Ilneroilrugby.it: tutto quello che c'è da sapere sulla palla ovale

Sabato 4 Febbraio 2017, pubblicata da Martina Carella
ntervista a Stefano Franceschi intervista ilneroilrugby.i
Roma - Dietro Le Quinte ha il piacere di parlare oggi di Ilneroilrugby.it, il portale con tutte le news dei diverse campionati e delle diverse nazionali della palla ovale. All'indomani dell'inizio del 6 Nazioni che vedrà coinvolta anche la nostra nazionale, il direttore e creatore del sito Stefano Franceschi, ci introdurrà nel fantastico mondo del rugby, spiegando come è nata l'idea di creare questo blog tanto seguito, dandoci anche il suo parere sul momento attuale di questo meraviglioso sport. Il direttore non mancherà infine di darci anche il consueto pronostico finale che riguarderà il 6 nazioni e la nostra nazionale. Buona lettura!
Vi ricordiamo che su Superscommesse potete trovare il calendario della Serie A, il calendario della Serie B e le migliori quote di Europa League.

Buongiorno direttore, per prima cosa le chiedo di raccontarci come e quando nasce il vostro sito? 
E’ un blog a tutti gli effetti. Nasce nel 2011 con l’idea di raccontare il rugby attraverso commenti ed opinioni, “ilneroilrugby.it” è quello che viene dopo, è dopo “il fatto”, dopo la notizia, per il rugby nel mondo del www questo spazio web è la conseguenza del momento sportivo ma per questo motivo, essendo “opinione”, ne è anche l’anticamera. Il Nero il rugby è un progetto, segue una sua linea.

Quali notizie possiamo trovare sul vostro sito? Quali appassionano di più i vostri lettori?
Dentro “Il Nero Il Rugby” si trovano commenti ed opinioni a fatti ed eventi sportivi rigidamente ovali, che si ritiene meritino un approfondimento. I commenti e le opinioni sono spesso raccolte da addetti ai lavori, da opinion leader del nostro rugby, sono riportate con stile di narrazione il più delle volte senza citare la fonte ma solo riferendo l’idea. Spesso, ma non sempre, nell’articolo di giornata ci sono anche le impressioni de “Il Nero Il rugby”. Altre volte si solleva un argomento e si termina la narrazione ponendo semplicemente una domanda e lasciando chi legge si dia una sua risposta, in questo caso “Il Nero il rugby” diventa un generatore di opinioni. 

Perchè scegliere di informarsi sul vostro sito?
Per realismo e per divertimento. Per realismo perché uno sport ha una sua dimensione in evoluzione, la sua evoluzione viaggia con le idee delle persone che vi partecipano e quindi tracciarne le opinioni aiuta a far crescere quello sport. Per divertimento perché lo sport è prima di tutto un gioco, non dimentichiamolo mai se non vogliamo fare la fine di quelli con la palla tonda. 

Pensa che il calcio in Italia oscuri troppo altri sport? Cosa farebbe per dare più risalto al rugby?
Il calcio in Italia oscura solo se stesso, ha perso la sua dimensione davvero sportiva, le continue trasmissioni di dibattito sul calcio e le partite, le une e le altre a tutte le ore di tutti i giorni hanno creato un vortice di buio che ha ribaltato la logica stessa dell’esistenza di quello sport. Non è più questione di oscurare nulla ormai il calcio dai più non è visto nemmeno come “sport” ma come “entertainment”. 
Il rugby deve fare la sua strada e tenere la sua linea senza scimmiottare altri sport. Al mondo del rugby deve essere chiaro, il calcio non è una strada da seguire, non è l’esempio. La questione dei canali tematici dedicati (internet, streaming, canali tv dedicati) è la strada maestra degli sport minori. 

Quanto manca alle squadre italiane, compresa la nazionale, per arrivare ai livelli più alti? Ci sono giovani che promettono una grande carriera?
L’Italia è ai livelli più alti nel rugby! E’ fra i primi quindici del mondo, è stata fra i primi dieci, la nostra Nazionale combatte per entrare nel gotha perché nell’Alto Livello ci siamo già. Diverso il discorso dei club, lì la questione è molto complicata, siamo KO, sono stati fatti errori importanti, grossi, costosi. Per riparare il tutto è in corso un dibattito in queste settimane: io credo se ne esca con la realizzazione di un grande campionato nazionale di alto livello. Per tutto il resto, a livello di club, facciamo delle vere franchigie se abbiamo i soldi altrimenti restiamo a casa nostra. 

Infine le chiedo un pronostico: come si comporterà la nostra nazionale al 6 nazioni? Chi vincerà la competizione secondo lei?
Per la vittoria finale direi Irlanda. Per noi i presupposti non sono buoni, il nuovo Coach O’Shea ha appena cominciato, ha fatto belle cose ma si parte da tanto indietro. In effetti però ci sono un paio di altre Nations che non godono di gran salute, il Galles ad esempio. Magari le disgrazie altrui ci aiutano. Direi che arriviamo quarti e facciamo fuori la Francia!

A cura di Andrea Pompeo 
tags:  
50€ subito

Scade tra 41 giorni

subito 10€

Scade tra 39 giorni

20€ subito

Scade tra 38 giorni

subito 20€

Scade tra 41 giorni

5€ no dep

Scade tra 41 giorni

Eventi più giocati

10h 57m Tottenham - Chelsea
2.38(1) - 3.50(X) - 3.65(2)
11h 57m Atalanta - Roma
3.30(1) - 3.50(X) - 2.35(2)
14h 12m Barcellona - Real Betis S.
1.20(1) - 9.00(X) - 21.00(2)
14h 42m Bologna - Torino
3.30(1) - 3.35(X) - 2.38(2)
14h 42m Crotone - Milan
6.75(1) - 4.50(X) - 1.60(2)
14h 42m Inter - Fiorentina
1.62(1) - 4.33(X) - 6.50(2)
14h 42m Sampdoria - Benevento
1.70(1) - 4.00(X) - 6.00(2)
14h 42m Udinese - Chievo
2.10(1) - 3.35(X) - 3.80(2)