nero su bianco i miei personalissimi punti di vista. Una settimana dopo, trovato il nome, disegnato il logo, pensato ad una struttura per il sito, ho incontrato Carlo e Pierluigi alla puntuale partita di calcio a 7 del lunedì e nelle chiacchiere pre partita, non essendo a conoscenza della loro precedente esperienza del Magazine Mondocalcio, ho raccontato della mia volontà di mettere su Nel7. Et voilà Nel7 Magazine! Dalla semplice passione per il calcio, l’unione dell’esperienza professionale di Carlo Maria Miele e grazie al contributo di Tommaso Lupoli, Piergiuseppe Mulas, Michele D’Urso, il progetto ha preso piede. 

Cosa differenzia il vostro magazine dagli altri esistenti sul calcio? C'è un tratto caratteristico che vi distingue? Ci sono altre persone che collaborano?

Sin dall’inizio abbiamo semplicemente deciso di non doverci differenziare da altri progetti paralleli ma semplicemente di sfruttare le nostre eterogenee esperienze mettendole a disposizione del gruppo. Ognuno di noi ha il suo motivo specifico per il quale scrivere: c’è chi lo fa di mestiere e chi semplicemente per gioco e questo modo di rapportarci alle tematiche che orbitano attorno al mondo del calcio, ci ha procurato nuovi contatti, dando vita ad ulteriori collaborazioni. Martina Ferla, la nostra quota rosa, che è stata una delle prime new entries, ora è la più assidua scrittrice e, a mio avviso, il valore aggiunto e punto fermo del Magazine. 

Nel sito abbiamo letto molte storie con un binomio perfetto tra calcio e cultura, può nascere un giornalismo diverso con contenuti di qualità o ruoterà sempre tutto intorno al gossip e alle notizie ad effetto?

Ti ringrazio Francesco per aver riconosciuto il binomio calcio / cultura e devo ringraziare soprattutto i miei collaboratori per l’impegno che ci mettono nel proporre contenuti atti ad arricchire in primis noi stessi. Personalmente credo che nel calcio sia tutto indispensabile e che, potenzialmente, sia possibile affrontare qualsiasi argomento: dal Gel di Cristiano Ronaldo alla corruzione che ha visto partecipe tutta la Fifa nel 2015, sino alla possibilità di spiegare il fuorigioco alle donne (mi riferisco all’articolo di Martina Ferla) e al miracolo dell’Albania. Credo sia proprio questa la bellezza delle opportunità che il calcio può regalarti.

Quest’anno la Serie A appare molto più combattuta ed interessante per quello che riguarda le prime posizioni ma la zona retrocessione, che coinvolge numerose squadre, sembra andare a rilento. Non si rischia così di spaccare il campionato in due? È giusta la soluzione di abbassare il numero delle squadre?

Nel mio ultimo articolo ho provato a fare una riflessione sul senso di ripetitività stantia che può provocare veder trionfare sempre le stesse squadre in Champions League e, a tal proposito, facendo riferimento ad un campionato che, al contrario, si è dimostrato tutt’altro che noioso. Mi sto davvero divertendo nel seguire l’ipotesi di scudetto del Napoli, la probabile vittoria del Leicester in Premier e le avventure della cenerentola Alessandria in Coppa Italia. C’è da rimanere inchiodati fino all'ultima giornata. 

Non ho una vera opinione in merito e davvero non so cosa potrebbe comportare in termini di cambiamento. Posso ipotizzare che potrebbero mancare più insidie alle Big e quando si tutelano o avvantaggiano le grandi società quasi sempre non sono d’accordo. 

Gira la voce di una possibile nuova superlega di calcio in stile NBA dove i club più importanti avrebbero il posto “fisso”. Avrebbe senso una mossa simile?

L’ipotesi della Superlega è ciò che più mi allontana dal Calcio! Riporto le parole del mio precedente articolo: “quanto inutile prestigio e che noia vedere sempre Barcelona, Real o Bayern vincere a turni alterni.” Un’idea di Stephen Ross proprietario dei Miami Dolphins, mossa , a mio avviso, solo dalla possibilità di pompare gli interessi economici dell’élite partecipante. La ritengo una cazzata che mette, anche se solo per un attimo, in discussione la vecchia Coppa dei Campioni, baluardo del calcio mondiale. 

L’Europa League quest’anno è più competitiva che mai, perché in Italia viene spesso snobbata? Anche quest’anno le formazioni italiane, eccetto la Lazio, sono tutte state eliminate appena superata la fase a gironi.

La prima coppa che ho visto alzare alla mia squadra del cuore è stata la Coppa Uefa e in quel momento ho capito che ogni sfida va onorata. Per un tifoso la cosa più importante è che la propria squadra alzi un trofeo, che sia esso europeo o nazionale, per questo motivo non posso accettare la possibilità che l'Europa League venga snobbata! In più oggi con l'eliminazione della Juventus dalla Champions, abbiamo la certezza del pessimo piazzamento nel Ranking Uefa e salutiamo, almeno per i prossimi due anni, il quarto posto in Champions! Incrociamo le dita per la Lazio, unica squadra italiana rimasta in gara in ambito europeo.

Concludiamo con i pronostici Champions League, prossimamente ci saranno i sorteggi per i quarti di finale. Chi riuscirà ad alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie?

Vado in controtendenza e in maniera provocatoria dico Psg, con conseguente pallone d’oro di Ibra a rompere il monopolio di Messi e Ronaldo. Sono stufo di veder vincere sempre gli stessi, indipendentemente dall'innegabile e indiscutibile valore (soprattutto dell’argentino).
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

17h 58m Villarreal - Steaua B.
1.36(1) - 5.25(X) - 12.00(2)
17h 58m FK Karabakh A. - Fiorentina
3.00(1) - 3.50(X) - 2.55(2)
19h 58m Sassuolo - Genk
2.25(1) - 3.50(X) - 3.50(2)
19h 58m Mainz - FK Gabala
1.33(1) - 5.75(X) - 11.00(2)
19h 58m Rapid V. - Atletico B.
3.30(1) - 3.65(X) - 2.30(2)
19h 58m Astra P. - Roma
2.95(1) - 3.75(X) - 2.50(2)
19h 58m Zorya L. - Manchester U.
13.00(1) - 5.00(X) - 1.36(2)
22h 03m Nizza - Krasnodar
2.45(1) - 3.50(X) - 3.10(2)