Davide Astori, il ricordo dell'ex difensore della Fiorentina e della Nazionale

Domenica 4 Marzo 2018, pubblicata da geilezeit
Immagine Davide Astori | Notizie/davide-astori-fiorentina_901x600.jpg - 11211

La notizia della morte di Davide Astori è stato un fulmine a ciel sereno che si è abbattuto sul calcio italiano. Tifosi della Fiorentina e non solo hanno messo da parte colori e rivalità, per far spazio ad un dolore comune che ha colpito tutti. Una tragedia inaspettata la scomparsa dell'ormai ex difensore e capitano della viola, che ha lasciato sconvolti famiglia, compagni e i tanti addetti ai lavori che con Davide avevano condiviso momenti dentro e fuori dal campo. I social anche in questo caso si sono trasformati da cassa di risonanza per il cordoglio di tutti quelli che hanno sentito il dovere di esprimere un pensiero per questa tragedia, dai suoi ex compagni di Cagliari e Roma ai suoi ex allenatori, fino ai messaggi di vicinanza alla famiglia che sono arrivati dall'estero. Astori è scomparso nella notte in un albergo di Udine, dove si trovava in ritiro con la squadra a poche ore dal ventisettesimo turno del calendario di Serie A, che lo avrebbe visto protagonista come ogni domenica al centro della difesa della Fiorentina. Così non è stato e mentre la notizia della sua scomparsa faceva il giro del mondo, i vertici del nostro calcio hanno deciso umanamente di sospendere tutte le gare previste per questa domenica 4 marzo. Troppo forte il dolore e lo sconcerto per poter scendere in campo e giocare come se nulla fosse accaduto.

 

La carriera di Davide Astori

Aveva 31 anni Davide Astori e ormai era nel pieno di una carriera che ancora poteva regalare tante soddisfazioni. Una carriera cominciata vicino il suo comune di nascita in provincia di Bergamo a  San Giovanni Bianco, tra le fila del Ponte San Pietro, anche conosciuto come Pontisola, squadra vicina all'ambiente milanista.  E proprio il Milan non poté fare a meno di notare quel ragazzino alto, che giocava al centro della difesa ma con dei piedi da centrocampista. A quattordici anni iniziò così un nuovo percorso con la maglia rossonera. Era il 2001. Da quel momento cinque anni di gavetta prima dei due anni di prestito per andare a farsi le ossa tra i professionisti in C1: prima al Pizzighettone poi alla Cremonese, squadre dove si impose come titolare fisso e inamovibile. Ottime prestazioni che non gli valsero la conferma in rossonero ma che gli aprirono le porte per vera la storia d'amore della sua carriera, quella col Cagliari. Durante il calciomercato del 2008 i sardi riuscirono infatti a strappare Astori al Milan offrendo poco più di un milione di euro. Un affare se si pensa che l'ex difensore disputò il Sardegna sei stagioni da protagonista collezionando 179 presenze tra campionato e coppa e tre gol. Nel frattempo, il 29 marzo del 2011, Cesare Prandelli lo fece esordire con la maglia della Nazionale nell'amichevole  giocata a Kieva contro l'Ucraina. Attualmente era ancora nel giro dell'Italia e fin qui era riuscito a scendere in campo con la maglia azzurra 14 volte. Il 30 giugno 2013 segnò anche il suo primo e ultimo gol contro l'Uruguay nella finale per il terzo posto in Confederations Cup. Cagliari e Nazionale gli offrirono poi l'opportunità del grande salto professionale quando la Roma si presentò con un'offerta di prestito con diritto di riscatto. Il diritto di recompra non fu esercitato ma Astori non fu assolutamente un desaparecido con i giallorossi come dimostrano questi numeri della stagione 2014/2015: 1 gol e 30 presenze tra Serie A, Coppa Italia e Champions. Tornato in Sardegna dall'esperienza romana non ebbe nemmeno il tempo di disfare le valigie che subito arrivò la Fiorentina vogliosa di averlo in squadra. Stavolta dopo il prestito iniziale i viola esercitarono il diritto di riscatto, vista l'importanza di Astori per la squadra nei primi due anni: 42 presenze il primo anno, 40 apparizioni e due gol nella seconda stagione. Questo in corso era il suo terzo campionato a Firenze. In estate la sua professionalità esemplare era stata premiata con la nomina a nuovo capitano e uomo simbolo della Fiorentina. Una soddisfazione e un compito enorme, che ha onorato fino alla fine e che gli è valso l'affetto dell'intera Curva Fiesole.

tags:   astori
100€ subito

Scade oggi! Affrettati!

255% sport

Scade oggi! Affrettati!

20€ subito

Scade oggi! Affrettati!

bonus 225€

Scade oggi! Affrettati!

100€ bonus

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

06h 08m Portogallo - Marocco
1.68(1) - 3.80(X) - 7.00(2)
09h 08m Uruguay - Arabia S.
1.22(1) - 8.50(X) - 22.00(2)
12h 08m Iran - Spagna
22.00(1) - 7.20(X) - 1.20(2)
01g 06h 08m Danimarca - Australia
1.95(1) - 3.50(X) - 4.95(2)
01g 09h 08m Francia - Peru
1.60(1) - 4.50(X) - 9.00(2)
01g 12h 08m Argentina - Croazia
2.10(1) - 3.40(X) - 4.20(2)
02g 06h 08m Brasile - Costa R.
1.22(1) - 7.75(X) - 22.00(2)
02g 09h 08m Nigeria - Islanda
3.05(1) - 3.20(X) - 2.80(2)