Squalifica Higuain: ecco le ragioni del ricorso del Napoli

Mercoledì 6 Aprile 2016, pubblicata da geilezeit
spulsione Higuain squalifica Higuain higuain ricorso napoli higuai
Si attendevano sviluppi sul caso della squalifica a Gonzalo Higuain e puntualmente eccoli arrivati. La società del Napoli tramite i suoi legali sta preparando il ricorso da presentare alla Corte d'Appello sperando in una riduzione della squalifica stessa da quattro a tre giornate, così da permettere al capocannoniere della Serie A di scendere in campo nello scontro diretto e decisivo contro la Roma. Le motivazioni e le ragioni sulle quali i legali del club partenopeo si concentreranno si soffermano sull'involontarietà del Pipita di poggiare le mani sul petto dell'arbitro, ma spieghiamoci meglio. L'avvocato Grassani vuole smentire, o almeno tenterà di farlo, quanto dice il comunicato di Tosel soprattutto quando Higuain è incolpato di aver "rivolto all'Arbitro un'espressione ingiuriosa e compiuto nei suoi confronti un gesto irriguardoso, fronteggiandolo e ponendogli entrambe le mani sul petto". La strategia verterà sul fatto che l'atto dell'argentino di poggiare le mani sul petto del direttore di gara sarebbe un gesto istintivo, in quanto è l'arbitro Irrati ad andare verso il giocatore. Stando a quanto dice il comunicato è invece Higuain a fronteggiare l'arbitro mentre per i legali del Napoli sarebbe accaduto esattamente il contrario. Avallata questa tesi allora la riduzione della squalifica diventerebbe più probabile, inoltre il precedente Borja Valero del 2014 fa ben sperare. Per il verdetto ci sarà da attendere parecchio, per il momento Higuain farà parte degli squalificati della Serie A
 per quattro turni, saltando così Verona, Inter, Bologna e Roma.

Questo il comunicato del giudice sportivo Tosel nella sua interezza, relativo alla squalifica ad Higuain: "doppia ammonizione per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (una giornata); per avere inoltre, al 31° del secondo tempo, all'atto dell'espulsione, rivolto all'Arbitro un'espressione ingiuriosa e compiuto nei suoi confronti un gesto irriguardoso (art. 19, n. 4 lett. a) CGS), fronteggiandolo e ponendogli entrambe le mani sul petto; per avere, infine, assunto un atteggiamento aggressivo nei confronti di un avversario, venendo trattenuto dai propri compagni di squadra".

Gli altri episodi simili accaduti in stagione

Arrivati ormai alla trentaduesima partita da giocare in campionato possiamo riportare alla mente altri episodi simili in cui i diretti interessati a volte sono stati trattati con maggior clemenza. È questo l'esempio del caso Bonucci, il più recente ed eclatante specialmente per la mancata sanzione. Era il 20 marzo e durante il derby con il Torino il difensore bianconero si è avvicinato a muso duro a Rizzoli appoggiando la propria testa su quella dell'arbitro in un gesto intimidatorio assimilabile ad una "testata". In quel caso Bonucci fu semplicemente ammonito per proteste e la squalifica arrivò solo perché diffidato. Agganciandoci alla situazione Bonucci-Rizzoli vi proponiamo poco più sotto una tabella nella quale abbiamo deciso di riportare tutti i casi in cui i giocatori sono stati espulsi per proteste o per comportamenti ingiuriosi nei confronti degli ufficiali di gara, riportando per filo e per segno le decisioni del giudice sportivo estrapolate dai comunicati ufficiali, oltre le relative squalifiche. Questo per capire se in campo esiste sempre omogeneità e coerenza nel giudicare e sanzionare questi episodi quando accadono. Quello successo tra Bonucci e Rizzoli già smentisce questa parità di giudizio. Tra l'altro lo stesso Irrati era anche l'arbitro addizionale di Torino Juventus che ha concesso il rigore al Torino e che oltre a beccarsi le iniziali proteste veementi di Bonucci ha visto in prima persona l'atteggiamento intimidatorio del difensore bianconero nei confronti del collega Rizzoli, accorso in suo aiuto. 

