Mauro Icardi, talento garantito da Leo Messi

Martedì 1 Dicembre 2015, pubblicata da bellux
alento Sampdoria talento Icardi talento Argentina Icardi Sampdoria carriera Icardi Icardi Argentina talento Serie
Milano – Mauro Icardi, un'arma o un peso? Le recenti prestazioni dell'attaccante argentino dell'Inter hanno indispettito non solo i tifosi nerazzurri ma anche il tecnico Mancini che, quando si prospetta un big match con gara di sacrificio, tende a privilegiare una formazione titolare dell'Inter senza la punta ex Sampdoria. Icardi, infatti, non ha disputato la partita contro la Roma ed è stato sacrificato subito dopo l'espulsione di Nagatomo nella grande sfida del San Paolo contro il Napoli. Pochi palloni toccati, poca attitudine alla copertura sono state le principali critiche mosse all'attaccante che ha vinto la classifica marcatori della Serie A
nel 2014/15. Eppure Mauro Icardi, nato a Rosario (la stessa della "Pulga" Messi) in Argentina il 19 febbraio 1993, è cresciuto in una scuola, quella blaugrana, che fa del collettivo e del senso di appartenenza alla squadra l'architrave della propria filosofia calcistica.

All'età di 5 anni proprio babbo Juan Carlos, di origini piemontesi, iscrive Mauro Icardi al Club Infantil Sarratea, la piccola società giovanile del del barrio nord di Rosario, dove può iniziare ad esprimere la propria voglia di calcio. Nel 2002 però la famiglia Icardi scappa dell'Argentina a causa del crac economico che colpisce il paese e della tensione che si vive nella regione rosarina, stabilendosi nelle isole Canarie, a Las Palmas. Ovviamente i sogni di gloria non sono cambiati per Mauro Icardi che entra nell'Union Deportivo Vecindario. Nei 6 anni al club bianconero segna un numero di gol che sfiora i 400 e invitabilmente attira le attenzioni di moltissimi osservatori da tutta Europa.

Manchester United, Liverpool, Arsenal, Manchester City in Europa e Valencia, Deportivo La Coruna, Siviglia nella Liga si mettono sulle sue tracce, ma il primo club a fare una proposta seria è il Real Madrid, il cui responsabile degli osservatori vede in Icardi una vera promessa: "se continua così farà la storia del calcio". Papà Juan declina cortesemente la richiesta, dichiarando che la priorità di suo figlio è quella di terminare la scuola, ma nell'estate del 2008 Mauro Icardi passa al Barcellona che da subito è stata la sua preferenza.

Tra under 17 e under 19 con il Barcellona il giovane Mauro Icardi si farà apprezzare con 38 reti in due stagioni, ma poi stranamente i blaugrana, invece di lanciarlo con la prima squadra nella Liga, decidono, nel gennaio 2011, di cedere la punta alla Sampdoria in prestito, con la quale disputa il torneo di Viareggio (4 reti), e la fine del campionato Primavera. In estate la dirigenza genovese riesce a riscattarlo per soli 400 mila euro. In questo modo Mauro Icardi, blucerchiato a titolo definitivo, svolge la preparazione estiva con la prima squadra, anche se in seguito disputerà il torneo giovanile di cui alla fine risulterà capocannoniere con 19 gol.

L'esordio di Mauro Icardi con la Sampdoria in Serie B è col botto: entra al 75esimo al posto di Fornaroli nella gara di Castellamare di Stabia e in 15 minuti sigla l'1-2 che garantisce ai blucerchiati la matematica partecipazione ai playoff che riporterà la squadra di Genova in Serie A. Una settimana dopo per Mauro Icardi prima da titolare in Serie B nell'ininfluente Samp-Pescara 1-3. Ottenuta la promozione l'attaccante viene confermato ma parte come quarta punta. Il debutto in Serie A avviene il 26 settembre 2012, alla quinta giornata di Serie A della stagione 2012/13, in occasione di un Roma-Sampdoria terminato 1-1.

Ma ecco arrivare la parte migliore, con un'escalation davvero mozzafiato. Il 18 novembre 2012 prima realizzazione nella Serie A 2012/13, quella del 3-1 nel derby contro il Genoa. Il 6 gennaio 2013 Mauro Icardi si regala forse il momento più bello fino a questo momento con la doppietta rifilata a Buffon in Juventus-Sampdoria 1-2. E per finire il 27 gennaio l'argentino si regala uno straordinario poker durante Sampdoria-Pescara 6-0.

