Errori arbitrali Serie A: la classifica senza sviste

Lunedì 22 Maggio 2017, pubblicata da francesco mattei
rrori arbitrali classifica serie a senza errori arbitrali classifica virtuale serie a errori arbitrali 2016 2017 classifica errori arbitrali classifica senza errori arbitrali classifica virtuale senza errori arbitral
In attesa del Monday Night in programma la sera di lunedì 23 maggio all'Adriatico' di Pescara tra la squadra di Zeman e il Palermo, facciamo il punto sulla nostra consueta rassegna della 'classifica della Serie A senza errori arbitrali' dopo il posticipo della domenica tra Lazio ed Inter vinto dai nerazzurri per 3-1. Un incontro gestito dall'arbitro Di Bello discretamente bene nei primi 60 minuti, poi l'errore che va a macchiare l'intera prestazione: l'espulsione nei confronti di Keita Balde. Al '67 l'attaccante biancoceleste (già ammonito) entra in contatto con Medel nell'area di rigore dell'Inter. Per Di Bello è simulazione, e dunque secondo giallo ed l'espulsione al senegalese. Metro di giudizio alquanto severo da parte dell'arbitro brindisino, il quale poteva anche lasciar correre. Giusta invece l'espulsione di Lulic al '78, così come il rigore concesso alla Lazio al '18 a causa del netto fallo di Murillo su Felipe Anderson.

Nel pomeriggio la Juventus ha vinto il sesto scudetto consecutivo. Ininfluente pertanto l'unico errore arbitrale del match dei bianconeri. Al '16 di Juve-Crotone, infatti, Mazzoleni non concede un evidente calcio di rigore alla compagine di Allegri per un netto fallo di Ferrari su Dybala. Episodio, come detto, irrilevante ai fini del risultato, con la Vecchia Signora che supera i pitagorici per 3-0, portando a casa il secondo titolo stagionale. Sugli altri campi sono pochi gli errori arbitrali degni di nota. La partita che offre più materiale per la nostra moviola è sicuramente quella della Dacia Arena, dove l'Udinese ha pareggiato per 1-1 contro la Sampdoria. Ad arbitrare è il signor Pinzani di Empoli, il quale espelle (giustamente) De Paul al '47 per una brutta entrata nei confronti di Torreira. Troppo severa invece l'espulsione su Muriel, reo di aver esultato in maniera troppo provocatoria in seguito al calcio di rigore trasformato al '64. Proprio da tale esultanza nasce la reazione di Danilo, il quale prende per il collo il colombiano: anche per lui, rosso inevitabile. Prive di errori le direzioni di Valeri e Guida, rispettivamente in Empoli-Atalanta (0-1) e Genoa-Torino (2-1); un successo fondamentale per il Grifone, matematicamente salvo grazie ai 36 punti in classifica
. Buona anche la prestazione di Nasca in Sassuolo-Cagliari, abile nel cogliere il fallo di mano di Borriello al '54 ed assegnare il penalty alla compagine di casa. Poche sbavature infine in Milan-Bologna, arbitrata da Giacomelli, bravo (insieme all'assistente Longo) ad annullare un goal in fuorigioco di Lapadula al '72.

Facciamo un passo indietro e analizziamo gli errori arbitrali degli anticipi del 37° turno di campionato. Al Bentegodi, la Roma si impone per 5-3 sul Chievo di Maran, mentre al San Paolo il Napoli super per 4-1 la Fiorentina di Paulo Sousa, matematicamente fuori dalla bagarre per il sesto posto.
La prestazione di Rizzoli in Napoli-Fiorentina è praticamente impeccabile, pertanto, passiamo subito alla moviola di Chievo-Roma. A dirigere la sfida tra i clivensi e i giallorossi è il signor Antonio Damato di Barletta, la cui prova è tutt'altro che priva di sbavature; ma andiamo con ordine: al '10 la Roma reclama un calcio di rigore per un presunto fallo di mano di Gobbi. Penalty giustamente non concesso da Damato poiché Gobbi tocca sì la sfera con la mano, ma in tale circostanza stava ritraendo il braccio verso il corpo, non creando pertanto volume. Corretta anche la decisione di convalidare il momentaneo 1-1 della Roma. L'azione parte dalle retrovie con un colpo di testa di Fazio; la sfera va verso Dzeko (in fuorigioco), il quale si disinteressa dell'azione. Da dietro sbuca El Shaarawy che taglia tutta la difesa del Chievo e supera Sorrentino. Gli unici errori degni di nota sono relativi a due degli otto gol totali della partita. Infatti, sia la seconda rete di El Shaarawy ('58) che il secondo goal di Inglese ('87) erano da annullare per evidente fuorigioco di entrambi gli attaccanti. Nel primo caso il 'faraone' è davanti a Frey al momento del passaggio in profondità di Strootman; in merito al goal di Inglese, invece, il numero 45 del Chievo è oltre la linea dei difensori giallorossi quando Pellissier spizza di testa il corner di Birsa.

