La frustrazione dei numeri 1: quando il campione perde la testa (VIDEO)

Martedì 27 Ottobre 2015, pubblicata da francesco mattei
ampioni perdono test
Costruiti per vincere, nati per dominare. E le poche volte che questo non succede ci scappa la follia, il gesto che non ti aspetti. Condannabile? Certo. Umano? Altrettanto. E' la storia di grandi campioni che, abituati a spadroneggiare nel proprio sport, commettono un errore, una scorrettezza nel momento in cui sentono sfuggire qualcosa di storicamente proprio, il successo. Il calcetto di Valentino Rossi a Marq Marquez non è altro che questo, il gesto di un numero 1 che non accetta l'idea di salutare il motociclismo da secondo della classe
. Tutti gli sportivi con già addosso l'etichetta del fenomeno hanno un sogno nel cassetto, lasciare all'apice, concludere una storia già mostruosamente di successo con l'ennesimo sigillo. Valentino Rossi non è il primo e non sarà l'ultimo. Il contatto di Sepang è solo uno dei tanti episodi che la storia dello sport ci offre. Viene subito alla memoria la testata di Zidane a Materazzi o il morso di Mike Tyson a Holifield. E come non ricordare la spintarella di Schumacher a Villeneuve o il tamponamento di Senna al compagno di squadra Prost nell'89.

Il dibattito è accesissimo, è da condannare maggiormente la provocazione o la reazione? Per le risposte chiedere a Totti, sbeffeggiato dal danese Poulsen per tutta la partita, o a Cantona, irriso da un tifoso "omaggiato" poi con un calcio volante dal fenomeno francese.

Quando il campione perde la testa: gli episodi indimenticabili

Li abbiamo già elencati poco sopra, ora approfondiamo gli episodi più eclatanti in cui un campione dello sport ha spento l'interruttore della ragione, lasciandosi cullare dall'istinto puro.

1) La testata di Zidane a Materazzi

Quando ti giochi un mondiale alla tenera età di 34 anni e lo spaccone di turno insulta la tua famiglia può capitare di perdere il senno. Zinedine Zidane è l'emblema assoluto della fragilità di un uomo di fronte alle provocazioni reiterate. Chi oggi critica Marquez, nel 2006 avrebbe dovuto fare altrettanto con il buon Materazzi. Chi invoca l'amnistia per Rossi avrebbe dovuto invocarla anche per l'asso francese. Ma si sa, anche il tifo al pari della provocazione annebbia la mente.


2) Schumacher sperona Villeneuve

Epico duello nel mondiale di Formula 1 del 1997. Nel gp d'Europa, ultimo della stagione, entrambi i contendenti sono ancora in corsa per il titolo. Il tedesco della Ferrari precede in classifica il canadese di 1 punto. Al 47° giro il fattaccio: dopo numerosi attacchi Villeneuve riesce a passare Schumacher che reagiste tentando deliberatamente di eliminare il rivale speronandolo. Manovra non riuscita visto che la Ferrari del tedesco si parcheggia sulla sabbia mentre la Williams del canadese riesce a proseguire verso la bandiera a scacchi.


3) L'orecchio di Holyfield incontra le fauci di Tyson

E' il 1997 e Mike Tyson ha l'occasione di riprendersi il titolo mondiale dei pesi massimi, soffiatogli sei mesi prima proprio da Holyfield. Le cose non vanno come dovrebbero, Iron Mike si accorge che l'epilogo immaginato è ben diverso da quanto si sta verificando. A trenta secondi dal termine del terzo round Tyson sputa il paradenti e morde l'orecchio sinistro di Holyfield. Dopo un primo tentativo non andato a segno il buon Mike va a bersaglio, stavolta lacerando l'orecchio destro del rivale. L'arbitro, iniziamente, tollera il comportamento di Tyson ma deve fermare il match a seguito dell'ennesima aggressione.


4) Senna "parcheggia" Prost

Ancora motori con protagonisti due dei più forti piloti di sempre, Ayrton Senna e Alain Prost. Nella stagione 1989 sono compagni di squadra alla McLaren. Profondamente diversi uno dall'altro, il francese è il "professore" caldeggiato dal team e autore di diverse scorrettezze nei confronti del compagno di squadra lungo tutto l'arco del mondiale. Senna è il talento, il fenomeno al di sopra di ogni sospetto. Ma anche il brasiliano dice basta. A Suzuka, penultima gara del Mondiale, Prost detiene un vantaggio di 16 punti su Senna. Al 47° giro Ayrton tenta il sorpasso alla chicane del triangolo. In fase di frenata Senna uscì dalla scia dell'avversario e si portò tutto all'interno, mentre Prost cominciò a chiudere la traiettoria per impostare la curva in anticipo, conscio che un eventuale incidente avrebbe tolto di mezzo Senna dalla possibilità di vincere il titolo: il contatto era inevitabile, le due McLaren si agganciarono e scivolano assieme lungo la via di fuga in asfalto. Mondiale sfumato per Senna ma volete mettere la soddisfazione?


5) Cantona stile Karate Kid

Episodio borderline ma comunqe rimasto nella memoria di tutti. Parliamo del calcio volante con il quale Eric Cantona reagisce alle ripetute provocazioni di un tifoso avversario. E' giustamente ricordato come uno degli episodi di violenza più rilevanti dell'intera storia del calcio. D'altronde costò al francese una squalifica di 9 mesi. La curiosità è che anche il tifoso del Crystal Palace fu sanzionato con una settimana di carcere per le ripetute offese all'asso dello United.

tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

06h 16m Osasuna - Barcellona
18.00(1) - 8.00(X) - 1.20(2)
08h 16m Frosinone - Salernitana
1.98(1) - 3.35(X) - 4.60(2)
08h 16m Vicenza - Verona
4.20(1) - 3.30(X) - 2.15(2)
08h 16m Perugia - Pro V.
1.67(1) - 3.60(X) - 7.65(2)
08h 16m Spal - Spezia
2.20(1) - 3.15(X) - 4.00(2)
01g 05h 46m Cagliari - Napoli
7.00(1) - 4.40(X) - 1.60(2)
01g 08h 16m Torino - Juventus
4.75(1) - 3.60(X) - 1.92(2)
02g 14h 16m Roma - Milan
1.68(1) - 4.20(X) - 5.50(2)