IlMilanista: il sito dedicato al mondo rossonero

Domenica 2 Ottobre 2016, pubblicata da Martina Carella
ntervista IlMilanista intervista Francesco Maiocch
Roma - Dietro le Quinte oggi ha il piacere di farvi conoscere il sito IlMilanista.it. Francesco Maiocchi, giornalista del sito, ci spiega come è nato il portale e quali notizie vengono trattate, facendo anche qualche considerazione sul calcio italiano e sul prossimo futuro del Milan. Buona lettura a tutti! Vi ricordo che su Superscomesse potete trovare i pronostici per le giornate di Champions League e tutti i risultati della Serie A

Buongiorno Francesco, è un piacere intervistarti. Quando e perchè nasce il sito Il Milanista.it?

Buongiorno e grazie dell'in
Tervista. IlMilanista.it, assieme a Cittaceleste.it e Juvenews.eu, è uno dei siti che compongono la Geo Editrice. Il nostro sito in particolare nasce dall'omonimo giornale che veniva distribuito a San Siro in occasione delle partite casalinghe del Milan. Con il tempo e con l'evolversi del mondo dell'informazione ci siamo trasferiti sul web. Da diversi mesi siamo diventati parte della famiglia di Gazzanet, che, dopo nemmeno un anno dalla sua fondazione, è diventato il secondo sito editoriale sportivo in Italia. Posizionandosi dietro solo a Gazzetta.it, da cui è nato.

A cosa è dovuta la sua passione per il calcio e in particolare per il Milan?
In famiglia sono tutti nerazzurri e, in effetti, le partite di calcio che si vedevano a casa erano solo quelle della Nazionale. Da piccolo simpatizzavo per i rossoneri, ma seguivo davvero poco il campionato e a malapena sapevo i nomi dei calciatori più famosi. La passione è nata con l'acquisto di Kakà. Ricordo che mio zio, da buon interista, mi disse: 'con quel nome non andrà lontano". Io risposi che aveva una faccia simpatica e iniziai a seguirlo sperando che mi facesse vincere questa scommessa familiare. Mi innamorai subito del suo talento e di conseguenza del Milan.

Il sito "Il Milanista" è sempre aggiornato e ricco di news, come scegliete le notizie da trattare?
Il mondo dell'informazione sta cambiando molto rapidamente. L'utente non vuole più leggere semplicemente la notiza, ma diventarne parte attiva. Ormai i social network, twitter e instagram in particolare, sono sempre più importanti. Non è un caso che spesso e volentieri la reazione dei tifosi sui social sia uno dei temi più letti o che molte delle notizie arrivino proprio dai social. In generale i giornali esteri ci danno moltissimo da parlare soprattutto quando trattiamo il mercato.

Ritiene che il campionato italiano sia ancora uno dei più affascinanti, oppure nel tempo ha perso prestigio?
Sicuramente ha perso prestigio, ma assolutamente non ha perso fascino. Mi spiego. La Bundesliga è uno dei campionati più prestigiosi. Allo stesso tempo è, a mio parere, il più noioso di tutti con una sola squadra che vince sempre con largo distacco. In Liga, tolte le 3 grandi, il livello è molto basso, per non parlare della Ligue 1. Il più affascinante è senza dubbio la Premier visto che le big sono diverse. In Italia abbiamo sì la Juventus che ha qualcosa in più delle altre, ma ogni formazione può dire la sua. Le milanesi, nonostante gli ultimi anni, saranno sempre seguite. Il Napoli col gioco di Sarri sta pian piano conquistando fama. In definitiva a mio parere, dopo la Premier, è la Serie A il campionato più affascinante.

Secondo lei la cessione della società ai cinesi può riportare il Milan al prestigio che ha sempre avuto, soprattutto a livello europeo?
Credo che nessuno al mondo possa dire come sarà l'Ac Milan il prossimo anno. Non si conoscono nemmeno tutti i membri della cordata, figuriamoci sapere le loro intenzioni. Io personalmente credo poco alle notizie uscite nei giorni scorsi sui finti documenti, alla fine ci sono 100 milioni di caparra pagati, se non è questa una garanzia cosa può esserlo? Ci vorrà tempo e programmazione, ma sono fiducioso, il loro interesse è guadagnare e per farlo devono vincere.

