Footlandia: la biblioteca dello scouting!

Domenica 15 Gennaio 2017, pubblicata da Martina Carella
ntervista Antonio Cupparo Intervista Footlandi
Roma - Dietro le Quinte ha il piacere di intervistare Antonio Cupparo, ideatore del sito Footlandia. Il progetto, nato nel 2010, si sviluppa attorno alla passione del suo principale artefice per il mondo dello scouting. Antonio ci racconterà come da un'idea giovanile si sia sviluppato un intero archivio di informazioni sui giocatori ed, in seguito, il suo portale Footlandia. Nel corso dell'intervista, Antonio ci offrirà anche la sua visione sulla situazione del calcio italiano ed alcuni aneddoti su alcune giovani promesse del calcio internazionale. Buona lettura!
Vi ricordo che su SuperScommesse potete trovare il calendario della Serie A, le migliori quote della Serie A e le quote della vincente della Serie A.

Buongiorno Antonio, grazie per aver accettato l'intervista. Come e quando nasce Footlandia?
Grazie a voi! Innanzitutto Footlandia nasce da una mia idea nell'anno 2010, io che personalmente archiviavo tutte le schede di calciatori avevo pensato di creare un blog che potesse contenere tutto in maniera digitale e sfruttare al massimo la tecnologia. La passione per lo scouting, che poi è diventato il mio secondo lavoro (collaboro per un'agenzia ndr), ha fatto sì che si potesse creare qualcosa anche di originale, tenendo conto delle esigenze dei vari utenti che sono alla ricerca di vedere giocatori poco conosciuti e conoscerli più a fondo.

Come nasce la sua passione per il calcio? E' legata a qualche squadra, o idolo, in particolare?
La passione per il calcio e lo scouting nasce da adolescente, diciamo a 16 anni, quando usando carta e penna mi segnavo tutto ma proprio tutto: mi creavo un vero e proprio archivio di calciatori. Questa idea mi venne casualmente quando vidi un film sul basket "Basta vincere" nel quale il protagonista andava in cerca di giovani talenti. In particolare c'era una scena dove in una scrivania c'erano delle schede di cestisti correlate da foto e varie notizie collegate alle caratteristiche tecniche. Da quel momento mi appassionai sempre di più allo scouting, mi registrai per tanto tempo tramite il vhs tutto quello che riguardava il calcio internazionale e poi archiviavo tutto con cura. I miei amici mi chiedevano sempre chi fosse il nuovo Ronaldo (nel 1997) oppure il nuovo Van Basten, ed a distanza di anni molti di loro ancora me lo ricordano. Il mio primo idolo è stato il francese Robert Pires: quando giocava da giovanissimo nel Metz lo vidi per la prima volta mi e innamorai di lui per il suo modo di giocare. In tempi più recenti ammiro molto Chicharito Hernandez, la sua storia chi mi conosce la sa, ma vorrei raccontarvela in breve: per lui preparai una scheda molto dettagliata con dvd fatto da me e spedii tutto alla sede della Lazio, la squadra di cui faccio il tifo. Era il 2009, alla fine venni a sapere che Tare, Ds della Lazio, neanche prese in considerazione la mia proposta, il giocatore costava pochissimo, ma preferirono prendere Floccari. In questo periodo ho due giocatori che appena li vedo mi fanno venire i brividi: Julian Draxler e Marcus Rashford, giocatori che ho recensito molto tempo prima della loro esplosione.

Come è formato, ed organizzato, il vostro staff?
Al momento sono il solo a curare il sito. In futuro senz'altro cercherò altri collaboratori per far sì che sia tutto il più completo possibile.

Quali fonti prediligete per il reperimento delle notizie?
Le fonti che prediligo, almeno per quanto riguarda la parte anagrafica e sui numeri, sono transfermarkt, che credo sia il top, e Soccerway, che non è per niente male. Per il resto faccio parlare le immagini.

Crede che il calcio italiano sia molto indietro rispetto a quello estero? Quali politiche attuerebbe per poter colmare un eventuale gap?
In Italia manca la mentalità di saper sfruttare tutto quel che c'è di buono nei nostri vivai, anche se nell'ultimo periodo si sta avendo un'inversione di tendenza grazie a società come Atalanta ed Empoli, che ne stanno usufruendo molto mettendo in mostra giocatori italiani veramente interessanti. All'estero senza dubbio paghiamo dal punto di vista economico, sia per il merchandising sia riguardo ai capitali che società anche medie, sopratutto in Premier League, possiedono.

Che ne pensa della nuova organizzazione dei Mondiali a 48 squadre?
Credo che sarà un flop colossale ed è un'idea che non mi piace per niente. Tutto questo serve solo per il business e per fare favori a federazioni che fino a ieri non contavano niente.

Vorrei chiudere con un pronostico: chi si aggiudicherà Serie A e Champions League?
Per quanto riguarda la serie A, ti dico che ho il presentimento che non la vincerà la Juventus, bensì la Roma, poichè credo abbia molti margini di miglioramento soprattutto se in questa finestra di mercato prenderà i giocatori che mancano per il salto di qualità. In Champions credo ci sia molto equilibrio, ma se devo scegliere una squadra dico Barcellona.

Intervista a cura di Andrea Di Ceglie
tags:  
50€ subito

Scade tra 39 giorni

subito 10€

Scade tra 37 giorni

20€ subito

Scade tra 36 giorni

subito 20€

Scade tra 39 giorni

5€ no dep

Scade tra 39 giorni

Eventi più giocati

04h 35m Lokomotiv A. - Celtic G.
3.10(1) - 3.50(X) - 2.45(2)
07h 50m Siviglia - Buyuksehir
1.45(1) - 5.00(X) - 9.00(2)
07h 50m Nizza - Napoli
4.50(1) - 4.10(X) - 1.82(2)
07h 50m NK M. - Hapoel Beer S.
2.80(1) - 3.35(X) - 2.80(2)
07h 50m HNK R. - Olympiakos
2.70(1) - 3.30(X) - 3.00(2)
01g 07h 50m Copenhagen - FK Karabakh A.
1.75(1) - 3.75(X) - 5.50(2)
01g 07h 50m Steaua B. - Sporting L.
4.33(1) - 3.50(X) - 2.00(2)
02g 07h 50m Shkendija 7. - Milan
12.00(1) - 6.00(X) - 1.30(2)