Si può parlare di due pesi e due misure quando ci sono i bianconeri in campo? Sicuramente no, ma si tratta di una situazione che richiederebbe un cambio regolamentare ed una coerenza maggiore da parte dei direttori di gara che potrebbero così decidere in base a regole più certe, senza così influire sulle possibilità e le quote sul vincente della Serie A.

GiocatorePartitaSqualificaMotivazione
KHEDIRA Sami (Juventus)30°, Torino - Juventus 1-42 giornatePer avere, al 41° del secondo tempo, rivolto all'Arbitro espressioni ingiuriose.
BONUCCI Leonardo (Juventus)30°, Torino - Juventus 1-41 giornataCalciatore non espulso. Ammonito per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato (Quinta sanzione).
TONELLI Lorenzo (Empoli)26°, Sassuolo - Empoli 3-23 giornateDoppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; per avere inoltre, all'atto della consequenziale espulsione, rivolto al Quarto Ufficiale un gesto ingiurioso ("le manette").
ZARATE Mauro Matias (Fiorentina)25°, Fiorentina - Inter 2-13 giornatePer condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario, che, al 49° del secondo tempo, afferrava con entrambe le mani al collo, stringendo.
KONDOGBIA Geoffrey (Internazionale)25°, Fiorentina - Inter 2-12 giornatePer condotta irriguardosa (art. 19, n 4, lettera a CGS) nei confronti dell'Arbitro al quale, al termine della gara, rivolgeva un plateale, ironico e prolungato applauso.
MATRI Alessandro (Lazio)22°, Udinese - Lazio 0-02 giornatePer avere, al 40° del secondo tempo, rivolto ad un Assistente un'espressione ingiuriosa.
MELO DE CARVALHO Felipe (Internazionale)17° Inter - Lazio 1-23 giornatePer condotta violenta avendo, al 45° del secondo tempo, a giuoco in svolgimento, colpito volontariamente un avversario con un calcio all'altezza della spalla.
DZEKO Edin (Roma)17°, Roma - Genoa 2-02 giornatePer avere, al 28° del secondo tempo, rivolto reiteratamente all'Arbitro un'espressione ingiuriosa.
PEROTTI ALMEIRA Diego (Genoa)16° Genoa - Bologna 0-13 giornatePer avere, al 34° del secondo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito con una violenta gomitata al volto un calciatore avversario.
KURTIC Jasmin (Atalanta)16°, Chievo Verona - Atalanta 1-01 giornata ed ammonizionePer comportamento scorretto nei confronti di un avversario (Terza sanzione); per avere, al 45° del secondo tempo, all'atto del provvedimento di ammonizione, rivolto all'Arbitro un ironico applauso.
CHERUBIN Nicolo (Atalanta)16°, Chievo Verona - Atalanta 1-01 giornataPer avere, al 22° del secondo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, con atteggiamento intimidatorio, appoggiato la fronte sul volto di un calciatore avversario, che cadeva al suolo; infrazione rilevata da un Arbitro addizionale. 
DE ANDRADE PINHEIRO Rafael (Hellas Verona)14°, Frosinone - Hellas Verona 3-23 giornatePer avere, al 19° del primo tempo, colpito volontariamente un calciatore avversario con una gomitata al capo.
PAVOLETTI Leonardo (Genoa)14°, Genoa - Carpi 1-23 giornatePer avere, al 5° del primo tempo, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito volontariamente un calciatore avversario con una gomitata al volto; condotta violenta rilevata da un Arbitro addizionale.
BERARDI Domenico (Sassuolo)13°, Genoa - Sassuolo 2-13 giornatePer avere, al 41° del primo tempo, a giuoco fermo, colpito da terra, ove era caduto in conseguenza di un intervento falloso, un calciatore avversario con calci all'addome.
PEROTTI ALMEIRA Diego (Genoa)13°, Genoa - Sassuolo 2-11 giornataPer avere, al 41° del primo tempo, assunto un atteggiamento intimidatorio nei confronti di un calciatore avversario.
PJANIC Miralem (Roma)11°, Internazionale - Roma 1-01 giornataDoppia ammonizione per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara e per comportamento non regolamentare in campo.
BORRIELLO Marco (Carpi)10°, Frosinone - Carpi 2-13 giornatePer avere, al 26° del secondo tempo, a giuoco fermo, tentato di colpire un calciatore della squadra avversaria con una testata.
CHIELLINI Giorgio (Juventus)10°, Sassuolo - Juventus 1-01 giornataDoppia ammonizione per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara e per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
GHALY Mohamed Salah (Roma)9°, Fiorentina - Roma 1-21 giornataDoppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario e per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara.
SAPONARA Riccardo (Empoli)6°, Frosinone - Empoli 2-03 giornatePer avere, al 32° del secondo tempo, rivolto all'Arbitro espressioni ingiuriose che reiterava, all'atto dell'espulsione, assumendo un atteggiamento intimidatorio.
PANDEV Goran (Genoa)5°, Lazio - Genoa 2-03 giornatePer avere, al 40° del secondo tempo, colpito intenzionalmente un calciatore avversario con una violenta gomitata al volto.
FERNANDES BORGES Bruno Miguel (Udinese)5°, Udinese - Milan 2-31 giornataDoppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario e per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara.
RIGONI Luca (Palermo)5°, Palermo - Sassuolo 0-11 giornataDoppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario e per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara.
MOEDIM RUBENS Fernando, (Rubinho -Juventus)2°, Roma - Juventus 2-12 giornatePer avere, al 20° del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale rivolgendo al Direttore di gara un'espressione ingiuriosa; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale di gara.