In attesa del posticipo del lunedì, vi lasciamo con la classifica della Serie A senza errori arbitrali puntualmente aggiornata di settimana in settimana dalla redazione di Superscommesse.


Ecco la classifica senza errori arbitrali di Superscommesse per i primi posti

Questa è l'anteprima della classifica senza errori arbitrali per le posizioni di vertice, prendendo in considerazione le prime sei squadre.

Legenda: PV = Punti Virtuali, PR = Punti Reali, S = Saldo, Ep Fav = Episodi a favore, Ep C = Episodi contro.

In fondo è presente la classifica completa. Il saldo indica il numero dei punti che la squadra dovrebbe avere in meno o in più secondo questa simulazione. Il segno + significa saldo favorevole con la "fortuna arbitrale", il segno - il contrario.


SquadraPVPRS
Juventus

90

88

-1

Roma

85

84

-1

Napoli

84

83

-2

Lazio

70

70

=

Atalanta

69

69

0

Fiorentina

59

59

=


Ricordiamo infine che da quest'anno partirà la sperimentazione della moviola in campo che, però, non consentirà, almeno per il momento, di ridurre gli errori arbitrali in Serie A. E oltre a questa novità dal punto di vista tecnico che potrebbe aiutare gli arbitri nelle situazioni più difficili, da quest'anno è arrivata anche un'altra grandissima novità: quella dello streaming delle partite di Serie A. Gli apripista sono stati Snai e Matchpoint e ora a questi si sono aggiunti Better e Bet365. Quattro bookmaker e una grande occasione: il campionato in streaming sul vostro pc assolutamente gratis e legale!

Insieme alla classifica virtuale di Serie A, nostra totale esclusiva, Superscommesse offre anche la più accurata comparazione quote sulle partite di campionato, per dare agli scommettitori sempre il moltiplicatore più vantaggioso, con vincite fino al 30% in più. Considerando che alcuni bookmaker offrono anche dei bonus senza deposito, ossia dei soldi gratis sul conto per scommettere, è decisamente un'occasione da non lasciarsi sfuggire.

CLASSIFICA SENZA ERRORI ARBITRALI 2016-17

Per il quarto anno consecutivo abbiamo redatto la nostra classifica senza errori arbitrali tenendo conto delle sviste degli arbitri, dei punti reali e di quelli virtuali, degli episodi a favore e contro ogni singola squadra che in generale hanno condizionato i risultati di Serie A. Ricordiamo che non c'è immediata correlazione tra gli episodi a favore/contro e il saldo punti.
Per chiarezza facciamo un esempio: il Milan batte sul campo la Sampdoria per 1-0. Nella gara, però, si verificano due errori arbitrali, uno a sfavore del Milan (un rigore non concesso) e uno a favore dei rossoneri (un gol annullato alla Samp sullo 0-0). Dunque in tabella si segnalano da una parte un episodio a favore e uno contro. Questa la classifica senza errori arbitrali quando siamo giunti al penultimo turno di campionato.

Squadra
PV
PR
SEp Fav
Ep C
Errori Arbitrali 2015/16
Juventus
Roma
Napoli
Lazio
Atalanta
Fiorentina
Inter
Milan
Sassuolo
Chievo
Cagliari
Udinese
Sampdoria
Bologna
Torino
Crotone
Genoa
Empoli
Palermo
Pescara
90
85
84
70
69
59
56
54
47
45
44
43
41
40
39
36
36
32
21
16
88
84
83
70
69
59
59
63
46
43
44
45
48
41
50
31
36
32
23
14
-2
-1
-2
0
0
0
+3
+9
-1
-2
0
+2
+7
+1
+11
-5
0
0
+2
-2
5
9
4
6
6
6
11
14
7
4
1
3
5
1
9
4
7
2
4
2
9
4
6
6
10
1
8
8
4
5
5
1
3
4
3
2
5
3
4
3
Juve 91/83
Napoli 82/85
Roma 80/79
Inter 67/66
Fiorentina 64/64
Sassuolo 61/61
Milan 57/58
Lazio 54/55
Chievo 50/50
Genoa 46/48
Empoli 46/46
Torino 45/46
Atalanta 45/44
Bologna 42/41
Samp 40/41
Carpi 38/40
Udinese 39/37
Palermo 39/37
Frosinone 31/33
Verona 28/28

Nella tabella che potete vedere in basso vi indichiamo, infine, la classifica senza errori arbitrali, esclusiva di Superscommesse, dei campionati di Serie A 2014-2015 e 2013-2014.