Possiamo aspettarci importanti colpi di mercato nella sessione invernale? Negli ultimi giorni si parla di un probabile ritorno di Zaza in Italia dopo la parentesi West Ham.
Non mi aspetto, al contrario di quanto si dice, un grande mercato di gennaio, difficilmente le big cambiano a stagione in corso. Oltretutto bisogna convincere giocatori abituati a grandi palcoscenici a non giocare nemmeno l'Europa League. Al di là dei proclami, è molto più intelligente spendere meno, ma in modo più oculato. Quest'estate il Milan ha speso 30 milioni per comprare panchinari, non era meglio un solo centrocampista o un difensore di livello? Qui sta la differenza. La Juve scudettata del primo anno di Conte aveva Vucinic, Matri, Iaquinta, poi negli anni è tornata ad essere un top club europeo comprando due top player a stagione. Così dovranno fare i cinesi se vogliono tornare grandi, avere pazienza e fare un progetto per tornare in Champions in un paio d'anni, non in 6 mesi. Non comprare grandi nomi a caso con la smania di tornare subito competitivi, questo è stato l'errore di questi anni che non bisogna ripetere.

Dopo "Casa Milan" i tifosi aspettano uno stadio di proprietà, all'avanguardia e soprattutto non condiviso. Crede sia un progetto realizzabile?
Personalmente sarei molto triste se alla fine si decidesse di abbandonare San Siro. Lo stadio di proprietà è obbligatorio ormai, ma sarebbe ancora più bello se questo fosse proprio San Siro. Tra l'altro il Meazza è stato ristrutturato lo scorso anno per la finale di Champions, la parte più difficile sarà convincere l'Inter. Alla fine le milanesi avranno di certo uno stadio a testa, non può essere altrimenti.

Superscommesse è il primo comparatore in Italia di quote per scommesse sportive,vorrei che facesse un pronostico sulla Serie A. Quale squadra secondo lei conquistaerà il titolo alla fine del campionato? La Juventus è davvero la favorita?
La Juventus è senza alcun dubbio la favorita, vincere però è un'altra cosa. Il Napoli ha un gioco che ammiro tantissimo e può contendere il titolo fino alla fine. Tutto dipenderà dalla Champions. La Coppa, soprattutto nella parte finale, toglie tantissime energie  a livello mentale. La Juve vuole vincerla e può lasciare diversi punti per strada, dipenderà tutto da fino a che punto si avventurerà la Juventus in Champions. Se uscirà presto come lo scorso anno, non ce ne sarà per nessuno, se invece arriverà in fondo ecco che il Napoli potrà allungare sui bianconeri. La Roma, non me ne vogliano i giallorossi, la vedo un gradino sotto, non a livello di organico, ma a livello mentale, se Totti, un campione eccezionale, conta più del bene della squadra, allora lo scudetto è molto lontano.

Intervista a cura di Selin Maddonni
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

01h 25m Bordeaux - Monaco
3.90(1) - 3.50(X) - 2.15(2)
02h 25m Crotone - Pescara
3.00(1) - 3.30(X) - 2.80(2)
02h 55m Leicester C. - Manchester C.
5.10(1) - 4.05(X) - 1.73(2)
05h 10m Sampdoria - Lazio
3.50(1) - 3.60(X) - 2.45(2)
05h 10m Real M. - Deportivo La C.
1.20(1) - 8.00(X) - 19.00(2)
20h 55m Cagliari - Napoli
6.50(1) - 4.45(X) - 1.60(2)
23h 25m Torino - Juventus
4.75(1) - 3.60(X) - 1.92(2)
02g 05h 25m Roma - Milan
1.68(1) - 4.20(X) - 5.50(2)