Chi è Barbara Pedrotti, la signorina scommesse di Sky Sport

Giovedì 19 Maggio 2016, pubblicata da saramech
arbara pedrotti mediaset premiu
In un Dietro le Quinte di due anni fa, la rubrica di Superscommesse di interviste ai protagonisti della sfera mediatica sportiva, abbiamo fatto una chiacchierata con Barbara Pedrotti, ormai volto celebre delle quote di Bwin su Sky Sport. Prima di riprendere l'intervista risalente al 2014, quando l'affascinante Barbara lavorava per Mediaset Premium, vediamo brevemente la sua biografia e cosa fa ora.

Barbara Pedrotti è nata il 19 Maggio 1982 a Rovereto, in Trentino, e dopo un inizio carriera come modella ha preso parte come tronista al programma tv Uomini e Donne, ma ha anche recitato in teatro nell'opera "per il solito vizietto" di Fabio Testi. Nel settembre 2014 debutta su Serie A Live come volto di Bwin, segnalando agli spettatori le quote negli intervalli delle partite. Successivamente Barbara Pedrotti è passata a Sky Sport, ricoprendo lo stesso ruolo nei posticipi e nei match più importanti di Serie A. Appassionata di ciclismo sin da giovanissima, è l'inviata di BeIn Sports per il Giro d'Italia 2016. La passione di Barbara Pedrotti per il ciclismo è testimoniata anche dalla copertina del magazine Ciclismo, che ritrae in primo piano la bella trentina.



L'intervista a Barbara Pedrotti per Dietro le Quinte nel 2014

Dopo aver parlato di Inter, Lazio, Milan, ciclismo
e aver visitato le radio sportive per coglierne segreti e consigli, oggi ci trasferiamo in televisione ed in particolare negli studi di Mediaset Premium, la tv che in questa stagione ospita le quote offerte da Bwin e lo fa grazie alla professionalità di Barbara Pedrotti.

Sorriso contagioso, simpatia e una buona dose di fascino: “3 minuti ogni 45 è come avere le Tre Grazie e rinchiuderle nell’armadio”, le ha scritto di recente uno dei suoi 18mila followers di Twitter segno che la strada intrapresa – tra sport, scommesse, bellezza e competenza – è quella giusta.

Prima di arrivare su Premium Calcio, tanta la gavetta: dalla Mountain bike al Giro d’Italia, tra esperienze emozionanti e sorprese …


Buongiorno Barbara, quando e come nasce il tuo amore per lo sport?
Ad essere onesta credo sia nato assieme a me. Sono cresciuta in una famiglia ed in una regione, il Trentino, dove lo sport fa parte della quotidianità, ho praticato mille discipline diverse - il nuoto l’ha fatta da padrona per molti anni - e nel contempo ne ho seguite tante altre. Una passione grande, grandissima, che fortunatamente poi è diventata anche la mia professione.
 

Sei divenuta nota al grande pubblico grazie al ciclismo, facendo incursione in un mondo ancora prettamente maschile: come sei arrivata a fare la speaker del Giro e come ti sei trovata in quei panni?
Il Giro, quante emozioni! Ma andiamo con ordine. Devo confessare che le prime ruote che sono entrate a fare parte della mia vita lavorativa sono state quelle “grasse”, la Mountain Bike. Tante le gare sullo sterrato, le 24 ore, le giornate in mezzo al fango e alla vita splendidamente “easy” tipica dei bikers. Poi un po’ alla volta è arrivato anche il ciclismo su strada, corse minori da prima e via via sempre più importanti.


E poi, com’è nata la collaborazione con il Giro?
Sembra una barzelletta, lo so, ma ora vi racconto tutto. Un giorno mentre ero in università ricevo una telefonata da un numero che non conoscevo, rispondo, un uomo si presenta come Angelo Zomegnan (al tempo il direttore del Giro d’Italia) e mi chiede un appuntamento per parlare di un’ipotetica collaborazione; e così è andata. Onestamente non ho pensato nemmeno per un istante fosse veramente lui, pensavo fosse uno scherzo...poi quando l’ho visto mi sono detta “oh mio Dio, è veramente lui”...non riuscivo a credere ai miei occhi! Sono cresciuta guardando il Giro in tv e tutto d’un tratto mi si proponeva di diventarne la voce: un sogno! E’ stato bello, bellissimo, ricordo ancora l’emozione della prima tappa, la Pesaro-Urbino, il giorno seguente al mio compleanno (che ovviamente ho passato sui libri), e che dire degli occhi perplessi delle persone che incontravo.
Non è stato sempre facile, il mio è un lavoro tipicamente maschile ed in un certo senso la mia presenza ha rotto un po’ gli schemi...ma con il passare del tempo sono stata accettata nel migliore dei modi nel ciclismo, ed ora è come stare in una grande famiglia!
 

