Witsel al Napoli: gli ultimi aggiornamenti sulla trattativa per il belga

Giovedì 14 Luglio 2016, pubblicata da geilezeit
itsel napoli witsel napol
Napoli - Maurizio Sarri ha chiesto un centrocampista alla dirigenza. Il problema della scorsa stagione dei partenopei è stato infatti non avere sostituiti all'altezza nella zona mediana, quando Allan e compagni avevano bisogno di rifiatare. Per questo motivo negli ultimi giorni si parla insistentemente di Witsel al Napoli. Il belga è stato trattato da molte società italiane, ma gli azzurri sono stati quelli che hanno condotto la trattativa in maniera più concreta. A frenare l'operazione al momento è la solita questione dei diritti d'immagine, che da sempre hanno creato grattacapi nei trasferimenti al Napoli, ma le basi per un passaggio al club campano ci sono tutte. Il centrocampista ha infatti dichiarato già da tante settimane che lascerà lo Zenit per una nuova esperienza, o in Italia o in Inghilterra. Il Napoli gli garantisce la partecipazione alla prossima Champions League, fattore che lo avvantaggia rispetto all'Inter, che ieri sera si è fatta sotto con il club russo per conoscere la fattibilità dell'operazione. Il prezzo di Witsel si aggira sui 20 milioni, mentre il suo entourage chiede circa 4 milioni d'ingaggio. Le trattative del Napoli
Però non si fermano al belga, perché il ds Giuntoli non vuole farsi trovare impreparato. In alternativa si pensa sempre ad Herrera, mediano del Porto, che ha più o meno la stessa valutazione. Naturalmente uno esclude l'altro, senza dimenticare che i partenopei hanno preso Giaccherini e stanno per chiudere anche per Pereyra, che arriverà dalla Juve per circa 18 milioni. Colpi che possono diminuire il gap con i bianconeri e far sognare ai tifosi napoletani lo scudetto, assente dai tempi di Maradona. A un mese dall'inizio del campionato il Napoli viene dato terzo tra le preferenze come vincente della prossima Serie A, con Bwin che lo propone a 8 volte la posta!


Witsel, l'uomo di spessore per completare il centrocampo del Napoli


Axel Witsel nasce a Liegi, in Belgio, il 12 gennaio 1989, e si fa notare subito al grande calcio. Debutta infatti nella Jupiler League a soli 17 anni con la maglia dello Standard, e poche settimane più tardi fa anche il suo esordio in Coppa Uefa. Dopo cinque anni e tante soddisfazioni, comprese alcune presenze in Champions, nel 2011 si trasferisce in Portogallo, al Benfica, che lo compra per 13.5 milioni ed è qui che compie il definitivo salto di qualità. Disputa infatti una grande Champions, attirando su di se gli occhi dei grandi club europei. È lo Zenit però a sbaragliare la concorrenza nel 2012 e ad assicurarsi le sue prestazioni per 40 milioni di euro. Qui la sua carriera subisce una leggera frenata, vincendo solo un campionato, una coppa nazionale e una supercoppa. Witsel è un centrocampista dai piedi buoni, il classico regista da piazzare davanti alla difesa, sebbene abbia le qualità per giocare anche qualche metro più avanti o come esterno difensivo. A limitarlo è la sua velocità, che lo rende in alcune situazioni troppo compassato e inadatto ai ritmi italiani. Coperto da un centrocampo roccioso può dare il meglio di se, garantendo assist di pregevole fattura ai suoi compagni.

tags:   napoli witsel