In Coda al Gruppo: riflettori puntati su chi chiude la fila

Domenica 11 Dicembre 2016, pubblicata da Martina Carella
Immagine incodaalgruppo.it | incodaalgruppo.it.png - 10301
Roma - Dietro le Quinte oggi ha il piacere di presentarvi Gian Luca Pasini, responsabile del blog In coda al Gruppo. La pagina porta avanti un tipo di informazione differente, poiché l'attenzione è focalizzata sugli "ultimi", su chi rimane indietro e "chiude la fila". Nel corso dell'intervista Gian Luca ci spiegherà come e quando è stato creato il blog, da chi è gestito, e quali sono gli obiettivi nel lungo periodo. Buona lettura a tutti! Vi ricordiamo che su SuperScommesse potete trovare la classifica serie B con alcune curiosità sul campionato cadetto.

Buonasera, grazie per aver accettato il mio invito. Da quanto tempo è in attività il blog "In coda al gruppo"?
Dal febbraio 2012, quando un camion in manovra stronca la vita a un collega di Gazzetta, Tod, Pier Luigi Todisco, che stava venendo a lavorare in bicicletta. Nasce così l'idea di lanciare un blog che guarda lo sport da una prospettiva diversa. Dal 2014 ho avuto l’esigenza di far diventare quel blog un impegno più concreto e soprattutto quotidiano.

Come è nata l'idea di creare un blog di informazione sportiva interamente dedicato a chi " rimane dietro" e "chiude la fila", quando nella maggior parte dei casi il pensiero è sempre rivolto a chi domina e vince?
Oltre a ricordare Tod c'è un altro interprete in questa storia: Candido Cannavò. Per molti anni bandiera, direttore ed emblema di questo giornale. Lui parlava coi potenti e con i campioni, ma di certo ha aperto il cuore della Gazzetta anche a chi non aveva voce. Decisive le sue battaglie nel mondo dello sport paralimpico, tanto per fare un esempio, ma anche per gli "ultimi" dello sport e della terra. Non a caso In coda al Gruppo è collegato con la Fondazione Cannavò.

Come vengono selezionate le notizie da trattare e quali sono le fonti maggiormente utilizzate? Quante persone collaborano per la realizzazione del sito?
Cerchiamo di allargare il più possibile la cerchia. Tutto o quasi lo sport sociale, molto sport paralimpico, storie di ultimi, il materiale non manca. Tecnicamente metto io le notizie sul blog, ma posso avvalermi da quel febbraio 2014 dell’insostituibile supporto di Alberto Francescut. Strada facendo si è aggiunta un'altra figura chiave in questa squadra, Elena Sandre, che cura anche la pagina Facebook di In coda al Gruppo. Poi la famiglia si è allargata con alcuni colleghi di Gazzetta e altre firme, più o meno occasionali.

Quali sono le notizie maggiormente apprezzate dai lettori? Secondo lei perché?
Dipende. Direi che nel campo dello sport paralimpico ci siamo ritagliati un spazio sempre crescente, ma i lettori hanno mostrato di apprezzare molte altre storie.

Il suo sito si impegna per il raggiungimento dell'uguaglianza sostanziale e la realizzazione del binomio donna - sport. Crede che sia ancora lunga la strada da fare prima di riuscire a superare questo tipo di discriminazioni?
Non è il mio, ma è uno dei blog di Gazzetta, credo moltissimo in questa forma di comunicazione. Non è solo una questione formale, si potrebbe dire, citando la rivoluzione cinese di altra epoca, che trattasi di una lunga marcia. Ci vorrà tanto tempo, ma anche qui la strada aperta da Cannavò è un solco profondo; non si può tornare indietro, ma non ci vorranno solo mesi, bensì anni. Temo, purtroppo.

Nello specifico, ritiene che nel corso del tempo in Italia ci sia stata un'accettazione maggiore riguardo lo sport femminile?
Non lo ritengo io, basta guardare la storia. In questo le grandi vittorie delle azzurre, in tutte le discipline, hanno spianato la strada al cambiamento. Ma un dato del Coni relativo alla pratica sportiva del 2015 in Italia è impietoso: su 4,1 milioni di praticanti le donne/ragazze sono poco più di un milione, appena un quarto. Qualcosa non va e ciò ha riflesso su altri aspetti sociali.

In conclusione quali sono gli eventi più importanti da segnalare ai nostri lettori?
In coda al Gruppo sogna di non avere "un evento", ma guarda lontano e vuole coprire, senza essere presuntuosi, spazi e territori sempre più grandi. Qualcosa è già cambiato, abbiamo cominciato con qualche notizia al giorno, 2-3 a volte, oggi arriviamo a 10 o 20, come durante le Paralimpiadi di Rio. Con un occhio sempre più attento alla parte multimediale: foto/video.

Intervista a cura di Selin Maddonni
tags:  
50€ subito

Scade tra 10 giorni

bonus 200€

Scade tra 8 giorni

20€ subito

Scade oggi! Affrettati!

subito 60€

Scade tra 8 giorni

550€ bonus

Scade tra 10 giorni

Eventi più giocati

05h 56m Palermo - Cittadella
1.95(1) - 3.35(X) - 4.50(2)
06h 11m Verona - Bologna
3.10(1) - 3.25(X) - 2.55(2)
06h 26m Brighton Hove A. - Stoke C.
2.60(1) - 3.20(X) - 3.52(2)
06h 26m SD Eibar - Real Betis S.
2.40(1) - 3.45(X) - 3.00(2)
01g 03h 26m Besiktas - Porto
3.35(1) - 3.25(X) - 2.52(2)
01g 06h 11m Napoli - Shakhtar D.
1.45(1) - 5.30(X) - 7.30(2)
02g 06h 11m Juventus - Barcellona
3.00(1) - 3.40(X) - 2.50(2)
02g 06h 11m Atletico M. - Roma
1.95(1) - 3.50(X) - 4.60(2)