3.1 Le scommesse per il Codice Civile

Come vengono disciplinate le scommesse dal Codice Civile?


Il Codice Civile disciplina il gioco e le scommesse dando nozioni di carattere generale, distinguendo i due settori. Il gioco è definito come una competizione con finalità ricreativa che si conclude con la vittoria di singoli o di gruppi secondo determinate regole, mentre le scommesse sono definite come la promessa di una somma di denaro o di altro bene a chi preveda esattamente un evento futuro ed incerto. In quest’ ultimo caso la somma è dovuta per l'indovinata previsione dell'evento e non come premio per la vittoriosa partecipazione all'attività del gioco, come accade appunto nel gioco diverso dalla scommessa.


L'analisi degli artt. 1934 e 1935 del Codice Civile


La scommessa lecita è tutelata dagli artt. 1934, 1935, quella tollerata o non proibita invece è disciplinata dal’ ex. Art. 1933, infine quella illecita è soggetta alla disciplina dell’art. 718 ss. del Codice Penale. Gli articoli dedicati al gioco e alla scommessa sono il 1933, 1934 e 1935. Secondo l’ art. 1933: “Non compete azione per il pagamento di un debito di giuoco o di scommessa, anche se si tratta di giuoco o di scommessa non proibiti”. Ciò vuol dire che non è prevista azione per il pagamento di un debito di gioco e che lo scommettitore non può chiedere la restituzione della somma versata in caso di sconfitta, ad eccezione del verificarsi di una frode nei suoi confronti. Questa fattispecie riguarda i giochi e le scommesse che non hanno ad oggetto competizioni sportive o lotterie nazionali, che quindi non comportano rapporti giuridicamente vincolanti. Questi ultimi invece sono espressi negli artt. 1934 e 1935.

L'art. 1934 C.C. implica un'eccezione alla disposizione precedente, in quanto ammette la possibilità, da parte di terzi non partecipanti, di scommettere su corse e competizioni sportive: "Sono eccettuati dalla norma del primo comma dell'articolo precedente, anche rispetto alle persone che non vi prendono parte, i giochi che addestrano al maneggio delle armi, le corse di ogni specie e ogni altra competizione sportiva. Tuttavia il giudice può rigettare o ridurre la domanda, qualora ritenga la posta eccessiva".

Il legislatore estende la tutela dell'ordinamento anche alle lotterie autorizzate per mezzo dell'art. 1935, che garantisce ai giocatori la possibilità di ricorrere in giudizio: "Le lotterie danno luogo ad azione in giudizio, qualora siano state legalmente autorizzate".

Schedina
Singola
Multipla
Sistema

La tua schedina è vuota!
per selezionare una scommessa scegli l'evento e clicca sulla quota,
oppure parti da una delle nostre schedine fortunate
inizia con
Usa Schedina Fortunata
20€ gratis

Scade oggi! Affrettati!

100€subito

Scade tra 6 giorni

fino a 100€

Scade oggi! Affrettati!

bonus 400€

Scade tra 6 giorni

100€ bonus

Scade tra 8 giorni