Capodaglio, Noi Biancocelesti: Alla Lazio serve una società con grandi ambizioni

Venerdì 18 Luglio 2014, pubblicata da Martina Carella
Immagine Franco Capodaglio | franco_capodaglio.jpeg - 5152
Roma - Torna oggi il consueto appuntamento settimanale con Dietro le Quinte. Vi proponiamo oggi un'intervista a Franco Capodaglio, Direttore Responsabile di Noi Biancocelesti sito di informazione sulla Lazio e vero punto  di riferimento per i tifosi della squadra. Franco è anche opinionista in fortunate trasmissioni televisive e giornalista per Radio Manà Manà Sport.
Dietro le quinte è la rubrica di Superscommesse che vi racconta retroscena, avvenimenti e curiosità sul mondo delle scommesse e dello sport.


Buongiorno Direttore, come e quando nasce Noi Biancocelesti?
Noi Biancocelesti nasce nel 2004 due anni dopo la nascita della omonima trasmissione radiofonica, voluta dal direttore di Radio Flash. Serviva dare un seguito alla trasmissione attraverso un sito di informazione sulla Lazio e poter dire la nostra anche nel web. Da una nostra costola nascerà anche 'La Lazio Siamo Noi', sito di riferimento del mondo biancoceleste, fondata dal mio ex inviato e redattore del sito, l’amico Alessandro Zappula.

Come nasce la sua passione per il calcio? E quella per la Lazio?
La mia passione per la Lazio nasce prima della passione per il calcio. Nel senso che sono stato portato allo stadio da mio padre nel Marzo 1961 ed era un derby della Capitale. Lui romanista ed eravamo assieme ad alcuni suoi amici. A quei tempi non sapevo neanche quali fossero i colori delle 2 squadre. Fui subito affascinato dallo stadio, dalla gente, da quel campo verde. Un’atmosfera coinvolgente. Quando fece gol la squadra in maglia biancoceleste, esultai. Gli amici di mio padre lo presero in giro, facendogli rilevare come suo figlio fosse un laziale. Mio padre mi chiese: "Ma che sei della Lazio?”, gli risposi chiedendogli chi fossero quelli con la maglia celeste ed i calzoncini bianchi, alla risposta che era la Lazio, di rimando gli dissi: "Allora sono della Lazio”. Fu amore a prima vista. Poi successivamente mi innamorai del calcio al punto che ormai da decenni vedo tante partite di calcio di ogni campionato. Ma l’amore per i colori Biancocelesti resta la priorità assoluta.

Tra i suoi vari impegni giornalistici c'è stata anche la fortunata conduzione della trasmissione Manà Derby su Radio Manà Sport. Ci svela il segreto per far funzionare un format come questo?
Manà Derby è un format voluto dalla direzione della radio ma che ho avuto il piacere di condurre per alcuni mesi con grande divertimento. Poi è stato deciso di togliere i due “vecchietti” dalla conduzione per affidarla a dei giovani promettenti colleghi. Alla radio faccio la co-conduzione del format quotidiano La Lazio Siamo Noi, in onda dalle 10 alle 14 dal lunedi al sabato, e faccio tutte le radiocronache delle partite della mia Lazio seguendo però anche tutti i risultati della Serie A. Cosa posso desiderare di piu? (ride, ndr).

Anche i suoi impegni in tv hanno un grande successo di pubblico. Ci dice di più al riguardo?
Il Processo dei Tifosi è una trasmissione di grande successo che va in onda su Teleroma 56 da 16 anni e voluta dal mio amico Max Leggeri. Partecipo dal 1998 e devo dire che ci divertiamo parlando di calcio senza mai prenderci sul serio. In modo simpatico come piace alla gente che ci segue numerosa.

I biancocelesti hanno chiuso la scorsa stagione con numerose difficoltà. Che cosa è mancato alla squadra per essere competitiva?

E' mancata una vera società. Una società che abbia ambizioni e voglia di vincere. Lotito questi sogni non li alimenta, anzi li affievolisce dicendo che vincere uno scudetto sarebbe deleterio per le casse sociali. BOH!!!!! Se il presidente della Lazio avesse operato sul mercato con acquisti mirati nei settori carenti della squadra, oggi sarebbe tutto diverso. La squadra avrebbe bisogno di due centrali difensivi importanti e di un grande attaccante. Non ha bisogno di giovani, ai più semisconosciuti. Speriamo che questa finestra di calciomercato riesca a colmare le lacune, ma restano molti dubbi. Ora come ora pronostico per la Lazio un piazzamento in Serie A da metà classifica.

Per i nuovi acquisti si sono fatti molti nomi: lei chi prenderebbe?
Astori e De Vrij. Questi 2 difensori farebbero salire le quotazioni della Lazio tra le formazioni di Serie A.

Quale calciatore, invece, non andrebbe ceduto per nessuna cifra?
Non esistono giocatori incedibili. Il vero problema è che i soldi delle cessioni non vengono reinvestiti in altri giocatori importanti. Che fine hanno fatto i 20 mln di Hernanes? Basta con la mediocrità. Il laziale vuole e meriterebbe una grande squadra. Ma con Lotito non c'è speranza.
tags:  
50€ subito

Scade tra 38 giorni

bonus 200€

Scade tra 36 giorni

20€ subito

Scade tra 26 giorni

subito 60€

Scade tra 36 giorni

550€ bonus

Scade tra 38 giorni

Eventi più giocati

02h 56m Real S. - Espanyol
1.80(1) - 3.90(X) - 4.90(2)
03h 26m Brescia - Bari
2.75(1) - 3.10(X) - 2.75(2)
03h 26m Vicenza - Triestina
1.75(1) - 3.39(X) - 4.80(2)
01g 03h 41m Inter - Sampdoria
1.45(1) - 5.00(X) - 7.50(2)
02g 03h 41m Roma - Crotone
1.18(1) - 8.00(X) - 17.00(2)
02g 03h 41m Juventus - Spal
1.15(1) - 9.00(X) - 22.00(2)
02g 03h 41m Genoa - Napoli
9.00(1) - 5.25(X) - 1.38(2)
02g 03h 41m Chievo - Milan
3.60(1) - 3.40(X) - 2.25(2)