Acquisti e cessioni Milan: la pagella su Galliani

Mercoledì 1 Febbraio 2017, pubblicata da prisco
rattative milan acquisti milan cessioni milan calciomercato milan mercato mila
Si è ufficialmente chiusa la sessione invernale di calciomercato e le trattative del Milan si sono chiuse senza i famosi 'colpi del Condor' che hanno portato a Milanello gente come Nocerino o Bonaventura. Proprio l'ex atalantino è il protagonista, suo malgrado, di un finale di mercato a nostro parere negativo per i rossoneri. Gli acquisti di Ocampos e Deulofeu, seppur in prestito fino a giugno, risolvono parzialmente il problema sugli esterni (e quindi anche l'infortunio dello stesso Bonaventura) ma a nostro giudizio non rappresentano per Montella quelle figure che possono far fare il salto di qualità al club rossonero. Lo spagnolo era una riserva in una squadra non di primissima fascia come l'Everton e il rischio è quello di continuare la tradizione poco felice dei calciatori iberici con addosso la maglia del Milan. Dello stesso avviso possiamo considerare l'arrivo di Ocampos, che al Genoa ha realizzato appena 3 reti in 14 presenze, fornendo prestazioni altalenanti e non da top club. Un'altra pecca di Galliani è quella di non aver assicurato a Montella un vice Locatelli, ossia un giocatore in grado di giostrare sulla regia e dare il cambio al talento proveniente dal vivaio milanista, apparso in questo periodo stanco e poco lucido in determinati momenti delle partite. Sosa non ha dato le garanzie che si aspettava il tecnico rossonero e il ritorno in campo di Montolivo, che in ogni caso non sarà disponibile prima di marzo, non offre quelle garanzie che richiede una squadra che vuole lottare per il ritorno in Europa. 
Dovendo assegnare un voto alle trattative del Milan di questo gennaio diamo un 5.


Acquisti e Cessioni Milan gennaio 2017

Sono state otto in totale, tra acquisti e cessioni, le manovre del Milan nella sessione invernale di calciomercato. Tutte realizzate sotto il leit motiv delle trattative a zero euro che non ha potuto portare all'approdo in rossonero di un vice Locatelli come detto in precedenza. Vediamo insieme la tabella che riassume le manovre dei rossoneri

Acquisti Milan gennaio 2017
Cessioni Milan gennaio
Dest./proven.
 Formula
Lucas Ocampos
-
Genoa/Marsiglia
prestito fino a giugno
Gerard Deulofeu
-
Everton
prestito fino a giugno
Marco Storari
-
Cagliari
definitivo fino a giugno
-
Luiz Adriano
Spartak Mosca
definitivo
-
Gabriel
Cagliari
definitivo
-
Niang
Watford
prestito fino a giugno
-
Vido
Cittadella
prestito fino a giugno
-
Ely
Alaves
prestito fino a giugno


Gli acquisti mancati del Milan -
L'arrivo di Ocampos ha di fatto chiuso le trattative del Milan per quanto riguarda la sessione invernale di calciomercato 2017. Una sessione in cui i rossoneri hanno tenuto vive diverse piste, la maggior parte delle quali riguardanti proprio le corsie esterne d'attacco. E' durata appena qualche giorno la voce che voleva il 'Diavolo' interessato a
Giaccherini, nonostante il destino di quest'ultimo è sempre più lontano dal Napoli come ha detto il suo procuratore Valcareggi: "Al Napoli non giocherà mai. La Roma lo vuole e il Milan? Sentirò Galliani per proporglielo anche se il Napoli adesso lo ritiene incedibile, parlerò con loro per convincerlo a lasciarlo andare". Peccato, però, che Galliani era già intenzionato a chiudere l'operazione con il Genoa per Ocampos. Oltre al centrocampista del Napoli Galliani ha tenuto altri piani pronti nel caso in cui non fosse andato tutto bene con l'argentino. Si trattava di Lazovic e Veloso del Genoa e di uno tra Liajic o Iago Falque con il Torino che non ha mai dato la disponibilità a trattare questi ultimi due. Nell'ultimo giorno di mercato si parlava di un possibile arrivo a centrocampo (i nomi che giravano erano quelli di Di Gennaro e Cigarini) ma alla fine si è deciso di rimanere con gli effettivi che ha già a disposizione Montella.

