Il Pallone Racconta: Il vecchio baule pieno di storie e ricordi bianconeri

Lunedì 21 Luglio 2014, pubblicata da Martina Carella
ntervista Il Pallone Racconta Intervista Stefano Bedesch
Roma - Torna, come ogni lunedì, Dietro le Quinte, la rubrica di Superscommesse dedicata a retroscena, avvenimenti e curiosità sul mondo del calcio e non solo.

Ospitiamo oggi Stefano Bedeschi, Direttore Responsabile di Il Pallone Racconta, il blog dedicato ai personaggi e ai successi juventini.

Buongiorno Stefano, come e quando nasce Il Pallone Racconta?

La mia storia comincia nel 2004. Sono entrato nel forum “J1897” per gioco e per curiosità, diventando moderatore dopo poco tempo. Poi, dopo un paio di anni, con amici abbiamo creato “Vecchiasignora”. Su questi due grandi forum bianconeri pubblicavo le mie biografie e, considerato il grande successo che riscuotevo, ho pensato di aprire un mio blog. Oggi, dopo circa sette anni, ho quasi raggiunto il milione di visite, un risultato inaspettato. Dal blog è nata anche l’idea di scrivere il mio primo libro, che si chiama appunto “Il pallone racconta”.

Ci racconti la tua prima volta al Delle Alpi in qualità di tifoso bianconero?
Certo, non potrei mai dimenticarmela. Era il 9 marzo del 2005 e si giocava Juventus
-Real Madrid. Fu una partita esaltante ed emozionante, che vide la vittoria dei bianconeri per 2-0, con il famoso goal di Zalayeta nei supplementari. Mi ricordo benissimo l'esplosione di gioia al goal del "Panterone". Un'emozione provata raramente. Poi, sono stato parecchie volte ancora al Delle Alpi e posso assicurare che non ho mai amato questo stadio. Tutt'altra cosa lo Juventus Stadium. Si respira gloria non appena varcata la soglia.

Quali notizie possiamo trovare sul blog?
Si possono trovare le biografie di quasi tutti i giocatori e gli allenatori che hanno avuto l'onore di indossare la maglia bianconera. Poi i racconti dei grandi successi e le partite (importanti o meno) della Juventus ed anche le biografie di grandi campioni in ogni epoca. E tante, tante storie di calcio. Tutto questo, puntando più sull'aspetto umano delle varie vicende che su quello sportivo. Caratteristiche che ho sempre mantenuto in tutti i miei scritti. In più si possono trovare due sezioni di libri: una dedicata a quelli da me pubblicati, l'altra dedicata alle pubblicazioni di amici.

Nella rubrica 'Giocatori', sono passati molti campioni juventini di oggi e di ieri. Qual è l’atleta che ti ha sorpreso maggiormente sul piano personale?
Lo so di essere banale, ma dico Gaetano Scirea e Ale Del Piero. Questi giocatori hanno dimostrato in ogni gesto e in ogni parola cosa vuol dire far parte della Juventus. Il mio idolo da bambino era, invece, Pietro Anastasi. Tanto è vero che ho pianto, quando è passato all'Inter.

Hai scritto diversi libri, la maggior parte dei quali dedicati a grandi campioni del calcio nostrano e non solo. Chi sarà il protagonista del tuo prossimo lavoro?
Sto completando il terzo e ultimo libro della trilogia "Di punta e di tacco": si parlerà degli anni Sessanta e Settanta. Quindi, grandissimi campioni come Pelè, Cruijff, Platini, Best, Charlton, Eusebio, tanto per citarne qualcuno. Ma anche tragedie quasi dimenticate, come quelle di Beatrice e di Taccola, di Curi e Re Cecconi. Poi sto cominciando un'opera che ritengo abbastanza ambiziosa. Racconterò, infatti, della Juve di Heriberto Herrera. Cinque anni con l'acceleratore al massimo: dal litigio con Sivori, al tredicesimo scudetto conquistato all'ultima giornata, fino alla favolosa semifinale di Coppa dei Campioni persa contro il Benfica dell'immenso Eusebio.

Conte lascia la squadra dopo tre stagioni meravigliose. Quanto peserà la sua assenza?
Conte sicuramente lascerà un grande vuoto. Fra noi tifosi, perché ci ha regalato tantissime emozioni sia da giocatore che da allenatore. Nella squadra, perché oltre ad essere un ottimo allenatore, è anche un grandissimo motivatore ed è indubbio che abbia contribuito tantissimo alla conquista dei tre scudetti consecutivi. Ma la Juventus è formata da grandi giocatori, la società è forte e sana, le basi sono solide. Sono sicuro che continuerà a vincere.

Allegri è approdato alla panchina bianconera. E' l'uomo giusto per la Juve? E quali sono le aspettative della piazza riguardo al nuovo arrivato?
Sinceramente non apprezzo molto Allegri come allenatore, non mi piaceva il suo modo di far giocare il Milan. Anche se, quando si ha in squadra un fenomeno come Ibrahimovic, non sono molto importanti gli schemi: basta dare la palla a lui e il gioco è fatto. Però, è lampante il fatto che, alle prime difficoltà, non abbia saputo reagire e si sia lasciato trascinare nel marasma della squadra-società rossonera. C'è da dire che alla Juve, come ho scritto sopra, troverà tutt'altro ambiente e una squadra abituata a vincere. La speranza è che possa fare bene.

Napoli, Roma, Fiorentina, Milan, Inter: qual è la squadra rivale che temi di più?
Io temo solo la Juventus. Nel senso che credo che la squadra bianconera resti assolutamente la più forte. Se non ci saranno ripercussioni dalla vicenda Conte e se i giocatori non subiranno troppo lo stress del Mondiale, credo che anche quest'anno non ci sarà storia. Con questo non voglio sminuire gli avversari, anche se credo che le milanesi e la Fiorentina non abbiano le qualità per potersi inserire nella lotta al vertice. Stessa cosa per il Napoli che abbiamo visto un pochino allergica ai grandi successi. La Roma è sicuramente una grandissima squadra e sta agendo molto bene sul mercato. Ma non dobbiamo dimenticare che avrà l'impegno europeo che spreme tantissimo i giocatori, sia dal punto di vista fisico che mentale. Soprattutto, a chi non è abituato a combattere su più fronti.
tags:  
1000€ !!!

Scade tra 6 giorni

bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

20€ subito

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

5€ no dep

Scade oggi! Affrettati!

Scommesse più giocate

14h 43m Verona - Pisa
1.62(1) - 3.55(X) - 7.50(2)
17h 13m Vicenza - Brescia
1.85(1) - 3.50(X) - 5.00(2)
17h 13m Salernitana - Ascoli
1.80(1) - 3.55(X) - 5.35(2)
17h 13m Ternana - Avellino
2.50(1) - 3.10(X) - 3.25(2)
17h 13m Spal - Frosinone
2.20(1) - 3.15(X) - 3.70(2)
17h 13m Carpi - Perugia
2.30(1) - 3.00(X) - 3.70(2)
17h 13m Latina - Pro V.
2.30(1) - 3.00(X) - 3.80(2)
02g 22h 58m Olanda - Italia
2.80(1) - 3.20(X) - 2.70(2)