Molto movimentato fino a questo momento anche il rapporto con le nazionali. A sua tempo ci avevano provato le giovanili della Spagna, ma la risposta di Mauro Icardi fu un no secco. Nell'aprile del 2012 Evani lo inserisce nella lista dei convocati per l'under19 dell'Italia ma l'attaccante di Rosario ancora, vuole la "sua" Argentina. E l'estate scorsa Trobbiani lo chiama con l'Argentina under20 per un'amichevole in Germania e per un torneo a Valencia nel quale segna 3 reti. Inserito anche nei 22 che devono partecipare al Sudamericano sub20 in programma a gennaio 2013 in Argentina però Mauro Icardi é costretto dalla Sampdoria a rinunciare a causa degli infortuni di Pozzi e Maxi Lopez. La prima convocazione di Icardi nella Nazionale argentina arriva il 1° ottobre 2013, con debutto contro l'Uruguay il 16 dello stesso mese.

Mauro Icardi é un attaccante centrale, quello che viene definito una prima punta. Nonostante il fisico importante però (1,82 m x 75 kg) é tutt'altro che statico in area in attesa della palla giusta. Essendo cresciuto nalla masia catalana Icardi sa unire le qualità della punta rapace d'area di rigore e forte nel gioco aereo alle doti dell'avanti che scambia con i compagni, gioca di sponda, fa salire la squadra ma anche si allarga sulle fasce e aiuta in copertura. Tutto questo facilitato dall'uso di entrambi i piedi. Mauro Icardi deve migliorare da un punto di vista tattico e nella freddezza davanti alla porta, soprattutto nelle occasioni più "agevoli", ma per questo servirà l'esperienza e lo studio degli idoli Gabriel Batistuta e Samuel Eto'o.

Dopo lo straordinario mese di gennaio 2013 le big della Serie A hanno messo gli occhi su Icardi, soprattutto la Juventus e il Napoli volevano farlo proprio già nel mercato invernale, ma l'attaccante è stato acquistato dai nerazzurri nell'estate 2013 per 12 milioni di euro. Dopo una buona stagione 2013/14 con l'Inter, Icardi esplode nel campionato 2014/15, in cui realizza 22 reti in 36 partite.

Infine alcune curiosità su Mauro Icardi. Al momento dell'arrivo al Barcellona l'Adidas fa firmare u contratto di sponsorizzazione al ragazzo credendo da subito nelle "doti" di marketing. Inoltre il "canito", così é soprannominato, dopo l'1-2 in casa della Juventus ha ricevuto un sms dell'amico Messi che si complimentava per la doppietta a Buffon.


Carriera Mauro Icardi (aggiornata al 1 dicembre 2015)

2010-2011 Sampdoria (Primavera); 8 presenze, 4 reti
2011-2012 Sampdoria (Primavera); 23 presenze, 19 reti
2011-2012 Sampdoria (Serie B); 2 presenze, 1 rete
2012-2013 Sampdoria (Serie A); 19 presenze, 8 reti
2013-2014 Inter (Serie A): 22 presenze, 9 reti
2014-2015 Inter (Serie A): 36 presenze, 22 reti
2015-2016 Inter (Serie A): 12 presenze, 4 reti.
 
Argentina under20; 5 presenze, 3 reti
Argentina maggiore: 1 presenza, 0 reti
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

10h 37m Osasuna - Barcellona
18.00(1) - 8.00(X) - 1.20(2)
12h 37m Frosinone - Salernitana
1.98(1) - 3.35(X) - 4.60(2)
12h 37m Vicenza - Verona
4.20(1) - 3.30(X) - 2.15(2)
12h 37m Perugia - Pro V.
1.67(1) - 3.60(X) - 7.65(2)
12h 37m Spal - Spezia
2.20(1) - 3.15(X) - 4.00(2)
01g 10h 07m Cagliari - Napoli
7.00(1) - 4.40(X) - 1.60(2)
01g 12h 37m Torino - Juventus
4.75(1) - 3.60(X) - 1.92(2)
02g 18h 37m Roma - Milan
1.68(1) - 4.20(X) - 5.50(2)