Mondiali.net: un focus sugli World Championships

Mercoledì 16 Novembre 2016, pubblicata da Martina Carella
ntervista Mondiali.net Intervista Andrea Fragass
Roma - Dietro le Quinte ha il piacere di intervistare Andrea Fragasso, esponente del sito sportivo Mondiali.net. Come facilmente si deduce dal nome del progetto, Mondiali.net rende suo punto cardine le notizie riguardanti i campionati mondiali  delle discipline sportive. In aggiunta ad un'ottima cura delle notizie più aggiornate, la rubrica "Mondiali" concede ai lettori di essere informati proprio sulla massima competizione internazionale, trattando tanto la pallavolo quanto il karate ed il calcio. Proprio a quest'ultimo è dedicata anche la sezione "Mondiali Story", una rassegna dei campionati mondiali a partire dalla prima edizione in Uruguay, quando ancora si alzava in cielo la Coppa Rimet. Buona lettura!
Vi ricordo che su SuperScommesse potete trovare le migliori quote del campionato brasiliano
 e le migliori quote della Bundesliga.

Salve, grazie per aver accettato l'intervista. Come si è sviluppata l'idea di Mondiali.net?
Salve e grazie a voi per l'invito, è un piacere essere in vostra compagnia. Siamo un gruppo di giovani e, oramai due anni fa, abbiamo deciso di lanciare un progetto, che fa capo alla media agency CTAWeb, per focalizzare l'attenzione sull'evento cardine di ciascuna disciplina sportiva, ovvero i Campionati Mondiali., senz'altro il momento più esaltante per ogni atleta e allo stesso tempo per ogni appassionato. Ci proponiamo, dunque, l'obiettivo di trattare in modo sistematico dalle anteprime fino ai bilanci finali le competizioni iridate delle varie discipline sportive, note e meno note. Non solo calcio dunque, ma sport a 360°. Ma c'è di più: siamo Mondiali perché abbiamo l'ambizione di raccontare ogni evento di caratura internazionale, svelandovi anche i retroscena che si celano dietro ogni gara. Poiché il calendario annuale è sempre più ricco di tali eventi, ecco che Mondiali.net si trasforma in “Il tuo appuntamento sportivo quotidiano”, come recita il nostro slogan: ogni giorno news e cronache sportive. Infine disponiamo di una sezione intitolata Mondiali Story: è un capitolo in continuo aggiornamento in cui è possibile ripercorrere pagine indelebili dello sport mondiale e rivivere quell'atmosfera magica che solo i grandi appuntamenti sanno regalare.

Come gestite e ripartite il lavoro all'interno del vostro staff?
Siamo un gruppo di 6 amici, oltreché colleghi, e per questo siamo molti affiatati e ci aiutiamo l'un l'altro. Il sottoscritto ha il compito di coordinare l'intero lavoro, nonché occuparsi in prima persona degli sport individuali, ciclismo in particolar modo, intervenendo poi in altre categorie in base alle necessità. Sulla stessa scia abbiamo, per esempio, l'acuto conoscitore di calcio e di sport di squadra in generale, oppure il genio dei pronostici, che quotidianamente fornisce preziose indicazioni su come ottenere profitto dallo sport. 

Quali fonti utilizzate, e quali sono le più utili e predilette, per poter seguire le numerose categorie di notizie?
La fonte primaria è la diretta dell'evento: non ci affidiamo a ciò che dicono o scrivono gli altri, seppur autorevoli; guardiamo con i nostri occhi e commentiamo secondo il nostro originale punto di vista. Certamente, inutile nasconderlo, ci vengono incontro preziosi database da cui estrapolare preziosi dati statistici e storici: in questo caso l'informazione straniera, anglosassone in particolare, appare ancora la più affidabile e tempestiva. In merito alla scelta degli eventi, tutto ciò che è Mondiale, ovvero internazionale, rientra nei nostri gusti. Siamo consapevoli di non poter trattare tutto in modo esaustivo, ma aspiriamo a crescere senza porci limiti.

