Ex calciatori famosi oggi: miseria e nobiltà dei giocatori in pensione

Venerdì 8 Settembre 2017, pubblicata da joker
Immagine Francesco Totti, da calciatore a dirigente sempre nella Roma | Francesco-Totti-addio-serie-A_1067x600.jpg - 7550
Tra i giocatori che alla fine della stagione 2016/2017 hanno lasciato il calcio giocato figura e spicca lui, il capitano della Roma: Francesco Totti. Un addio non inaspettato e, più che clamoroso, emozionante. Cori, applausi, striscioni. L’omaggio dei compagni e quello degli avversari. Momenti unici. Che tanti big hanno vissuto nelle ultime stagioni calcistiche, da Del Piero a Zanetti, da Maldini ai recenti Lahm e Xabi Alonso. Totti è una di quelle figure che nel calcio di Serie A non vedremo più facilmente: nell'epoca delle clausole da 100 o più milioni di euro e del calciomercato sempre più faraonico un giocatore, un attaccante per di più, che resta anni e anni in una sola squadra, e quella del cuore per giunta, sarà un evento più che raro. I numeri di Totti alla Roma sono memorabili come le sue giocate: 250 gol in maglia giallorossa, 307 quelli segnati in totale in Serie A in più di 600 presenze. Senza contare la vittoia ai Mondiali del 2006. 
Ci si è interrogati a lungo, prima e durante il suo addio al calcio giocato su cosa avrebbe fatto Francesco Totti. Sappiamo che il dopocarriera dei calciatori di Serie A e di altri campionati europei si divide tra chi ha tenuto un ruolo di rilievo e di livello e chi non ha continuato sulla strada della fama e del successo come invece accadeva quando giocava. Per l'ex capitano e numero 10 della Roma l'avventura continua sempre nella stessa società, sebbene non più indossando maglia e scarpini, ma come dirigente in giacca e cravatta.
 
 
Francesco Totti è stato, e lo è ancora, il simbolo della Roma e dei romanisti. Il club giallorosso, dopo le prime due giornate del campionato di serie A 2017/2018, si trova a metà della classifica della Serie A, con 3 punti portati a  casa. Per li club della Capitale, al suo primo campionato senza capitan Checco, ci sono stati una vittoria e una sconfitta, quella contro l'Inter. Il calendario della Serie A prevede al terzo turno l'incontro con la Sampdoria. Ma nella storia della Roma, e per entrambe le tifoserie, conta moltissimo la rivalità con la concittadina Lazio. Prima di scoprire il dopocarriera degli ex calciatori del nostro campionato vediamo allora il testa a testa di Snai proprio tra Roma e Lazio per il campionato 2017/2018:
 
Testa a Testa Roma Lazio in Serie A 2017/2018 @1,40 - 2,75 su Snai
 


Cosa fanno gli ex calciatori oggi?


La nuova vita di Pablo Daniel Osvaldo

​​​​
 
Ormai lo sappiamo già da un po', Osvaldo ora fa parte del mondo della musica. L'ex di Roma, Juventus e Inter si esibisce con il suo nuovo gruppo rock per i locali di Buenos Aires. Un piccolo inizio per l'ex bomber.


Il dopocarriera di Ronaldo il Fenomeno

 
 
Dribblare i bluff degli avversari, vedere poche mani per fare bottino pieno, giocare di anticipo per bruciare i rilanci altrui: l'evoluzione naturale della carriera del Fenomeno è stato il tavolo da poker. Ronaldo attualmente partecipa ad alcuni tornei di Texas Hold'em e si diverte ad andare all in con la sua consueta classe che gli attuali trentenni hanno avuto la fortuna di ammirare. Tra parentesi ancora miglior fortuna nel poker l'ha avuta Teddy Sheringham, ex Manchester United e autore di un gol nella famosa finale di Champions League contro il Bayern Monaco: ha raggiunto la finale del World Poker Tour nel 2013.

 

Nobiltà per l'ex Milan Kakhaber Kaladze

 

Dalla Champions League vinta col Milan alla scrivania del Ministero dell'Energia georgiano. Kaladze, dopo aver smesso col calcio nel 2012, è entrato in politica della sua patria, candidandosi con il partito Sogno Georgiano del facoltoso Bidzina Ivanishvili. Vinte le elezioni e ottenuto un seggio da deputato, è stato nominato Ministro dell'Energia e delle risorse naturali e successivamente anche vicepremier della Georgia.

 

Miseria per Andreas Brehme, ex Inter




Brehme è una delle star decadute del nostro nuovo secolo: da campione del mondo con la Germania del 1990 a inserviente il passo è stato breve. Al termine della carriera il tedesco ha allenato in Bundesliga, ricevendo più fischi che applausi prima col Kaiserslautern e poi con l'Unterhaching, e successivamente affiancato il suo ex tecnico Trapattoni allo Stoccarda come vice. Un possibile futuro che non ha avuto fortuna: soffocato dai debiti e da guai finanziari, oggi Brehme fa l'inserviente in un'impresa di pulizie.


Che fine ha fatto Tim Wiese, ex Werder?

 
 
L'ex portiere tedesco, appesi gli scarpini al chiodo, ha deciso di dedicarsi al bodybuilding, portando in brevissimo tempo il suo peso da 90 kg a 120 kg. Nel novembre 2014 ha perfino debuttato in un incontro di wrestling, esibendosi su un ring WWE a Francoforte. Speriamo che ora la sua presa sia migliore rispetto a quella che costò l'eliminazione al Werder Brema contro la Juventus nel 2006 in Champions League.
 