Lunedì 24 febbraio 2014 durante il match Parma-Fiorentina poi terminato 2-2, l'arbitro Gervasoni fu protagonista di un'espulsione che fece discutere ai danni di Borja Valero. Lo spagnolo battibeccò con Munari ed entrambi furono cacciati dal direttore di gara. Subito dopo il cartellino rosso Borja Valero cercò spiegazioni da Gervasoni arrivando a contatto con quest'ultimo, senza però nessun fare minaccioso e senza irruenza. Al centrocampista viola vennero comminate quattro giornate di squalifica. Il ricorso della società viola fu utile per ridurre la squalifica da quattro a tre giornate. Di seguito il video.



L'Udinese non porta di certo bene al Napoli. Un altro episodio simile accadde il 7 febbraio 2010 quando i bianconeri si imposero nuovamente per 3-1 sul Napoli allora guidato da Mazzarri. Durante un'azione d'attacco Maggio venne atterrato nell'area avversaria da un difensore dell'Udinese. L'arbitro Damato oltre a non concedere il rigore solare in favore degli azzurri ammonì per simulazione Maggio, che già ammonito in precedenza fu di conseguenza espulso. In quel caso anche il terzino del Napoli mise le mani addosso al direttore di gara, addirittura accennando due piccole spinte nei suoi confronti. Successivamente fu squalificato solo per una giornata, quindi solamente in relazione alla doppia ammonizione e senza nessun accenno a questo piccolo contatto tra Maggio e Damato. Potete guardare voi stessi l'episodio in questione in questo video, dal minuto 2:13.





tags:   higuain napoli
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

02h 14m Juventus - Atalanta
1.48(1) - 4.65(X) - 9.00(2)
02h 14m Atletico M. - Espanyol
1.30(1) - 5.80(X) - 17.00(2)
17h 59m Milan - Crotone
1.33(1) - 5.80(X) - 13.00(2)
20h 29m Sampdoria - Torino
2.90(1) - 3.35(X) - 2.75(2)
20h 29m Lazio - Roma
3.00(1) - 3.50(X) - 2.55(2)
20h 29m Sassuolo - Empoli
1.87(1) - 3.50(X) - 5.00(2)
20h 29m Pescara - Cagliari
2.50(1) - 3.50(X) - 3.00(2)
20h 29m Verona - Perugia
1.82(1) - 3.65(X) - 5.15(2)