Indiscreto: sport e cultura in un unico sito

Venerdì 16 Dicembre 2016, pubblicata da Martina Carella
Immagine indiscreto.it | indiscreto.it.png - 10320
Roma- Dietro le Quinte ha il piacere di presentarvi Stefano Olivari, responsabile del sito Indiscreto. Il portale cerca di offrire ai lettori un nuovo tipo di informazione, non solo legata al mondo dello sport, ma anche alla cultura, offrendo news sempre aggiornate e ben selezionate. Il direttore, inoltre farà considerazioni sullo sport, sui problemi ad esso legati e le possibili soluzioni. Buona lettura! Vi ricordo che su superscommesse potete trovare le migliori quote di Serie A, il calendario di Serie B e i pronostici di Champions League.

Buongiorno direttore, grazie per aver accettato il mio invito. Da quanto tempo è in attività il sito Indiscreto?

Grazie a voi per la considerazione. Indiscreto è attivo dal 2000 con diverse vesti grafiche, ma sempre con la stessa filosofia: sport e cultura pop, trattati con leggerezza e in una forma adatta al web. L'obiettivo alto, forse irraggiungibile, è sempre quello di emozionare informando, o informare emozionando. L'obiettivo realistico è invece quello di non annoiare.

Come è nata l'idea di creare un sito dedicato non solo allo sport, ma anche all'attualità e alla cultura?
È nata da una considerazione purtroppo ancora attuale: gli appassionati di sport vengono trattati dai media come persone di scarsa intelligenza. Nella migliore delle ipotesi, per citare la famosa frase di Berlusconi, "come ragazzini di dodici anni". Basta osservare certi titoli, che nella mente malata di molti giornalisti dovrebbero attirare il pubblico; chi è ignorante non legge in ogni caso, mentre chi è qualche passo avanti vorrebbe essere trattato come un adulto.

Quante persone collaborano al sito? Come viene gestita la mole di lavoro?
Le firme principali sono cinque, con i collaboratori occasionali si arriva alla ventina. Ognuno è responsabile di ciò che scrive, non esiste una linea di Indiscreto in alcuna materia. È ovvio che l'ok finale alla pubblicazione sia sempre il mio, per motivi di legge. Nel tempo i veri opinionisti di Indiscreto sono diventati i lettori, o meglio una élite dei nostri 30.000 lettori: basta confrontare i nostri commenti con quelli di altri siti per rendersi conto della differenza di qualità. Così i giornalisti possono e devono impegnarsi nel fornire spunti, più che a ribadire l'ovvio.

Quali sono le fonti che utilizzate maggiormente? Ci sono eventi che richiedono l'osservazione diretta?
L'osservazione diretta vince sempre, nell'era del web ancora di più, visto che l'appassionato può accedere alle stesse informazioni di base del giornalista. Le fonti sono molteplici, vista l'età media abbastanza alta di chi scrive, tutti noi abbiamo fatto in tempo a fare 'sul serio' il giornalista, creandoci contatti personali e informatori che abbiamo portato avanti nel tempo. Non siamo nati riciclando notizie di altri, al massimo le commentiamo, ma di sicuro non le copiamo come avviene da altre parti.

Tra i diversi sport di cui vi occupate quali sono i più seguiti dai lettori? C'è qualche sport che nel corso del tempo ha aumentato il numero di appassionati?
Il calcio domina sempre, come interesse dei lettori vale più di tutti gli altri sport messi insieme. Ho la sensazione che la frammentazione dell'ascolto televisivo stia portando alla scomparsa dell'appassionato generico di sport. Oggi si può seguire tutto della materia che interessa, mentre fino a una ventina di anni fa eri in qualche modo costretto a seguire anche altro: non dico che fosse meglio, perché si trattava di una imposizione, ma di certo era diverso. Nel 2016 molti calciofili degli altri sport conoscono a malapena Valentino Rossi e la Pellegrini. Ripeto, è solo una fotografia della realtà: non è che seguire il rugby sia un valore e seguire il calcio un crimine.

Secondo lei quali sono i problemi del mondo sportivo italiano? Come potrebbero essere risolti?
Il principale problema è la distinzione fra attività amatoriale e professionismo che si autofinanzia. Tutto ciò che sta in mezzo, attaccato soltanto alle lune di uno sponsor, può esserci o non esserci, ma di sicuro nella sua forma attuale è sovradimensionato. Mi rendo conto che con questo ragionamento resterebbero in piedi solo la Serie A di calcio e qualche squadra di pallacanestro, ma il professionismo non è una cosa per tutti. Non si può pretendere che lo Stato ti paghi per essere il ventesimo velocista italiano, tanto per fare un esempio, o che in questo momento dell'economia le aziende si mettano a investire nella pallamano.

Superscommesse è il primo comparatore in Italia di quote per scommesse sportive, quindi mi piacerebbe chiudere con un pronostico. Quale squadra secondo lei potrà vincere la Champions League? Chi invece l'Europa League?
In Champions League è difficile che si esca dal solito giro, fra quelle sette-otto corazzate vincerà come sempre quella con gli uomini chiave più in forma nel momento della verità. Il Barcellona è la squadra che a mio parare ha più campioni assoluti, con Iniesta sano lo vedo sulla carta leggermente più forte dei concorrenti, fra cui c'è la Juventus. L'Europa League è legata all'importanza che le si dà e all'essere più o meno in corsa per il campionato nazionale, per questo un Manchester United motivato è senza dubbio la squadra su cui puntare.

Intervista a cura di Selin Maddonni
tags:  
50€ subito

Scade tra 7 giorni

subito 10€

Scade tra 5 giorni

20€ subito

Scade tra 4 giorni

subito 20€

Scade tra 7 giorni

5€ no dep

Scade tra 7 giorni

Eventi più giocati

08h 55m Atletico M. - Siviglia
1.65(1) - 4.10(X) - 6.50(2)
09h 25m West Ham - Tottenham
6.00(1) - 4.40(X) - 1.61(2)
10h 55m Roma - Udinese
1.25(1) - 6.50(X) - 13.00(2)
10h 55m Bari - Ternana
1.72(1) - 3.55(X) - 6.00(2)
13h 55m Spal - Napoli
15.00(1) - 7.00(X) - 1.23(2)
16h 40m Juventus - Torino
1.44(1) - 5.00(X) - 8.50(2)
01g 08h 25m Sampdoria - Milan
3.90(1) - 3.75(X) - 2.05(2)
01g 10h 55m Inter - Genoa
1.30(1) - 6.00(X) - 12.00(2)