Vincent Candela oggi

 



Il francese, terzino sinistro ex Roma e Udinese, una volta smesso con il calcio, si è completamente dedicato ad altro: oltre ad aiutare la moglie nell'organizzazione di eventi mondani e non, Candela è diventato anche un produttore di vino. La sua attività vinicola però non gli ha impedito di partecipare a Ballando con le Stelle nel 2014.

Che fine ha fatto Dario Hubner? Gol a grappoli per l'ex bomber del Brescia




Soprannominato Tatanka dai suoi ex tifosi, Dario Hubner rivestì il ruolo di bomber vecchio stile, forte fisicamente e cinico sotto porta. Tra le fila del Brescia, vinse anche il premio di capocannoniere della Serie A insieme a un certo Trezeguet. Dopo alcuni tentativi da allenatore con scarso successo, oggi coltiva l'orto di casa e aiuta i suoceri nel loro bar di famiglia. Il suo nome? Tatanka...

Il dopo carriera di Fabio Macellari, ex Inter e Lecce




Curiosa la storia di Fabio Macellari, terzino dai piedi ruvidi ma dalla grande corsa e impegno che ha indossato le casacche di Cagliari e Inter. Dopo aver chiuso con il calcio, si è dedicato alla vita bucolica, tagliando legna e cantando in un gruppo country. L'originalità di sicuro non gli è mai mancata!

La fascia da sindaco di Carlo Nervo, ex Bologna e Lecce




Dopo alcune stagioni ad alti livelli con il Bologna di Mazzone, nel 2007 disse addio al pallone, buttandosi nel mondo della politica e dell'imprenditoria. E' così diventato sindaco di Sologna, piccolo paesino in provincia di Vicenza, appoggiato dalla Lega Nord. Il suo ruolo gli ha permesso di entrare nella Nazionale Italiana Sindaci. Nel tempo libero, Nervo si occupa anche di imprenditoria immobiliare.

Gigi Lentini oggi, ex Milan e Torino




Il fantasista del Torino è passato alla storia per essere stato il giocatore più pagato della sua era: ben 19 miliardi delle vecchie lire dal Milan di Berlusconi. In seguito ad un brutto incidente stradale, Lentini non è più tornato ad essere il fenomeno che era: oggi è un abile giocatore di biliardo, disputando anche tornei provinciali, ed è anche il proprietario anche di una sala da gioco.

Dal campo al cinema: John Carew, ex Roma

 
 
A 36 anni Carew ha scoperto una nuova vita e soprattutto un nuovo lavoro. L'ex attaccante della Roma dal 2012, anno nel quale lasciò il calcio, ha iniziato a studiare la dizione, la fonetica e la postura, il tutto per poter diventare un attore. Così nel 2013 ha debuttato sul grande schermo con il film 'Dead of winter' mentre due anni fa ha ottenuto una parte più importante in 'Hovdinger' Irasj Asanti..

Che fine ha fatto Alberto Malesani, ex allenatore del Parma?




Dopo aver vinto Coppa Uefa, Coppa Italia e Supercoppa italiana con il Parma dei miracoli, Malesani piano piano è caduto nel dimenticatoio: esonerato praticamente ovunque, anche in Grecia con il Panathinaikos, il mister di Verona è inattivo dal 29 gennaio 2014, quando venne cacciato anche dal Sassuolo. Oggi è un abile viticoltore, avendo aperto una cantina vinicola con le figlie vicino Verona. E, tra parentesi, il tentativo di comprare all'asta la Coppa UEFA vinta con il Parma non è andato a buon fine. Nel video Malesani si sfogò ai tempi del Genoa nel giorno del suo esonero, condito con questa fantastica conferenza stampa dove si scagliò contro i giornalisti che lo accusarono di essere "mollo"! Se non vi basta lo show "di campo" potete sentirlo nell'intervista rilasciata a Radio Deejay a Ciao Belli, in cui racconta la sua nuova vita "da campi".

 

Byron Moreno, l'ex arbitro corrotto di Corea del Sud-Italia

 
 
Fu il protagonista ed autore di una delle più dolorose e amare sconfitte nella storia della nazionale italiana. Dopo i fatti del Mondiale 2002 Moreno continuò uno stile di vita lussuosissimo che lo portò a contrarre grossi debiti. Da qui la bella idea di tuffarsi nel narcotraffico ed essere pizzicato nel 2010 all'aeroporto Kennedy di New York con 6 chili di cocaina addosso. Dal carcere di Brooklyn ha continuato a racimolare qualche soldo, stavolta in modo legale ed alla fine è stato fatto uscire per buona condotta. Di recente è stato estradato in Ecuador, il suo paese di origine, dopo aver cambiato sensibilmente il suo aspetto.


Se conoscete altre storie curiose su ex giocatori, non esitate a farcele conoscere, lasciando un commento qui sotto!
tags:  
50€ subito

Scade tra 6 giorni

bonus 200€

Scade tra 4 giorni

20€ subito

Scade oggi! Affrettati!

subito 60€

Scade tra 4 giorni

550€ bonus

Scade tra 6 giorni

Eventi più giocati

06h 23m Hannover 9. - Stoccarda
2.50(1) - 3.40(X) - 3.00(2)
06h 23m Empoli - Frosinone
2.25(1) - 3.35(X) - 3.60(2)
06h 23m Pordenone - Vicenza
1.95(1) - 3.30(X) - 4.25(2)
01g 06h 38m Cagliari - Inter
6.00(1) - 4.10(X) - 1.66(2)
02g 53m Milan - Torino
1.75(1) - 4.00(X) - 4.75(2)
02g 53m Genoa - Roma
5.25(1) - 4.10(X) - 1.73(2)
02g 53m Udinese - Napoli
8.75(1) - 5.50(X) - 1.40(2)
02g 06h 38m Juventus - Crotone
1.15(1) - 8.50(X) - 23.00(2)