Incognita Donnarumma- Sul fronte cessioni, bisogna anche tenere d'occhio l'evoluzione sul rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Di recente è trapelata la notizia secondo la quale Mino Raiola vorrebbe chiedere un rinnovo per il suo assistito di oltre 190.000€ a settimana, che in un anno sono circa 9 milioni lordi, ossia 4,5 netti. Molto si capirà il prossimo 25 febbraio, quando il ragazzo diventerà maggiorenne e potrà firmare contratti superiori ai due anni. Il talento più importante della rosa rossonera è sempre in discussione per la questione della scadenza contrattuale, attualmente fissata al giugno del 2018. Lo vuole mezza Europa (Real in testa) ma il gesto di baciare la maglia dopo aver vinto la Supercoppa la dice lunga sulla volontà del ragazzone classe 1999. Le ultime prestazioni non di certo entusiasmanti del portierone hanno portato in dote qualche critica, e il procuratore del ragazzo Mino Raiola è stato piuttosto chiaro: "Come si fa a criticare un ragazzo come lui? Se poi vogliono mandarlo via basta che ce lo dicano..."

Milan in crisi - Nonostante le trattative di calciomercato del Milan, il club rossonero non sta passando un bel momento. La squadra di Montella viene infatti da tre k.o consecutivi, in Coppa Italia contro la Juventus nei quarti di finale e le due in campionato contro Napoli e Udinese. Proprio in Serie A il rendimento del Milan ha subito un vero e proprio tracollo. Mentre fino a sei giornate fa era al terzo posto a tre punti di distanza dalla Roma che proprio nella 16esima giornata si è aggiudicata lo scontro diretto per il secondo posto all'Olimpico di Roma, adesso il club allenato da Montella è sprofondato al 7° posto dietro Napoli, Lazio, Inter e Atalanta. I rossoneri sono fermi a 37 punti con i partenopei a più 8 saldamente al terzo posto. Il crollo del Milan è confermato anche dal numero di vittorie: solo una, quella col Cagliari, nelle ultime cinque partite oltre ai due pareggi contro Torino e Atalanta per un totale di 5 punti in altrettanti match. La serie di risultati negativi ha permesso all'Inter di prendere il largo e portarsi addirittura a +5 sui rossoneri, che comunque devono ancora recuperare il match con il Bologna.

Basteranno Deulofeu e Ocampos a far risorgere il Milan da questa crisi di risultati utili? 

In ogni caso Montella, per difendersi nella classifica di Serie A
, avrà a disposizione due giocatori che aveva richiesto alla sua dirigenza, per la felicità di Adriano Galliani e del ds Maiorino.
Ormai tutti saprete chi è Deulofeu, e l'utilità che questo giocatore può ricoprire nella rosa meneghina. A questo si è aggiunto anche Ocampos e cosi il Milan adesso può contare su due pedine in più per gli esterni, con lo spagnolo schierabile sia al posto di Suso o Bonaventura e sia al posto di Bacca come ha già fatto Montella per il quarto di finale di Coppa Italia contro la Juventus. Difficile non pensare che siano finite le trattative del Milan con i tre colpi del portiere Storari, dal Cagliari alla sua sesta esperienza milanista, Deulofeu e Ocampos, nonostante l'assenza di un vice Locatelli nelle ultime uscite si stia facendo sentire decisamente.


