I ritorni più clamorosi nello sport

Domenica 1 Gennaio 2017, pubblicata da geilezeit
Immagine Michael Jordan ai Chicago Bulls | michael_jordan_ai_chicago_bulls.jpeg - 10371
A volte dimenticare è difficile, così come andarsene da un luogo che ti ha dato tanto, sia dal lato umano sia dal lato professionale. Un po' quello che accade nello sport, fatto di tenacia, fatica ma anche di sentimento ed emozionalità. Quei sentimenti che tante volte in passato, e tante altre ancora in futuro, hanno fatto avvenire dei ritorni clamorosi nello sport, magari dopo un ritiro dalle attività agonistiche oppure dopo aver lasciato una squadra speciale e ritrovarla dopo tanti anni. Di casi di grandi ritorni nello sport ce ne sono a bizzeffe, a volte andati bene altre un po' meno. Un esempio di "ritorno flop" è quello di Ian Thorpe, un'atleta che fa parte di quella ristretta schiera dei ritiri anticipati nel mondo dello sport: dopo cinque ori olimpici si ritira nel 2006 soli 24 anni per poi ritentare il ritorno sette anni più tardi nel tentativo di qualificarsi alle Olimpiadi di Londra 2012, tentativo fallito su tutta la linea. Anche nel calcio conosciamo tante storie che ci fanno pensare come le minestre riscaldate non siano poi la miglior soluzione, anzi. Ricordate i ritorni al Milan di Kakà o di Shevchenko? Due giocatori che con la maglia rossonera avevano vinto tutto ma che alla loro seconda esperienza al Milan hanno brillato ben poco. 

Nell'anno appena concluso, un altro ritorno nel nostro campionato non è andato a buon fine. Quello di Roberto Mancini sulla panchina dell'Inter. Nel biennio 2014/2015 e 2015/2016 il Mancini 2.0 all'Inter non ha avuto gli stessi frutti che ebbe dal 2004 al 2008. Ovviamente quella di allora era un'altra squadra, del tutto diversa da quella di adesso, ma la rosa di quest'anno ha un certo bagaglio tecnico. Nel calcio i ritorni forse è meglio lasciarli da parte, mentre per altri sport tra poco vi presentiamo esempi di grande successo. Prima però vediamo alcune quote sui prossimi esoneri in Serie A. Tra i tanti allenatori del nostro campionato ne troviamo un altro alla sua seconda esperienza sulla stessa panchina a distanza di anni: parliamo di Luciano Spalletti, che al momento sembra poter restare saldamente alla guida dei giallorossi:

AllenatoreEurobet
Corini esonerato entro il 28/05?SI @ 1.95 - NO @ 1.75
Sousa esonerato entro il 28/05?SI @ 2.95 - NO @ 1.35
Di Francesco esonerato entro il 28/05?SI @ 4.00 - NO @ 1.20
Pioli esonerato entro il 28/05?SI @ 4.00 - NO @ 1.20
Spalletti esonerato entro il 28/05?SI @ 10.00 - NO @ 1.02

I grandi ritorni nello sport


Paul Scholes
: un grande campione che lasciava il calcio dopo una finale persa. Questa era la storia che stava scrivendo Scholes quando nel 2011, dopo aver perso contro il Barcellona nella finale di Champions League, decideva di chiudere gli scarpini nell'armadietto per sempre. Solo il suo mentore Sir Alex Ferguson riuscì a convincerlo nel gennaio del 2012 a tornare a vestire la maglia dei Red Devils per l'ultima volta, portandolo a vincere la Premier League nel maggio del 2013, anno del suo definitivo ritiro dal calcio.

Michael Schumacher: era il 22 ottobre del 2006 quando tutto il mondo dei motori e non solo rendeva omaggio a quella che quel giorno sarebbe dovuta essere l'ultima gara in Formula Uno del campione tedesco. Il condizionale è d'obbligo, perché ci permette di legarci al ritorno in pista avvenuto nel 2009 al volante della Mercedes che gli offrì un triennale fino al 2012, anno del definitivo addio, prima del tragico incidente l'anno dopo sulla neve a Méribel.

Bjorn Borg: lui è un altro di quelli per il quale ci possiamo legare al discorso che facevamo in apertura per Thorpe. A 27 anni nel 1983, nel pieno della sua carriera, lascia il tennis. La finale persa nel 1981 agli US Open contro lo storico rivale McEnroe ha fatto la sua parte, visto che da quel momento Borg non è più tornato sui suoi livelli. Dieci anni più tardi dal suo ritiro tentò di tornare nel grande tennis con risultati scadenti, delusioni che lo allontanarono definitivamente dallo sport agonistico.

Michael Jordan: il più grande cestista della storia. Con i Chicago Bulls MJ ha vinto sei volte il titolo NBA. Solo una precisazione però: dopo i primi tre anelli Jordan si era momentaneamente dato al baseball dilettantistico, in poche parole aveva detto addio al basket. Ritiro avvenuto nell'ottobre del 1993. Dopo 17 mesi, nel marzo del 1995 Michael Jordan torna ai Bulls conquistando altri tre anelli ('96, '97 e '98). Air tornò poi una seconda volta, perchè dopo essersi ritirato nel 2001 a 38 anni, tornò di nuovo sul parquet per giocare due stagioni con i Washington Wizards.


tags:  
50€ subito

Scade tra 11 giorni

subito 10€

Scade tra 9 giorni

20€ subito

Scade tra 8 giorni

subito 20€

Scade tra 11 giorni

5€ no dep

Scade tra 11 giorni

Eventi più giocati

03h 02m Parma - Empoli
2.55(1) - 3.10(X) - 3.15(2)
03h 02m Bari - Cremonese
2.05(1) - 3.25(X) - 4.20(2)
03h 02m Ascoli - Frosinone
4.33(1) - 3.50(X) - 2.00(2)
03h 17m Bologna - Inter
6.00(1) - 4.25(X) - 1.65(2)
01g 32m Benevento - Roma
9.50(1) - 5.50(X) - 1.36(2)
01g 03h 17m Milan - Spal
1.25(1) - 6.50(X) - 13.50(2)
01g 03h 17m Juventus - Fiorentina
1.35(1) - 5.25(X) - 9.50(2)
01g 03h 17m Lazio - Napoli
3.60(1) - 3.75(X) - 2.10(2)