Che ne pensate della situazione dello sport, e del calcio, in Italia rispetto alla situazione europea?
Dal punto di vista prettamente sportivo quale anno se non quello olimpico è il più indicato per tracciare bilanci di un movimento nazionale? Siamo tra i dieci grandi dell'Olimpo e teniamo botta al resto del globo in tante discipline, pur con le dovute , ed in certi casi marcate, differenze tra una disciplina e l'altra. 
Ma tali risultati di rilievo non devono far passare in secondo piano alcune importanti lacune che il nostro movimento presenta rispetto ad altri Paesi europei: si investe poco perché si continua a ritenere lo sport come intrattenimento fine a se stesso e non come veicolo di cultura e di valori che dovrebbero essere alla base di una società. Non si crede abbastanza nel valore dello sport a scuola , in cui bisognerebbe educare i giovani all'attività intesa come benessere psico-fisico, non si investe sugli impianti, non dimentichiamo l'aneddoto sull campione Armin Zooegeler che prima di Torino 2006 era costretto ad andare in Austria per potersi allenare su una pista di slittino. Inoltre si crede poco nei giovani, pensiamo al calcio, in cui la più forte squadra italiana, la Juventus, è ormai piena di stranieri e gli italiani appartengono perlopiù alla vecchia guardia. Ritengo che la crisi dello sport italiano, in questo senso, sia parte di una crisi culturale che affligge l'intero Paese.

Come ricordate oggi, e come avete vissuto, il successo italiano nei mondiali tedeschi del 2006?
Certamente il più bel ricordo sportivo della mia vita, e credo di poter parlare a nome dell'intera redazione. Ero molto piccolo il giorno della finale di Usa '94 tra Italia e Brasile e non ho che qualche vago ricordo; ma ho vissuto col groppo in gola il rigore fallito da Gigi Di Biagio a Francia '98 o il golden gol di Ahn in Corea del Sud nel 2002. Pensare di giungere in Germania e trionfare a casa di una delle più titolate squadre al mondo è stato a dir poco stupendo. E il momento più entusiasmante, difatti, è stato proprio in occasione della semifinale contro i tedeschi: lì, dopo aver vinto in quel modo, ho capito che saremmo diventati campioni del mondo. 

Come valutate la scelta di collocare il mondiale 2022 in Qatar?
Personalmente non sono contrario all'idea che lo sport vada ad abbracciare località nuove, come già accaduto per Sudafrica 2010. Lasciando da parte la questione sulle presunte pressioni che abbiano spinto i vertici FIFA a scegliere il piccolo stato della penisola arabica, ciò che bisogna valutare riguarda le condizioni climatiche con le quali si sarà costretti a fare i conti. Noi di Mondiali.net abbiamo trattato i recenti Mondiali di ciclismo su strada disputati proprio in Qatar e abbiamo raccontato le difficoltà degli atleti a correre con un'umidità altissima nonostante fosse il mese di ottobre. Credo, perciò, che la scelta più saggia sia quella di collocarli in un altro periodo dell'anno, a febbraio per esempio, per tutelare l'incolumità degli atleti, pur consapevoli che tutto ciò comporterà una rivoluzione nei calendari nazionali della stagione. 

Chiudendo con un pronostico: quale pensate sarà l'andamento della nazionale italiana nella strada verso il mondiale in Russia del 2018. Riuscite a sbilanciarvi su un possibile vincitore del torneo?
Ad un anno e mezzo di distanza è sempre difficile fare pronostici, soprattutto in virtù del fatto che ancora non abbiamo un quadro delle partecipanti alla fase finale e la composizione dei gironi. Alla fine, comunque, sul trend dei risultati delle recenti amichevoli internazionali, saranno sempre le stesse a giocarsi il titolo: la solida e sempre presente Germania, chiamata ad un pur arduo bis iridato; il Brasile che vorrà riscattarsi dalle ultime figuracce internazionali; l'Argentina che, sebbene non stia passando un gran momento, dispone di una rosa dall'alto potenziale, soprattutto in fase offensiva; la Spagna e la Francia. Quanto all'Italia, stiamo costruendo un gruppo giovane e bisogna dare tempo a Ventura di lavorare. Onestamente non vedo la nostra nazionale tra le favoritissime del torneo, ma sappiamo bene come l'Italia riesca a tirare il meglio di sé proprio quando è data per spacciata, del resto a Euro 2016 non godevamo di molta considerazione, ma siamo usciti soltanto dopo i calci di rigore contro i campioni del mondo.

Intervista a cura di Andrea Di Ceglie
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

22h 09m Chievo - Genoa
2.60(1) - 3.10(X) - 3.20(2)
23h 39m Benevento - Cesena
2.05(1) - 3.25(X) - 4.50(2)
23h 54m Deportivo La C. - Real S.
3.10(1) - 3.25(X) - 2.55(2)
01g 09m Middlesbrough - Hull City
1.83(1) - 3.60(X) - 5.40(2)
01g 09m Udinese - Bologna
2.05(1) - 3.35(X) - 4.20(2)
01g 23h 54m Bayern M. - Atletico M.
1.67(1) - 3.95(X) - 5.90(2)
01g 23h 54m Benfica - Napoli
2.55(1) - 3.40(X) - 2.90(2)
01g 23h 54m Barcellona - Borussia M.
1.36(1) - 5.50(X) - 9.00(2)