Classifica senza errori arbitrali Serie A 2014-2015Classifica senza errori arbitrali Serie A 2013-2014
Juve 86/87
Lazio 66/69
Roma 69/70
Fiorentina 64/64
Napoli 66/63
Genoa 65/59
Samp 53/55
Inter 59/55
Torino 48/54
Milan 46/52
Palermo 48/49
Sassuolo 55/49
Verona 45/46
Chievo 40/43
Empoli 46/42
Udinese 44/41
Atalanta 35/37
Cagliari 34/34
Cesena 24/24
Parma 33/19
Juve 94/102
Roma 87/85
Napoli 74/78
Fiorentina 69/65
Milan 64/57
Inter 63/57
Torino 60/57
Parma 54/58
Lazio 53/56
Verona 51/54
Atalanta 51/50
Samp 45/44
Udinese 44/43
Genoa 44/44
Cagliari 41/38
Chievo 36/36
Sassuolo 33/33
Catania 29/32
Livorno 26/25
Bologna 26/29

Come funziona la moviola in campo in Serie A

Con la moviola in campo diremo addio alla classifica senza errori arbitrali? Non proprio. L'utilizzo della tecnologia VAR (Video Assistant Referee), infatti, sarà per il prossimo biennio solamente sperimentale e a tutti gli effetti non condizionerà in alcun modo lo svolgimento tradizionale del gioco. E cosa cambia quindi? Cambia che la moviola in campo sarà in un certo senso "blindata". Nella stagione 2016-17, dalla settima giornata in poi, si comincerà con la sperimentazione. Si tratterà, quindi, di una fase offline e dunque non ancora applicata. In sintesi, gli arbitri non interromperanno il gioco. Piuttosto si proverà a tarare il meccanismo dal punto di vista tecnico per farsi trovare pronti in un futuro non troppo lontano. Nella stagione 2017-18, invece, l'applicazione della moviola in campo sarà un po' meno virtuale perché applicata ad un ristretto numero di partite selezionate in cui l'arbitro (e solo lui) potrà richiedere l'ausilio delle immagini. Infine dal terzo anno dovremmo (il condizionale è d'obbligo) dare il benvenuto ufficiale alla tecnologia.

Come funziona la moviola in campo della Serie A. La moviola in campo sarà utilizzata esclusivamente per i seguenti casi:
  • gol/non gol (aggiuntiva al supporto della Goal Line Technology)
  • rigori (verifica della corretta o meno assegnazione di un calcio di rigore)
  • espulsioni
  • scambi di persona (in caso di estrazione di cartellino al calciatore innocente).

Chi decide con la moviola in campo. Sarà l'arbitro, ovviamente, ad avere l'ultima parola sull'episodio arbitrale ma il potere di richiedere un controllo è sia del VAR, l'assistente di bordo campo, sia dell'arbitro stesso. Nel primo caso è lo stesso responsabile della moviola a comunicare all'arbitro tramite microfono wireless la svista, mentre nel secondo è lo stesso arbitro a decidere di visionare in persona il replay, oppure chiedere direttamente al VAR la revisione della decisione, per poi comunicarla ai giocatori.
25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

subito 10€

Scade oggi! Affrettati!

20€ subito

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

5€ no dep

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

38m Cagliari - Milan
3.70(1) - 4.25(X) - 1.95(2)
03h 38m Roma - Genoa
1.06(1) - 16.00(X) - 61.00(2)
03h 38m Sampdoria - Napoli
17.00(1) - 8.50(X) - 1.18(2)
06h 23m Palermo - Empoli
6.25(1) - 4.50(X) - 1.60(2)
06h 23m Fiorentina - Pescara
1.16(1) - 9.00(X) - 19.00(2)
06h 23m Torino - Sassuolo
1.67(1) - 4.65(X) - 5.25(2)
06h 23m Crotone - Lazio
2.50(1) - 4.00(X) - 3.10(2)
06g 06h 23m Juventus - Real M.
2.95(1) - 3.20(X) - 2.75(2)