Ultime calciomercato e trattative Milan: indiscrezioni

I nuovi acquisti del Milan 2016-2017 in estate sono stati sei e si tratta del terzino sinistro argentino Leonel Vangioni, il centravanti Gianluca Lapadula, il difensore centrale paraguyano Gustavo Gomez, il trequartista José Sosa, l'ex Fiorentina Mati Fernandez e il giovane talento Pasalic, oltre al nuovo tecnico Vincenzo Montella. A questi si sono aggiunti i tre arrivi di gennaio.
Il primo acquisto del Milan 2016 è stato l'argentino Leonel Vangioni, esterno sinistro nel giro della Nazionale e vincitore della Copa Libertadores con il River Plate nel 2015. Il ragazzo non riesce a trovare spazio e ci sono folte possibilità di una sua cessione in questa sessione di mercato che sta per iniziare. Il Milan crede in lui e vorrebbe farlo partire soltanto in prestito.
Il secondo, come detto, è il bomber dell'ultima Serie B Lapadula, autore di un buon fine anno dopo le difficoltà iniziali.
Il terzo, invece, è il centrale della nazionale del Paraguay che ha disputato la Copa America nel 2016 Gustavo Gomez, fortemente voluto dal nuovo tecnico rossonero e attualmente primo sostituto della coppia Romagnoli-Paletta.
Male, invece, l'ex Besiktas e Napoli Sosa, partito con grandi aspettative e andatosi spegnendo con il passare del tempo. Il 31enne nativo di Carcaranà non è stato in grado di sfruttare a dovere le chance che le ha dato il suo allenatore almeno fino a oggi.
Sempre più in crescendo, invece, le prestazioni del giovane Mario Pasalic. Il giovane croato si sta integrando negli schemi di Montella e il rigore decisivo segnato nella finale di Supercoppa può spingerlo a diventare un punto fermo della squadra rossonera.
Infine, l'ex centrocampista della Fiorentina Mati Fernandez è approdato al Milan nell'ultima ora di calciomercato estivo ma finora non è riuscito quasi mai a dare il suo apporto a causa dei continui problemi fisici riscontrati dal cileno e delle difficoltà a trovare spazio in un reparto abbastanza collaudato come quello rossonero.
Ottimi due di coloro che sono rientrati dai vari prestiti, ossia Suso e Paletta grandi protagonisti in questa prima parte della stagione.
In rossonero ritorna anche Storari, alla sua sesta esperienza milanista. Sarà importante per fare da mamma chioccia al giovane Donnarumma.
Finalmente si può contare anche su Gerard Deulofeu. Dopo aver effettuato le visite mediche e aver firmato il contratto, lo spagnolo è già stato schierato nella partita di Coppa Italia con la Juve e ha rimpiazzato Bonaventura nel corso di Udinese-Milan.
Le trattative del Milan di gennaio si sono chiuse con l'arrivo dal Marsiglia, via Genoa, dell'esterno argentino Lucas Ocampos, giocatore che sostituisce Niang e rappresenta un'ulteriore alternativa in più per le corsie esterne d'attacco. Da lunedì 1 febbraio è a disposizione di Montella.


Cessioni Milan, chi se n'è andato

Il capitolo cessioni del Milan 2016-2017, invece, è attivissimo. A fare le valigie e salutare il club di Via Aldo Rossi in estate sono stati in tanti, a partire dal portiere spagnolo Diego Lopez, chiuso dall'esplosione di Donnarumma e andato a fare il titolare all'Espanyol. In difesa hanno salutato Mexes e Alex. Nella linea mediana del campo Boateng non ha rinnovato e si è accasato agli spagnoli del Las Palmas, mentre in avanti Balotelli è tornato a Liverpool, che poi lo ha girato al Nizza, e Menez è diventato ufficialmente un calciatore del Bordeaux. A questi, poi si aggiunge la partenza in prestito di Josè Mauri con direzione Empoli, mentre Verdi, Comi e Mastour sono ufficialmente giocatori di Bologna, Carpi e Zwolle.
Alla lista delle cessioni Milan si sono aggiunti anche Luiz Adriano, che ha svolto le visite mediche ed è diventato un nuovo giocatore dello Spartak Mosca, M'baye Niang, il quale ha raggiunto Walter Mazzarri a Watford, e Rodrigo Ely, che è approdato all'Alaves.


Trattative Milan, ufficiale la cessione della società ai cinesi ma il closing...

L'operazione più importante negli ultimi anni del calcio è conclusa: il Milan è stato venduto, Berlusconi non sarà più il presidente dei rossoneri. Per 740 milioni di euro i cinesi di Sino-Europe Sports Investment Management Changxing Co.Ltd hanno rilevato il 99,93%, ovvero tutte le azioni di cui era proprietaria Fininvest. La questione del closing, però, è sempre di attualità e la data in cui tutto dovrebbe concludersi è prevista per il prossimo 3 marzo.
tags:   Milan