Quali sono stati, fino ad ora, i momenti più emozionanti della tua carriera?
Difficile sceglierli. Ho cominciato questo lavoro da giovanissima ed ogni nuova occasione, ogni piccolo passettino avanti, è stato da me sempre vissuto con una gioia immensa, come un traguardo importantissimo. Ho studiato molto e continuo a farlo, sono un po’ convinta che in quanto donna nello sport si debba dimostrare sempre un qualcosa in più, e per questo motivo ogni step è stato per me una vittoria con la “V” maiuscola. Se devo però individuare alcuni momenti sicuramente il Giro va citato, così come i Campionati del Mondo ed ora questa nuova avventura, con “Serie A Live” che mi da la possibilità di entrare nelle case degli italiani, parlando del calcio, lo sport nazionale per eccellenza, grazie al racconto delle quote di Bwin.


Il tuo volto accompagna i pomeriggi degli appassionati di calcio e di scommesse: tre consigli che daresti agli scommettitori?
Beh, innanzitutto direi consultare sempre le statistiche, analizzando il momento di forma della squadra sui cui si vuole scommettere; cercare poi di essere il più oggettivi possibile (anche se che può sembrare un po’ difficile) quindi seguire più la razionalità e meno il cuore.
Ed infine , ma non certo in ordine di importanza, essere sempre informati, seguire le notizie di sport perchè aiutano quando si vuole scommettere.
Vorrei dare ora un altro consiglio, anche se so che siamo già a quota quattro, ma ci tengo proprio: divertitevi, perché questo è e rimane uno splendido gioco per gli appassionati dello sport.
 

Calcio, possiamo sapere se hai una squadra del cuore? 
In verità non c’è un club che preferisco, sono però una super tifosa della Nazionale. Certo, ci sono poi dei giocatori che per il loro stile apprezzo più di altri, quello si.


Donne e calcio, un binomio ormai consolidato: perché il mondo del Football necessita sempre più di volti femminili?
Non lo so, di certo sono di parte, ma di sicuro lo trovo molto bello! Non amo l’idea che le donne debbano per forza sempre ricoprire ruoli marginali, dove ad apparire è solo l’esteriorità e niente più. Mi sembra ogni volta di assistere alla dimostrazione di quanto in certi ambienti l’essere donna significhi essere un gradino inferiore rispetto agli uomini: non vuol di certo essere una critica la mia, sia chiaro, ma solamente la pura espressione del mio gradimento di fronte a giornaliste che, senza rinunciare alla propria femminilità, sanno dimostrarsi all’altezza dei colleghi maschi, dimostrando una volta in più che la materia sportiva non è appannaggio solamente degli uomini.


C’è un modello, in campo professionale, a cui ti ispiri?
Direi di no, o quantomeno non in particolare. Tanti sono gli uomini e le donne di sport che fanno bene questo lavoro, li osservo, cerco di imparare sia dalle cose positive che da quelle negative. Io sono io e preferisco essere me stessa piuttosto che la brutta copia di qualcun’altro.
 

Moda, mountainbike, arrampicata, ciclismo e quote...in futuro dove ti vedremo?
...e chi lo sa! Amo quello che faccio, anche se spesso le giornate sembrano essere troppo corte per riuscire a fare tutto ciò che devo, e quindi spero di continuare su questa strada. Ora per me c’è l’appuntamento fisso con le quote fino alla fine del campionato ma questa è anche la stagione del ciclismo e non solo. Tanti sono quindi i progetti e le idee ma non c’è ancora nulla di definitivo…vedremo!
 

Vogliamo concludere l’intervista con un suggerimento: quale consiglio daresti alle giovanissime che sognano di fare il tuo lavoro?
Di armarsi di tanta tanta pazienza! Non è un lavoro facile, anche se dall’esterno magari a volte lo può sembrare; dietro ad ogni sorriso si cela sempre una gran bella dose di ore passate a prepararsi, deve essere così: la competenza prima di ogni cosa. Una salita bella lunga questo lavoro quindi, ma una volta raggiunta la cima beh, la vista è grandiosa e ne sarà di certo valsa la pena!
tags:  
bonus 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 105€

Scade oggi! Affrettati!

25€ subito

Scade oggi! Affrettati!

50€ Serie A

Scade oggi! Affrettati!

a scelta

Scade oggi! Affrettati!

Eventi più giocati

15h 11m Manchester C. - Chelsea
2.20(1) - 3.55(X) - 3.60(2)
16h 41m Bari - Salernitana
1.88(1) - 3.45(X) - 5.00(2)
16h 41m Ternana - Brescia
2.15(1) - 3.35(X) - 4.20(2)
16h 41m Avellino - Ascoli
2.15(1) - 3.20(X) - 3.95(2)
16h 41m Pro V. - Pisa
2.25(1) - 3.10(X) - 4.33(2)
16h 41m Novara - Vicenza
1.73(1) - 3.55(X) - 6.00(2)
22h 26m Juventus - Atalanta
1.45(1) - 4.65(X) - 10.00(2)
01g 16h 41m Lazio - Roma
3.00(1) - 3.45(X) - 2.55(2)